ALLERTA CORONAVIRUS - Comune di Podenzano

archivio notizie - Comune di Podenzano

ALLERTA CORONAVIRUS

 
ALLERTA CORONAVIRUS

Avvisi e comunicati dal Comune di Podenzano

Aggiornamento del 30/06 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non sono pervenuti i dati suddivisi per comuni. Non dovrebbero esserci nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
Nella nostra provincia non ci sono nuovi casi positivi, i tamponi risultati positivi rimangono a 4.272.
Purtroppo però si registra un decesso di una persona che era risultata positiva al Covid-19.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Se l’evoluzione della situazione sanitaria è positiva, purtroppo non lo è ancora dal punto di vista economico. Diverse sono ancora le famiglie in difficoltà che si rivolgono ai nostri servizi sociali perché hanno componenti che hanno perso il lavoro o sono in cassa integrazione. Nei giorni scorsi ci è venuto in soccorso anche il Rotary Club Piacenza – Valli Nure e Trebbia che hanno consegnato ai nostri servizi sociali 30 borse alimentari per famiglie bisognose.
La solidarietà non si ferma, un bell’esempio di come le una associazione vicina a chi ha bisogno trova il modo di cambiare modalità operative senza cambiare il risultato.
“Il Rotary è una rete globale di 1,2 milioni di uomini e donne intraprendenti, amici, conoscenti, professionisti e imprenditori, uniti per apportare cambiamenti positivi e duraturi nelle comunità di tutto il mondo.” Ci sono riusciti anche in questa pandemia e noi li ringraziamo.
Abbiamo incontrato il Presidente del Rotary Valli Nure e Trebbia Andrea Salvi, un vero vulcano di idee e attività, accompagnato da una podenzanese D.O.C. come Antonella Restori e da Carlo Caltagirone. Alla consegna delle borse alimentari alla nostra Giuseppina Agosti era presente anche Cristian Sartori.
Grazie ancora di tutto.

Nei prossimi giorni saranno effettuati lavori di manutenzione straordinaria sulla strada che da via Caselle n. 34 conduce alla Cascina Buffalora, potrebbero esserci alcuni disagi per i residenti in particolare nella giornata di giovedì 2 luglio.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 29/06 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non sono pervenuti i dati suddivisi per comuni. Non dovrebbero esserci nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
C’è solo un nuovo caso in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono a 4.272.
Nessun decesso in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19. .
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

E’ stata prorogata fino al 15 luglio la scadenza per l’iscrizione ai servizi scolastici (mensa e trasporto).
Il ministro ha approvato il Decreto che fissa l’inizio della scuola il prossimo 14 settembre. Ricordo ai genitori che l’iscrizione ai servizi, per chi ne ha la necessità è fondamentale ed inoltre aiuta il comune a programmare meglio i servizi stessi.

Se i servizi non saranno attivati per causa di forza maggiore come è avvenuto dopo l’esplosione dell’emergenza COVID non verrà richiesto alle famiglie nessun esborso.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 28/06 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non sono pervenuti i dati suddivisi per comuni. Non dovrebbero esserci nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
C’è solo un nuovo caso in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono a 4.271.
Nessun decesso in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19. .
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Stamattina insieme al consigliere comunale Mattia Bitta sono stato a Ferriere.
Era un momento importante per tutta la comunità di Ferriere, lo si capiva dal numero delle persone presenti, dalle autorità, il Governatore della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, l’Assessore Regionale alla Protezione Civile Irene Priolo, Parlamentari, Consiglieri Regionali, il Presidente della Provincia Patrizia Barbieri e c’eravamo anche noi Sindaci, eravamo in tanti con la fascia tricolore a ricordare il Sindaco, l’amico Gianni Malchiodi, scomparso recentemente a causa del COVID. Eravamo a Ferriere per stringerci in un abbraccio virtuale alla famiglia e a tutti i Ferrieresi. C’era chi ha condiviso con lui tanti momenti di lavoro. C’erano tanti semplici cittadini, di Ferriere o che a Ferriere ci passano l’estate. Tutto un paese, una comunità si è stretta attorno alla famiglia di questo piccolo grande uomo. Un Sindaco che ha dato tutto per il suo paese, che ha messo nella sua missione la passione che metteva in ogni cosa. Un sindaco a cui, non a caso, un paese ha voluto dedicare la Sala Consigliare, il luogo dove si prendono le decisioni più importanti di una comunità.
Lo conoscevo da tempo per motivi di lavoro ed ho avuto modo di conoscerlo ed apprezzarlo anche come Sindaco. Qualche volta ci siamo anche scontrati su temi importanti come l’acqua, ma alla fine prevaleva sempre il buon senso e abbiamo sempre trovato soluzioni condivise. Siamo diventati amici perchè anch’io amo quei territori. I miei nonni vengono dall’alta Valnure e da bambino trascorrevo il periodo estivo su quei monti. Nei momenti di bisogno ci siamo aiutati, come ci saremo aiutati anche nella gestione di questa terribile situazione del COVID. Purtroppo però questo maledetto virus se lo è preso e se lo è portato via proprio nel momento più terribile. La famiglia, la moglie ed i figli a cui era legatissimo, i suoi cittadini a cui lui ha donato anni della sua vita, hanno perso un uomo speciale, un uomo che amava il suo paese e sapeva mantenerlo vivo. Oggi qualcuno ha detto che lui non voleva far sopravvivere Ferriere perchè per Gianni Ferriere doveva vivere e per questo si è sempre battuto. Protagonista di tante battaglie per la sua terra, per la sua montagna, ma lo è sempre stato in modo pacato, lucido e convincente, di quei guerrieri che non amano mostrare i muscoli o l’arroganza ma che dosano sapientemente intelligenza e saggezza.
Per tutti noi Sindaci lo ha ricordato Patrizia Barbieri, e non poteva farlo in modo migliore.
Ci è mancato in queste settimane e ci mancherà anche in futuro, ma oltre al ricordo, come ha detto Stefano Bonaccini, rimarrà l’esempio di come deve essere un buon amministratore, sempre al servizio di tutti, come lo era Gianni, perchè quando guidi le istituzioni le guidi per tutta la comunità non solo per una parte.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 27/06 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non sono pervenuti i dati suddivisi per comuni. Non dovrebbero esserci nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
Ci sono tre nuovi casi in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono a 4.270.
Nessun decesso in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19. .
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

LOTTA ALLE ZANZARE – Stamattina è iniziata la consegna ai Coordinatori dei Gruppi di Controllo di Vicinato di un primo pacchetto di blister di capsule di Acquatain (prodotto anti-larvale per le zanzare) acquistate dal Comune e messe a disposizione della popolazione gratuitamente. Abbiamo scelto di distribuirle ancora attraverso di loro come lo scorso anno, e li ringrazio ancora una volta per la disponibilità e per il prezioso lavoro di informazione che svolgono ogni giorno, perché in questo modo la distribuzione è più capillare e gli stessi coordinatori possono dare corrette informazioni su come utilizzarle. Ricordo che questa fornitura rappresenta un invito ad utilizzarle periodicamente, confezioni da 2 blister da 14 capsule ciascuna sono disponibili in farmacia al prezzo di 4,50 €. Due capsule per ogni tombino e se non ci sono eventi piovosi consistenti il trattamento può durare fino a 4 settimane. Per un corretto funzionamento è bene che i tombini siano ben puliti.
E’ importante che questi trattamenti siano effettuati sulle aree private dove il comune non può intervenire per contenere la popolazione di zanzare. Per le aree pubbliche il comune ha già incaricato una ditta che interviene periodicamente fino alla fine della stagione.
I trattamenti adulticidi, hanno una buona efficacia abbattente, ma durano solo 2-3 giorni e se applicati in modo continuativo oltre che creare ceppi resistenti di zanzare possono anche essere dannosi per l’uomo.
Ricordo che è in vigore un’ordinanza sindacale a riguardo:
ACCESSO ALLA PISCINA COMUNALE - Con queste giornate particolarmente calde è probabile che si vada a cercare un po’ di refrigerio alla nostra Piscina Comunale. Ricordo che nessun torrente/fiume nella nostra Regione è balneabile ed è dotato di personale addetto al salvataggio. Le norme anticovid, che tutti i gestori di impianti natatori hanno dovuto adottare, hanno imposto alcuni accorgimenti che rallentano un po’ le operazioni di ingresso. Sono operazioni necessarie per garantire la nostra sicurezza. La scorsa settimana ACTIVA che è il nostro gestore e la Piscina di Podenzano hanno superato brillantemente un controllo da parte degli enti preposti. La sicurezza prima di tutto!
Per evitare attese sgradite il gestore consiglia fortemente di scaricare l’applicazione di Activa e registrarsi.
Nell’home page dell’app toccare “REGISTRATI”, si apre una pagina web, toccare nuovamente “REGISTRATI”; compilare tutti i campi, scegliere come centro quello di Podenzano, ed al termine premere invia. A questo punto siete registrati ed alla cassa della piscina dovrete solo comunicare il vostro nominativo!
PER I GENITORI: è sufficiente che si registrino i genitori, i bambini verranno inseriti dalla reception della piscina.
Con l’indirizzo mail e la password scelta in fase di registrazione si potrà accedere all’app, ed a brevissimo sarà possibile utilizzarla per prenotare l’ingresso in piscina anche senza aver caricato prima un abbonamento.
Non mi resta che augurare a tutti BUON BAGNO IN SICUREZZA!

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 26/06 ore 20,00
Situazione sanitaria: Non sono pervenuti i dati suddivisi per comuni. Non dovrebbero esserci nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
Ci sono due nuovi casi in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono a 4.267.
Nessun decesso in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19. .
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Nei giorni scorsi sono stato invitato a visitare un’azienda del nostro territorio: APERAM.
E’ un azienda multinazionale, leader nel settore dell'acciaio inox, che ha nel suo complesso 3 acciaierie situate in Belgio, Francia e Brasile e che alimentano una serie di centri servizi dislocati in tutto il mondo (Europa e America).

APERAM STAINLESS SERVICES & SOLUTIONS ITALY S.r.l. ha uno stabilimento in Via Santi 2/4 a Podenzano dove lavorano 66 persone di cui almeno il 30% residenti nel nostro comune.
Lavorano l’acciaio inox e lo trasformano attraverso le fasi a freddo di taglio longitudinale, spianatura e bordatura.
Le applicazioni alle quali sono destinati i vari prodotti sono di diversa natura, Automotive, Elettrodomestico, Tubi, Catering, Minuterie, Edilizia, ecc........, ad una clientela nazionale ed internazionale.

Appena entrato in azienda sono stato sorpreso dall’attenzione alla sicurezza. Sicurezza intesa a 360 gradi. Sicurezza dei lavoratori, dei visitatori, dei fornitori. Mi hanno dotato di casco, scarpe infortunistiche, bracciali anti-taglio, (la mascherina l’avevo con me) e mi hanno dato un sensore da applicare alla cintura.
Incuriosito ho chiesto a cosa servisse, ed il capo di produzione Fabio Anelli (Podenzanese DOC), mi ha spiegato che il sensore serve a rallentare e se è il caso a bloccare i carrelli elevatori quando chi li indossa si avvicina troppo all’area di movimento. “Quindi serve ad evitare di essere investiti dai muletti?” ho chiesto. “Esattamente!” mi ha risposto. Dopo un approfondito e interessante incontro con l’Amministratore Delegato Ing. Andrea Vezzani nel quale abbiamo parlato in generale di economia e di sviluppo dell’APERAM, Vezzani e Anelli mi hanno accompagnato in visita allo stabilimento. Vedere tagliare dei rotoli di acciaio inox da 20 tonnellate come fosse carta è stato veramente impressionante. Ma la cosa che mi ha impressionato di più sono tutti gli accorgimenti messi in atto per tutelare la sicurezza dei lavoratori e l’attenzione che gli stessi lavoratori, uomini e donne, prestavano alla sicurezza. Questo vuol dire che non solo c’è attenzione alla sicurezza, ma c’è anche tanta attenzione alla formazione dei lavoratori non solo sulle modalità operative ma anche sul modo di interpretare la sicurezza. Non c’era nessuno a meno di 1 m, ma non c’era nemmeno nessuno senza mascherina, che era indossata correttamente da tutti. Ho pensato: se la indossano loro in un capannone al caldo durante tutto il turno lavorativo la possiamo indossare anche noi quando siamo a meno di 1 m di distanza da qualcun altro.
Sono orgoglioso di avere sul nostro territorio realtà produttive così importanti come APERAM, ma sono ancora più orgoglioso di come queste interpretano il “must” sicurezza sul posto di lavoro.
Ringrazio per l’invito e spero che queste poche righe possano far riflettere tutti sull’importanza della sicurezza, non solo sul posto di lavoro, ma ovunque noi ci troviamo.
PS Quello al centro della foto anche se non sono riconoscibile sono io.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 25/06 ore 21,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
C’è solo un nuovo caso in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono a 4.265.
Nessun decesso in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19. .
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.
Oggi al parco urbano, nel rispetto delle norme anti-Covid sono stati distribuiti i diplomi agli “scoiattoli” della scuola materna comunale di Podenzano. Un momento veramente toccante. Iniziato con un minuto di silenzio per tutte le persone che ci hanno lasciato, seguito dall’inno nazionale. Un segno di unità, di appartenenza, di impegno corale ed collettivo. Un momento che le insegnati hanno riempito di tanti segni che mi hanno commosso. Segni importanti e significativi perché tra loro c’era anche un bimbo che ha perso la mamma. Forse proprio loro, i bambini, sono quelli che hanno pagato il peso più alto a questo maledetto virus. Vederli spaesati dopo tanto tempo di isolamento ma felici è stato molto emozionante. Tutte le insegnanti sono passate dai loro bimbi e con un pennello hanno disegnato i colori dell’arcobaleno sulle loro magliette bianche. Un segno ben augurante. ...Dopo la tempesta torna il sereno...
Ne ha fatto le spese anche la mia camicia bianca... d’altra parte in veste di rappresentante di tutta la comunità ho pensato che tutti avevamo bisogno di questo bel segno. Presenti anche alcune insegnati della scuola primaria che sono venute a conoscere i prossimi Remigini. Un altro segno ricco di significato: quello di accoglienza.
Grazie alle insegnanti che sono riuscite a creare un momento ricco di significato che bimbi e genitori ricorderanno per tanto tempo.
Grazie ai bimbi che guidati dalla piccola Giorgia con i loro canti e balli hanno creato un’atmosfera unica.
Anche se non sappiamo ancora quando... ci siamo dati appuntamento per il primo giorno di scuola!

Buona serata.
Il Sindaco.

Ps scusate il ritardo. Stavolta solo colpa mia.


Aggiornamento del 24/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
C’è solo un nuovo caso in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono a 4.264.
Nessun decesso in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19.
I guariti clinicamente in provincia sono 23 mentre salgono a 3421 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 3444 mentre i pazienti con malattia in corso sono 110 (+1 rispetto a ieri), di questi 74 sono ricoverati di cui 5 in terapia intensiva e 69 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Da domani saranno in distribuzione le locandine della 21a edizione dell’Acchiappasorrisi. Non abbiamo voluto fermare questa tradizione e grazie al lavoro dell’Assessorato Cultura e Sport del Comune di Podenzano, all’organizzazione di Manicomics Teatro e la direzione artistica di Samantha Oldani e Mauro Caminati lo faremo in piena sicurezza nel rispetto delle norme anticovid.
Da mercoledì prossimo per 4 mercoledì ci ritroveremo insieme ai più piccoli per divertirci.
Per noi ogni sorriso di un bambino è importante. Mi raccomando non mancate!

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 23/06 ore 20,00
Situazione sanitaria: Non sono ancora pervenuti i dati suddivisi per comune, ma non dovrebbero esserci nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
C’è solo un nuovo caso in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono a 4.263.
Un decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19.

Oggi abbiamo fatto un sopraluogo al cantiere della Nuova Stazione dei Carabinieri. I lavori, dopo la pausa forzata per il COVID sono ripresi nel rispetto delle norme di sicurezza post COVID. Con me il Progettista e Direttore dei Lavori Ing. Roberto Barbieri ed il Maggiore Stefano Bezzeccheri (Comandante della Compagnia di Piacenza) accompagnato dal Luogotenente Carica Speciale Marco Dubrovich Comandante della Stazione di San Giorgio. La parte impiantistica è a buon punto. Sono arrivati i ponteggi e a breve inizieranno i cappotti esterni, il montaggio dei serramenti ed i pavimenti.
Avere uomini della Benemerita a Podenzano significherà maggiore sicurezza. Non vediamo l’ora di accoglierli.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 22/06 ore 20,00
Situazione sanitaria: Non sono ancora pervenuti i dati suddivisi per comune, ma non dovrebbero esserci nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
C’è solo un nuovo caso in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono a 4.262.
Un decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19.

Oggi è partito il Centro Estivo per bambini 9-36 mesi presso la struttura del nostro Asilo Nido Magica Bula. Grazie a Unicoop, al suo staff, all’Assessorato alle Politiche Sociali e Scolastiche e alla voglia di partire, è stato avviato un servizio tanto atteso e necessario per le famiglie. Come ho risposto ad un commento di qualche giorno fa tutte le volte che riapriamo un servizio è una grande gioia perché andiamo incontro ai bisogni della nostra comunità e realizziamo un pezzo della nostra missione.
Felice per questa ripartenza e perché sui volti dei bambini ho visto tanti sorrisi. Ogni sorriso di un bambino è un’iniezione di energia per andare avanti.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 21/06 ore 19,30

Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
C’è un nuovo caso in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi diventano 4.261 (+1 su 1083 tamponi refertati). Un decesso registrato oggi in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19. Il decesso è avvenuto il 10 giugno in un Centro Residenziale per Anziani.
I guariti clinicamente in provincia sono 20 (+2 rispetto a ieri) mentre salgono a 3415 (+11 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi. I pazienti guariti quindi sono 3435 mentre i pazienti con malattia in corso sono 117, di questi 81 sono ricoverati di cui 5 in terapia intensiva e 76 non in terapia intensiva. Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Stamattina abbiamo celebrato la Santa Messa al cimitero di Podenzano a suffragio di tutti i nostri concittadini che ci hanno lasciato senza che si potesse celebrare il funerale. Don Fausto ha elencato i nomi di tutte queste persone, sembrava non finisse mai. Ne ho contati 37, tra loro sia persone decedute per COVID sia per altri motivi. Tra loro parenti, amici, conoscenti ed anche due coniugi. Mancavano alcuni altri nostri concittadini morti per Covid e tumulati in altri cimiteri. Eravamo in tanti, ma tutti nel rispetto del distanziamento sociale.
Ho voluto esserci, e c’ero in forma ufficiale con la fascia da Sindaco, perchè oggi era un giorno speciale per tutta la nostra comunità. Un segno importante di unità e vicinanza ai nostri cari dopo quei momenti bui nei quali il virus mieteva vittime. Ho ricordato le decisioni difficili e disumane che sono state prese, che abbiamo dovuto prendere in quei drammatici momenti. E’ disumano vietare alle persone di accompagnare al cimitero i propri cari. E’ disumano vietare a qualcuno di poter assistere i propri cari nella malattia. E’ disumano vietare ai bambini di giocare insieme. Ma abbiamo dovuto farlo. Durante l’omelia Don Fausto ripercorrendo i passi del vangelo di oggi ha fatto riferimento alla paura e al timore dei discepoli e al coraggio della fede. Chi non ha avuto paura in quei tragici momenti in cui ad ogni minuto si sentivano sirene e si vedevano sfrecciare ambulanze? In quanti ci siamo domandati chi ci fosse sopra? In quanti abbiamo avuto paura di poter essere il prossimo? C’è stato anche chi ha avuto paura di sbagliare nel prendere decisioni importanti perchè sentiva il peso delle responsabilità che queste decisioni avrebbero implicato. Ma c’è stato chi ha avuto il coraggio e non si è mai tirato indietro: i medici, i sanitari, i volontari, quelli che erano sulle ambulanze e negli ospedali, ma anche quelli che si sono messi al servizio del proprio paese come hanno fatto i volontari delle nostre associazioni che sono stati vicini alle persone che avevano bisogno, che ci hanno fatto riscoprire il senso di comunità, la gioia dell’aiutarsi l’un l’altro. Che ci hanno fatto capire che questo maledetto virus si vince insieme.
Per questo non potevo mancare oggi, per questo ero in forma ufficiale, perchè anche quello di oggi era un segno importante per tutta la nostra comunità. Grazie Don Fausto per averlo reso possibile. Buona serata

Il Sindaco
Alessandro Piva


Aggiornamento del 20/06 ore 19,30

Situazione sanitaria: Non sono ancora pervenuti i dati suddivisi per comune, ma non dovrebbero esserci nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119. C’è solo un nuovo caso in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono a 4.260. Nessun decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19. Continua l’evoluzione positiva della situazione sanitaria.

Oggi una giornata molto importante per la Croce Rossa Italiana di Piacenza. Grazie ad un contributo importante della Fondazione di Piacenza e Vigevano sono state donate alle 7 vetture nuove a 7 sedi della nostra provincia. Una è stata donata anche alla sede di Podenzano,
La sede di Podenzano era gia dotata di 7 mezzi di trasporto ma non aveva ancora una vettura. Ora è arrivata anche quella. Il Presidente della Fondazione Massimo Toscani e il Presidente del Comitato di Piacenza della Croce Rossa Alessandro Guidotti, ricordando i momenti drammatici che ci hanno accompagnato durante l’emergenza sanitaria, hanno sottolineato l’importanza del volontariato e in questo, del ruolo dei volontari di CRI che nonostante il rischio non si sono mai tirati indietro. Ora che l’emergenza sanitaria è meno pressnte, si si fa sotto un’altra emergenza. L’emergenza sociale. Queste auto dovrebbero aiutare i volontari di CRI in questo tipo di emergenza, nell’essere ancora più vicino alle persone che hanno bisogno di aiuto non necessariamente solo sanitario.
Concordo con il Presidente Toscani: queste vetture devono rappresentare uno stimolo per tutti i volontari. Per me è stata una gioia essere insieme ai delegati della sede di Podenzano alla consegna della Fiat Tipo. Nei momenti bui, del bisogno, insieme alle altre associazioni del Paese, i volontari di CRI erano presente per la consegna delle spese a domicilio. Come erano presenti quando abbiamo chiesto aiuto per la distribuzione dei buoni spesa, quando c’era un paziente da trasportare in emergenza o semplicemente da un luogo all’altro in sicurezza. I volontari di CRI Podenzano erano presente quando in un momento di sconforto e di emergenza c’era da valutare il trasporto di un nostro cittadino presso un centro per anziani o presso il pronto soccorso e solo la loro grande professionalità e attenzione ha permesso di fare la scelta giusta.
Cari ragazzi e ragazze della CRI di Podenzano, non potevo quindi mancare in un momento importante come questo, non potevo farlo perchè tutta la nostra comunità vi è grata ed in quel momento io rappresentavo tutta Podenzano, fiera, al vostro fianco. Sono certo che ora che avete a disposizione questa nuova vettura sarete ancora più presenti.

Grazie Presiedente Toscani! Grazie Presidente Guidotti. Grazie ragazzi e ragazze della CRI di Podenzano! Buona serata

Il Sindaco
Alessandro Piva


Aggiornamento del 19/06 ore 19,00. 

Situazione sanitaria: Non sono ancora pervenuti i dati suddivisi per comune. Ad ogni buon conto non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.

Non ci sono nuovi casi in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi rimangono 4.259. 

Nessun decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19. Non ci sono più pazienti in terapia intensiva a Piacenza. 

Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Ieri abbiamo preso il primo caffè post lock-down, in compagnia dei nostri amici del Centro Socio Riabilitativo Diurno, Michele, Gabriele, Mauro, Nicola e Stefano. C’erano anche le loro educatrici. Noi siamo rimasti fuori, alla finestra per non mettere nessuno a rischio.

I volti erano mascherati, ma dagli occhi di tutti traspariva la felicità di essere tornati a lavorare insieme.

Quegli sguardi, quelle poche parole pronunciate con fatica, ma sincere (perché loro non sanno mentire) e provenienti dal profondo del loro cuore, mi hanno commosso. Mi hanno fatto capire che per loro il lock-down è stato molto pesante ed ora che con le dovute cautele possono finalmente ritornare a stare insieme, sono felici. Penso che questa loro felicità, possa ripagare qualsiasi sforzo, qualsiasi notte insonne, qualsiasi preoccupazione.

Vi confesso che arrivare in Municipio, salire nel mio ufficio, aprire le finestre e vedere il centro chiuso mi metteva addosso tanta malinconia. Mi mancava qualcosa…. Ora vedo anche le loro finestre aperte, sento le loro voci, le loro risate e anche le loro urla. Penso alla loro gioia di vivere, alla loro voglia di lottare, alla loro capacità di non mollare mai davanti a nessun ostacolo anche davanti a quelli più brutti. Penso all’impegno che ci mettono per superarli, al loro amore per la vita e trovo la forza per cominciare una giornata e per affrontarla con la consapevolezza che dovrò impegnarmi al massimo in ogni circostanza, perché solo così potrò arrivare a sera con serenità.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 18/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
Ci sono 6 nuovi casi in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi diventano 4.259 (+6 su 1083 tamponi refertati).
Nessun decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19.
I guariti clinicamente in provincia sono 17 (+1 rispetto a ieri) mentre salgono a 3390 (+9 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 3407 mentre i pazienti con malattia in corso sono 144, di questi 90 sono ricoverati di cui 5 in terapia intensiva e 85 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Nonostante stiamo attraversando un periodo difficilissimo per la nostra comunità, c’è ancora chi purtroppo approfitta delle debolezze altrui. Oggi un individuo squallido e meschino, perché solo così può essere definito, fingendosi tecnico del servizio idrico addetto alla misurazione della salubrità dell’acqua, si è introdotto nella casa di una signora di San Polo e l’ha derubata.
Solo un essere abominevole, un uomo senza scrupoli e vile può fare una cosa simile. Approfitta di donne indifese perchè non ha il coraggio di affrontare un altro uomo. Le indagini sono in corso e spero venga assicurato alla giustizia. Mi raccomando non aprite a nessuno, NESSUN TECNICO deve entrare in casa vostra, per qualsiasi dubbio chiamate il 112, e vedrete che se sono malintenzionati se ne andranno immediatamente. Meglio una chiamata in più che una in meno.
Non conosco il nome della signora derubata, ma penso di conoscere il suo stato d’animo attuale. Sono vicino a lei in questo momento, e assicuro che farò tutto ciò che è nelle mie possibilità per aiutare ad assicurare alla giustizia questi squallidi individui.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 17/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
C’è un solo nuovo caso in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi diventano 4.253 (+1 su 508 tamponi refertati).
Nessun decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19.
I guariti clinicamente in provincia sono 16 (-24 rispetto a ieri) mentre salgono a 3381 (+26 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 3397 mentre i pazienti con malattia in corso sono 148, di questi 94 sono ricoverati di cui 5 in terapia intensiva e 89 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Come pubblicato oggi dal quotidiano Libertà, lunedì 22 giugno aprirà anche il Centro estivo per bambini tra i 9 e i 36 mesi. La regione ha pubblicato lunedì i protocolli per l’apertura dei centri estivi di quella fascia d’età e noi ieri abbiamo chiuso l’accordo con UNICOOP gestore dell’Asilo Nido Magica Bula di Gariga. E’ stato un lavoro di squadra tra pubblico e privato, che è iniziato qualche settimana fa, ma che per poter essere concretizzato aveva la necessità di linee guida chiare da parte del Governo e della Regione. Non appena il Comitato Tecnico Scientifico ha dato l’assenso, il Governo ha aperto la possibilità e la Regione Emilia-Romagna non ha perso tempo emanando i protocolli. Il Vice-Presidente della Regione Emilia-Romagna, Elly Schlein, ha seguito passo dopo passo l’evoluzione della situazione, ed ha dimostrato di tenere tantissimo a questo importante servizio per le famiglie. Nemmeno noi potevamo perdere tempo, e così da lunedì prossimo, primo giorno da cui potranno essere aperti questi centri estivi, siamo pronti. Ringrazio le mamme e i papà che in questo periodo con telefonate e messaggi hanno continuato a stimolarci. Avevamo promesso che appena possibile avremmo riaperto l’asilo nido. Non è ancora possibile riaprire l’asilo nido, ma con il gestore abbiamo studiato e proposto un servizio sostitutivo adeguato. 5 giorni a settimana da lunedì a venerdì dalle 7,15-17 senza nessun costo aggiuntivo per le famiglie nonostante i costi siano aumentati a causa delle norme anticovid. Le famiglie continueranno a sostenere il costo delle rette per il nido e la restante parte sarà interamente coperta dall’Amministrazione comunale con i fondi Covid messi a disposizione da Regione e Governo.
Con questo servizio riteniamo di aver posato un altro tassello importante per le famiglie e per la ripresa della nostra economia.
Noi abbiamo sempre pensato che le famiglie abbiano bisogno di proposte concrete e non solo in questo periodo.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 16/06 ore 20,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
Ci sono 4 nuovi casi in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi rimangono 4.252 (+4 su 1839 tamponi refertati). Ad oggi sono stati effettuati 50.831 tamponi e di questi ne sono stati refertati 50.692.
Nessun decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19.
I guariti clinicamente in provincia sono 40 (-14 rispetto a ieri) mentre salgono a 3355 (+62 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 3395 mentre i pazienti con malattia in corso sono 149, di questi 93 sono ricoverati di cui 5 in terapia intensiva e 88 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Scusate il ritardo di stasera ma eravamo in Consiglio Comunale che è terminato da pochi minuti. Oltre alle mie comunicazioni c'era un punto all’odg: “MODIFICHE ALLA CONVENZIONE VIGENTE TRA LA PROVINCIA DI PIACENZA, AUTOVIA PADANA S.P.A. ED I COMUNI DI PODENZANO E DI SAN GIORGIO PIACENTINO PER INTERVENTI SULLA VIABILITÀ ORDINARIA PRINCIPALE DI ADDUZIONE ALLA A21 IN PIACENZA: ADEGUAMENTO DI TRATTE FUNZIONALI DELLA STRADA PROVINCIALE N. 6 DI CARPANETO P.NO. APPROVAZIONE DELLE MODIFICHE RICHIESTE ALLA CONVENZIONE DAL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI.”
Si tratta di un atto necessario per adeguare la Convenzione firmata a suo tempo tra enti locali e Autovia Padana alle richieste del Ministero. In altre parole, il collaudo statico e quello tecnico amministrativo delle opere realizzate da Autovia Padana, previste dal progetto approvato, verranno effettuati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
L’opera è ormai quasi completata, i lavori più importanti sono stati portati a termine ancora poche settimane per l’ultimazione di lavori e dopo il collaudo e potrà essere aperta il tratto completo, compreso Ponte sul Nure e tratto di San Giorgio. La delibera è stata approvata e di conseguenza le modifiche sono state accolte con 9 voti favorevoli e con l'astensione dei 4 componenti della minoranza.

Tra le mie comunicazioni ho comunicato al Consiglio Comunale che sono partiti i centri estivi per i ragazzi 3-6 anni e 7-14 anni. Partirà il Grest di San Polo, e forse un centro estivo 3- 6 anni anche a san Polo. Partito ieri il centro socio-riabilitativo diurno per disabili con 10 utenti. Il 22 partirà il centro attivo di ASSOFA.

Proseguono i lavori di manutenzione straordinari dei parchi giochi. Si sta completando la strada dietro al San Germano e seguiranno opere di asfaltatura alle Caselle.
Sono ripresi i lavori della Nuova Stazione dei Carabinieri e della Sala mensa della Scuola di San Polo.

Centro sportivo: il Pode Basket ed il Tennis Pode hanno raggiunto un accordo per il quale sarà rifatta la pavimentazione e sarà messo in sicurezza il campo da calcetto lato ovest del palazzetto che diventerà un campo polivalente, (calcetto, basket e volley) e nell’attuale campo polivalente lato nord del palazzetto sarà montato un campo da Padel.

Il comune di Vigolzone ha comunicato il recesso dalla Convenzione per la Segreteria.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 15/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
Non ci sono nuovi casi nemmeno in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi rimangono 4.248 (+0 su 380 tamponi refertati).
Un decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19.
I guariti clinicamente in provincia sono 54 (-1 rispetto a ieri) mentre salgono a 3293 (+90 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 3347 mentre i pazienti con malattia in corso sono 193, di questi 98 sono ricoverati di cui 5 in terapia intensiva e 91 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Oggi i nostri ragazzi si sono divertiti in sicurezza nei nostri centri estivi. E’ una gioia vedere i ragazzi felici ed i nostri centri sportivi che ricominciano a vivere con i nostri ragazzi.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 14/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
Non ci sono nuovi casi nemmeno in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi rimangono 4.248 (+0 su 578 tamponi refertati).
Nessun decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19.
I guariti clinicamente in provincia sono 55 (-6 rispetto a ieri) mentre salgono a 3203 (+72 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 3258 mentre i pazienti con malattia in corso sono 283, di questi 98 sono ricoverati di cui 5 in terapia intensiva e 93 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Diverse cose mi fanno capire che stiamo andando meglio:
Domani aprono i centri estivi per ragazzi 7-14 anni e nel nostro comune per quella fascia di età sono 2:
1) Activa -Basket Pode – Area 10 che si terrà presso il Centro Sportivo Comunale “G.Valla”
2) Polisportiva Podenzano che si terrà presso i campi da calcio “G.Rubini” e “San Germano”

Sempre domani, grazie al lavoro di squadra del Gestore (Aurora Domiziano) del nostro Assessorato ai servizi Sociali e allo staff del Distretto di Levante, 10 nostri amici del centro riabilitativo diurno vicino al comune torneranno nel loro centro per svolgere alcune attività. Altri 3 continueranno a farlo dal loro domicilio. Mi sono mancati tanto! Ho già preso appuntamento per un caffè, rigorosamente dalla finestra per garantire la loro salute. (Nelle foto Mauro e Gabriele).

Oggi mi è successo qualcosa di veramente strano. Lo voglio raccontare sperando che qualcuno leggendolo capisca perché sia ancora importante mantenere le misure di distanziamento sociale. Mentre stavo portando l’erba tagliata e la plastica negli appositi contenitori alle isole ecologiche vicino a casa, percepisco che una bici si sta avvicinando a me dalle spalle. E’ vicina, mi volto per capire cosa sta succedendo. Non sono ancora voltato completamente che sento “Ciao Sindaco!”, la voce non posso confonderla, dietro ad una mascherina chirurgica vedo due occhi pungenti, vivi, pieni di gioia. E’ il mio amico Roberto. “Sono a casa da giovedì” mi dice subito orgoglioso. I suoi occhi, la sua gioia, la sua forza d’animo, dicono tutto. Quasi non riesco a parlare. Poi ci salutiamo con il classico saluto del momento, sfiorandoci i gomiti. Avrei voluto abbracciarlo ma non potevamo. Chiedo: “Come stai?” “Bene, meglio!” Risponde lui. “Faccio ancora un po’ fatica ma comincio a fare qualche giretto intorno a casa”. E’ dimagrito, ma gli occhi, il modo di parlare, la sua serenità non sono cambiate. Con la sua forza e con l’aiuto di tanti “Angeli“ nella lontana Ferrara, perché là lo avevano trasportato per curarlo, ha vinto il virus che voleva portarlo via. Senza che ce ne accorgessimo siamo stati quasi mezz’ora a parlare in strada, aveva voglia di raccontare ma soprattutto voleva farmi sapere come è stato difficile, come sono stati brutti alcuni momenti, come è brutta la sensazione di non riuscire a respirare, di non riuscire a trovare l’aria. Lui è sempre stato uno sportivo, corsa, bici, sport acquatici, appassionato di immersioni in apnea. Mi dice: “Sapevo come dominare la sensazione di mancanza di ossigeno, mi era capitato qualche volta anche praticando sport di dover gestire questi momenti, ma un conto è farlo consapevolmente al massimo per qualche minuto e un conto è trovarsi a farlo per un lungo periodo perché stai rischiando la vita.” Continua: “Ho trovato persone speciali, sanitari che mi hanno curato, confortato ed incoraggiato, rassicurandomi che sarei tornato a casa a fare quello che facevo prima. Gli ho creduto, mi sono impegnato, sono stato fortunato ed ora sono qua.” Vorrei che incontrasse tante persone per raccontare queste cose come le ha raccontate a me.
A voi ogni altra considerazione.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 13/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: oggi non sono pervenuti i dati suddivisi per comuni.
Nessun decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19 e due nuovi casi positivi.

Approfitto di questo spazio per fare una considerazione. Ieri sono passato davanti al parco urbano e ho visto tanti bambini giocare felici, li ho visti divertirsi come da un po’ non li vedevo. In questi mesi ho pensato che questo maledetto virus si era portato via anche la loro felicità, ma ho capito che nessuno, nemmeno questo virus può rubare ai bambini la felicità e la gioia del gioco. Purtroppo però, ho notato anche qualcosa che mi ha profondamente colpito, deluso e preoccupato. Su alcuni giochi c’erano tanti bambini, tutti senza mascherina, tutti ammassati, attaccati gli uni agli altri, che urlavano, giocavano divertiti. C’erano anche genitori o nonni che avevano accompagnato i bambini al parco, tutti avevano la mascherina, qualcuno la portava abbassata, ed erano tutti più o meno distanziati, molti parlavano, scherzavano, ridevano, ma nessuno si preoccupava del rischio che stavano correndo i bambini. A dire la verità, qualche genitore con i figli per mano l’ho visto, così come ho visto anche dei bambini giocare tranquillamente distribuiti nel ampio spazio che offre il parco. Anche questi ridevano, scherzavano giocavano ed erano felici però non rischiavano nulla. E’ vero le notizie che ci arrivano ogni sera sono sempre più confortanti, meno contagi, più guariti, meno decessi. Il virus fa decisamente meno paura di qualche settimana fa.
Non dobbiamo però dimenticare che è lo stesso virus, capace di uccidere e di creare gravi problemi anche a persone perfettamente efficienti.
Mi sono domandato: Abbiamo fatto tanti sacrifici tutti quando eravamo chiusi in casa per arrestare la catena dei contagi (ripeto chiusi in casa!). Abbiamo lavorato tanto per ripartire in sicurezza, con tutti i protocolli da rispettare. Abbiamo aperto e apriremo centri estivi per i bambini ed i ragazzi, con rigorose regole per la sicurezza. Abbiamo coperto con soldi pubblici i maggiori costi dovuti all’applicazione di queste regole. I gestori e le famiglie si sono impegnati in un patto di corresponsabilità. Ma tutto ciò a cosa serve se poi quando i bambini sono fuori da quell’ambito fanno esattamente il contrario delle regole che cercheremo di insegnargli? Vogliamo davvero ritrovarci fra qualche settimana di nuovo chiusi in casa? Con i bambini che non sapranno dove andare a giocare? Devo tornare ad ordinare la chiusura dei parchi gioco? Sono tutte domande che mi sono fatto. Non voglio chiudere il parco ma se sarò costretto lo farò.
Non mi si dica, mandiamo i vigili e facciamo la muta a tutti! Quanti vigili avremmo bisogno? Dobbiamo proprio essere costretti in modo coercitivo a rispettare delle regole anche se queste servono a garantire la nostra salute? In che società stiamo vivendo? E’ quella che vogliamo per i nostri figli? Pensiamoci e cerchiamo di impegnarci tutti! Le istituzioni da sole non possono farcela.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 12/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: oggi non sono pervenuti i dati suddivisi per comuni.
Un decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19 e due nuovi casi positivi.

Acconto IMU oggi sul sito del comune abbiamo pubblicato un chiarimento relativo alla delibera del Consiglio Comunale n. 16 del 28/05/2020 relativa alle sanzioni ed interessi nel caso di versamento dell'acconto Imu entro il 30 settembre 2020.
Centri estivi ragazzi 7-14 anni: tutte le domande pervenute sono state accolte. I genitori saranno contattati direttamente dai gestori scelti.
Lunedì riapriranno le iscrizioni per chi non fosse riuscito a farlo entro oggi alle 12.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 11/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 119.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.239 (+5 su 766 tamponi refertati).
Nessun decesso registrato in provincia di Piacenza di persone che erano risultate positive al Covid-19.
I guariti clinicamente in provincia sono 80 (come ieri) mentre salgono a 2988 (+27 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 3068 mentre i pazienti con malattia in corso sono 470, di questi 117 sono ricoverati di cui 6 in terapia intensiva e 111 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Sono in corso le iscrizioni per i centri estivi ragazzi 7-14 anni. Ricordiamo che le iscrizioni on-line sono aperte fino alle ore 12 di domani venerdì 12/6. Attualmente i centri estivi che partiranno da lunedì 15 giugno nel nostro comune per quella fascia di età sono 2:
1) Activa -Basket Pode – Area 10 che si terrà presso il Centro Sportivo Comunale “G.Valla”
2) Polisportiva Podenzano che si terrà presso i campi da calcio “G.Rubini” e “San Germano”
Continuano i lavori di riqualificazione dei nostri parchi. Oggi gli operatori erano al lavoro per posizionare un nuovo gioco al parco urbano. Ci stiamo impegnando fortemente per i nostri bambini, il vero patrimonio della nostra comunità.
Stasera, con alcuni amministratori, siamo stati a Gariga per verificare insieme ad alcuni residenti la soluzione di alcune criticità segnalate. Nei prossimi giorni saremo anche nelle altre frazioni.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 10/06 ore 18,30
Situazione sanitaria: Un nuovo caso positivo al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 119.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.239 (+7 su 732 tamponi refertati).
Due decessi registrati in provincia di Piacenza.
I guariti clinicamente in provincia sono 80 (-13 rispetto a ieri) mentre salgono a 2961 (+31 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 3041 mentre i pazienti con malattia in corso sono 492, di questi 119 sono ricoverati di cui 6 in terapia intensiva e 113 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria anche se la presenza di decessi non può essere sicuramente giudicata positivamente.

In questa fase di ripartenza sono ripresi anche i lavori per il completamento della strada dietro al campo da calcio San Germano. Questi lavori permetteranno di rendere pedonale il tratto di via IV Novembre compreso tra il Campo “Gianni Rubini” e il Campo “San Germano” consentendo un utilizzo in completa sicurezza delle due strutture sportive da parte degli utenti costituiti per la maggior parte da calciatori in giovane età.

Abbiamo appena pubblicato l’avviso pubblico per l’erogazione di Bonus Comunali alle famiglie per l’iscrizione ai centri estivi 3/14 anni. 80.000 € a disposizione delle famiglie.
Gli importi dei bonus li abbiamo già comunicati ieri sera ma li potete trovare anche nell’avviso.
Al seguente link potete trovare il modulo per fare la domanda di ammissione.
Copie cartacee della domanda di ammissione sono disponibili anche all’ingresso del Municipio o presso i gestori dei centri estivi.

E’ FONDAMENTALE che tutte le famiglie che hanno bambini che frequentano i centri estivi COMPILINO LA DOMANDA E LA FACCIANO PERVENIRE AL COMUNE.
Grazie per la collaborazione.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 09/06 ore 20,30
Situazione sanitaria: Non ci sono casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.232 (+1 su 337 tamponi refertati).
Un decesso registrato in provincia di Piacenza riferito però a un paziente positivo al COVID 19 deceduto a inizio maggio già ricoverato in hospice e ivi deceduto.
I guariti clinicamente in provincia sono 93 (-2 rispetto a ieri) mentre salgono a 2930 (+12 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 3023 mentre i pazienti con malattia in corso sono 505, di questi 123 sono ricoverati di cui 7 in terapia intensiva e 116 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Domani mattina apriamo le iscrizioni on-line per i centri estivi dei bambini 7-14 anni. A causa delle misure anticovid il numero dei partecipanti sarà limitato agli spazi disponibili. Per ora ci hanno comunicato la disponibilità ad aprire centri estivi sul nostro territorio 2 realtà:
Activa - Basket - Area 10
Polisportiva Podenzano
L’iscrizione on-line è necessaria oltre che per poter accedere ai bonus comunali, per effettuare una eventuale graduatoria che sarà stabilita in base ad una serie di parametri:
ordine di arrivo, requisiti indicati nella domanda di iscrizione e partecipazione al sondaggio effettuato dal comune.

Al seguente link ci sono le informazioni necessarie per l’iscrizione.

Stasera arrivo un po’ in ritardo perché abbiamo appena terminato la Giunta Comunale nella quale abbiamo approvato l’avviso pubblico per l’erogazione di Bonus Comunali alle famiglie per l’iscrizione ai centri estivi 3/14 anni.
In poche parole abbiamo messo a disposizione circa 80.000 € per abbattere l’aumento delle rette dovuto all’applicazione dei rigidi protocolli anticovid. I bonus previsti sono i seguenti:
50 €/settimana/bambino 7-14 anni iscritto a centri estivi accreditati
40 €/settimana/bambino 7-14 anni iscritto a centri estivi non accreditati
70 €/settimana/minori disabili certificati ex legge 104/92 iscritti a centri estivi
145 €/settimana/bambino 3-6 anni iscritto a centri estivi accreditati

Nei prossimi giorni, non appena saranno disponibili i protocolli anticovid per i bambini 0-3 anni, definiremo entità e criteri di accesso ai bonus comunali. Stiamo lavorando con il gestore del nido per predisporre un servizio adeguato alle esigenze delle famiglie.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 08/06 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non ci sono casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.231 (+3 su 302 tamponi refertati).
Nessun decesso registrato di persone risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza.
I guariti clinicamente in provincia sono 95 (+1 rispetto a ieri) mentre salgono a 2918 (+9 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 3013 mentre i pazienti con malattia in corso sono 515, di questi 135 sono ricoverati di cui 9 in terapia intensiva e 126 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Primo giorno di via libera ufficiale alla riapertura delle strutture per i centri estivi in Emilia-Romagna, e Podenzano ha risposto “presente”. Oggi primo giorno di centro estivo per i nostri bimbi da 3 a 6 anni organizzato in collaborazione con la cooperativa Eureka. Con noi anche il Vice-Presidente della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein che con la sua presenza ha voluto dare un segnale di vicinanza a un territorio drammaticamente colpito come il nostro da questo maledetto virus e ha voluto verificare di persona come possono essere applicate le rigide regole del protocollo regionale per garantire la sicurezza di bambini, ragazzi e personale.
La Vice-Presidente è stata colpita favorevolmente dalla nostra realtà: “Questa bella realtà conferma che, nonostante le molte criticità per l'avvio dei Centri estivi, abbiamo lavorato con determinazione e creatività nella stesura delle regole di sicurezza sanitaria da adottare. E’ stato emozionante vedere i sorrisi dei bambini che ricominciano a giocare, e vedere come prendano forma in concreto quelle attività in sicurezza che abbiamo immaginato con le migliori competenze della Regione e messo a disposizione del Governo- ha aggiunto Schlein-oggi a Podenzano abbiamo visto che è possibile, nonostante le difficoltà e con l’aiuto delle risorse che stanno arrivano da Regione e Stato, ridare un sorriso ai bambini e un po’ di serenità ai genitori alle prese con le ben note difficoltà di conciliazione tra lavoro e impegni famigliari”.
La Vice Presidente, oltre a dirci che presto potrebbero essere disponibili anche le linee guida per i centri estivi per i bambini 0-3 anni ci ha anche informato che, oltre ai 6 milioni di euro che la Regione ha già stanziato per aiutare le famiglie nel pagamento delle rette di frequenza, arriveranno alla Regione dal Ministero altri 10 milioni per sostenere gli enti gestori e i Comuni nelle spese aggiuntive dovute all’aumento del personale e ai costi di sanificazione degli ambienti.
Queste affermazioni del Vice-Presidente ci indicano che l’impegno che ci siamo presi come Amministrazione Comunale di non fare gravare sui bilanci famigliari i maggiori costi dovuti ai protocolli di sicurezza per il COVID oltre che essere nella direzione corretta, saranno sostenuti anche da questi fondi. In questo momento i Centri Estivi sono un servizio fondamentale per le famiglie e, consentendo ai genitori di lavorare, lo sono anche per far ripartire la nostra economia. Ci stiamo dunque avviando verso una ritrovata normalità, soprattutto grazie anche all’introduzione del patto di corresponsabilità che ha coinvolto tutti, istituzioni, famiglie e gestori.
Come ho sempre detto in questi ultimi 3 mesi e mezzo, questo virus lo possiamo superare solo insieme.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 07/06 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non ci sono casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.228 (+3 su 531 tamponi refertati).
Nessun decesso registrato di persone risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza.
I guariti clinicamente in provincia sono 94 (-7 rispetto a ieri) mentre salgono a 2909 (+12 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 3003 mentre i pazienti con malattia in corso sono 522, di questi 135 sono ricoverati di cui 10 in terapia intensiva e 125 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Navigando sui social, mi sono imbattuto su commenti poco edificanti nei confronti della nostra sanità. Come accade spesso in Italia siamo tutti dei professori. Capita nel calcio, nella politica, per l’ambiente, per il cibo, per il vino …. Per carità ci sta tutto! Nel calcio, non occorre una formazione particolare, spesso siamo anche condizionati dalla nostra fede calcistica o da qualche aneddoto che ci è stato raccontato da bambini. Succede così anche per il cibo ed il vino, dove i gusti giustamente sono personali. Non entro nel merito della politica e per ora tralascio l’ambiente sul quale ci sarebbe davvero tanto da dire, ma magari ci torno sopra un’altra sera.
Sono rimasto letteralmente esterrefatto dalla semplicità con cui diversi soggetti (per loro ammissione non appartenenti al mondo sanitario) hanno fatto affermazioni relativamente a questa o a quella cura contro il covid. Per non parlare delle motivazioni che venivano addotte da altri soggetti per giustificare la mancata introduzione di una cura o dell’altra. Insinuazioni davvero spregevoli, nei confronti di dirigenti sanitari o di politici (che almeno in questo penso e spero possano entrarci poco).
Non stiamo parlando ci calcio, o di tarallucci e vino ma di cure sanitarie. Mi domando, pensate davvero di conoscere meglio di chi ogni giorno lavora e lotta contro queste pandemie qual’è la cura più adeguata? Non pensate che se la cura che voi ritenete adeguata, una volta che sia stata testata e validata da una opportuna sperimentazione scientifica, se davvero efficace per salvare una vita umana, senza effetti collaterali pericolosi, non venga utilizzata? Forse vediamo troppe trasmissioni TV con tanti esperti che dicono tutto ed il contrario di tutto senza circostanziarlo correttamente per motivi di tempo.
E’ vero che in passato abbiamo assistito a diversi scandali speculativi nella nostra sanità, e temo che anche in futuro ne assisteremo ancora. Purtroppo in alcuni soggetti del genere umano prevale l’egoismo e l’avidità. Fortunatamente però sono sempre stati scoperti e garantiti alla giustizia. Invito quindi tutti ad una maggiore riflessione, e a lasciare il compito di decidere quali cure applicare ai malati di COVID e non, a chi è chiamato a farlo per professione. Sono sicuramente più preparati di noi al riguardo e conoscono meglio di noi l’anamnesi del paziente in cura. Fino ad ora hanno dimostrato di saper mettere in campo tutte le loro conoscenze scientifiche e di saper sfruttare tutte le opportunità che la scienza e la tecnologia gli hanno messo a disposizione.
Io ho fiducia nei nostri sanitari, ho fiducia nelle nostre forze dell’ordine, ho fiducia nei nostri magistrati, ho fiducia e credo ancora nello Stato e nelle istituzioni.
Se non fosse così non avrei mai pensato di mettermi in gioco per il mio paese.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 06/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.225 (+2 su 425 tamponi refertati).
Anche oggi purtroppo sono stati registrati 2 decessi di persone risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza i pazienti deceduti sono 976. Si tratta di 2 pazienti molto anziani, deceduti in maggio, che erano virologicamente guarite ma che in scheda ISTAT di decesso hanno riportato esiti di COVID 19.
I guariti clinicamente in provincia sono 101 (+3 rispetto a ieri) mentre salgono a 2897 (+12 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2998 mentre i pazienti con malattia in corso sono 524, di questi 139 sono ricoverati di cui 10 in terapia intensiva e 129 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Oggi, al lavoro per l’organizzazione dei centri estivi fasce d’età 7-14. Nella Giunta dell’Unione Valnure Valchero abbiamo deliberato all’unanimità di approvare, lo schema di “avviso pubblico per l'individuazione dei soggetti gestori di centri estivi che intendono aderire al “Progetto conciliazione vita-lavoro” della Regione Emilia-Romagna. I soggetti gestori che saranno accreditati permetteranno alle famiglie di poter richiedere i voucher per i centri estivi previsti dalla normativa Regionale.
Subito dopo abbiamo contattato alcuni potenziali gestori e con loro stiamo predisponendo la modulistica per le iscrizioni.
I Servizi Sociali ed il Servizio Pubblica Istruzione stanno cercando di implementare un sistema che permetta all’Amministrazione Comunale di intervenire nell’abbattimento delle rette settimanali, che a causa dei protocolli di sicurezza da adottare da parte dei gestori sono molto più alte dello scorso anno.
Obbiettivo dell’Amministrazione è non gravare con questi aumenti sulle famiglie.
Purtroppo, sempre a causa dei protocolli di sicurezza da adottare ci saranno anche limitazioni sui numeri dei ragazzi che potranno accedere e ci saranno meno elasticità di quelle che c’erano lo scorso anno.
In settimana saranno aperte le iscrizioni.
Siamo in contatto anche con il gestore per le fasce d’età 0-3 anni.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 05/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.223 (+2 su 405 tamponi refertati).
Anche oggi purtroppo sono stati registrati 2 decessi di persone risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza i pazienti deceduti sono 974. I guariti clinicamente in provincia sono 98 (-6 rispetto a ieri) mentre salgono a 2885 (+27 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2983 mentre i pazienti con malattia in corso sono 539, di questi 143 sono ricoverati di cui 11 in terapia intensiva e 132 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Oggi, ultimo giorno di scuola, alla presenza della Dirigente Scolastica Giorgia Antaldi e del Vice-Sindaco Paola Parmeggiani, in un clima “di distanziamento”, sono state conferite le borse di studio ad alcuni studenti che si sono particolarmente distinti durante la loro carriera scolastica. Per le scuole primarie alle 10,30 presso la palestra di San Polo è stata premiata Ilaria Segalini della scuola “G.Pascoli” e alle 12, presso il Parco urbano di via Di Vittorio, sono stati premiati Luca Eridano, Gabriele Camertoni, Beatrice Mastroianni e Bianca Maria Pizzasegola della scuola “G.Rodari”.
A seguire sempre presso il Parco Urbano, Nicolò Baldini, Gaia Dosi e Isabella Santagati della scuola secondaria di primo grado “G.Parini”. Premio speciale borsa di studio Crazy Sound, a Lorenzo Mario Scafuto. A causa delle regole del distanziamento imposte dall’attuale situazione sanitaria non è stato possibile organizzare la manifestazione come gli altri anni alla presenza di tutti gli studenti, ma era importante riconoscere l’impegno di questi ragazzi. Grazie alla Dirigente scolastica, al corpo docenti e alla Crazy Sound che hanno deciso di conferire comunque questi premi. Complimenti a voi ragazzi premiati per l’impegno ed i risultati che avete ottenuto nella vostra carriera scolastica. Queste borse di studio siano di stimolo per voi e per i vostri compagni nel prossimo camino scolastico. Bravi!

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 04/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.221 (+1 su 313 tamponi refertati).
Anche oggi purtroppo sono stati registrati 2 decessi di persone risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 104 (-75 rispetto a ieri) mentre salgono a 2858 (+94 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2962 mentre i pazienti con malattia in corso sono 560, di questi 146 sono ricoverati di cui 12 in terapia intensiva e 134 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Proseguono i lavori della nuova sala mensa della scuola di San Polo, oggi hanno iniziato a demolire la vecchia cabina SIP per poter procedere con gli scavi delle fondamenta.
Stasera, insieme ad Eureka abbiamo incontrato le famiglie che hanno fatto richiesta di poter accedere al centro estivo dei bambini 4-6 anni. Lunedì 8 giugno partiremo anche con questo servizio. Ripartiamo dai servizi alla persona ed in questo caso dai servizi per i bambini. Ripartiamo gradualmente perché lo vogliamo fare in sicurezza soprattutto quando si parla di bambini. A breve notizie sui centri estivi anche per le fasce di bambini più grandi e più piccoli.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 03/06 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.220 (+2 su 421 tamponi refertati).
Anche oggi purtroppo sono stati registrati 2 decessi di persone risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 179 (+6 rispetto a ieri) mentre salgono a 2764 (+1 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2943 mentre i pazienti con malattia in corso sono 580, di questi 151 sono ricoverati di cui 13 in terapia intensiva e 138 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Purtroppo, con la ripresa della vita in paese sono riprese anche le “attività” di qualche incivile. Abbiamo assistito al dramma, abbiamo assistito alla testimonianza della guarigione, abbiamo assistito alla gioia di qualche amico che ha ripreso la propria attività, abbiamo avuto la fortuna di conoscere 7 bravi ragazzi che hanno ridipinto il sottopasso di San Polo, ci saremmo volentieri risparmiati di assistere all’inciviltà di pochi imbecilli che si divertono a sporcare il paese. In queste sere c’è qualcuno che ha lasciato il centro sportivo in condizioni pietose, infischiandosene di tutto quello che le diverse associazioni fanno per rendere quel centro sempre più bello. Perché? Perché abbandonare tutto a terra? Io penso che solo un essere ignorante possa arrivare a tanto. A casa vostra lasciate così? Prenderemo gli opportuni provvedimenti per impedire che si verifichino ancora questi scempi, anche se in questo momento avrei preferito dedicare il mio tempo alla progettazione di cose più importanti per il nostro paese e per voi cittadini.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 02/06 ore 19,30

Situazione sanitaria: Non ci sono casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118.

Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.218 (+4 su 548 tamponi refertati).

Oggi purtroppo sono stati registrati 2 decessi di persone risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 173 (-30 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2763 (+56 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

I pazienti guariti quindi sono 2936 mentre i pazienti con malattia in corso sono 587, di questi 150 sono ricoverati di cui 13 in terapia intensiva e 137 non in terapia intensiva.

Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Oggi è la festa della Repubblica, possiamo chiamarla festa? Forse no, se per festa intendiamo un momento di festeggiamenti dove potersi divertire, ma se invece intendiamo un momento per ricordare tutte le persone che hanno contribuito a far nascere, a preservare e a far crescere il nostro paese allora è davvero la festa di tutti gli italiani.  A Piacenza alla lettura del messaggio del Presidente della Repubblica c’erano medici e sanitari coloro che nell’ultimo periodo hanno combattuto la battaglia più dura, mettendo a rischio la propria vita e i propri affetti. La guerra purtroppo non è vinta occorre ancora tanta attenzione, e soprattutto occorre unità di intenti da parte di tutti. Solo insieme potremo superare questo triste momento della nostra storia. Solo con l’impegno di tutti ce la possiamo fare.

Con la ripartenza e la riapertura delle attività, finalmente si vede un paese un che riprende a vivere, quindi in questa festa di tutti gli italiani vorrei ricordare anche tutte le attività produttive che hanno dovuto sospendere il loro lavoro. Non dimentichiamoci dei nostri commercianti, artigiani, esercizi pubblici, hanno sofferto tanto ed ora per riprendersi hanno bisogno del nostro aiuto. Come Amministrazione stiamo valutando alcune azioni concrete di sostegno e di sgravio dei costi.  L’aiuto più concreto che possiamo dare però è quello di farli lavorare tanto. Quindi mi raccomando sosteniamo Podenzano.

Vi lascio con un link dell’intervista del nostro amico Gabriele del Centro Socio-Riabilitativo di Podenzano. Queste testimonianze ripagano di tutti gli sforzi fatti. Grazie Gabriele e grazie agli operatori di Aurora Domus, avete costruito un gruppo bellissimo.

Grazia anche a Loretta originaria di Podenzano che ci ha fatto avere il video.

https://www.youtube.com/watch?v=6mvGcXB9m7k

 Buona visione e Buona serata
Il Sindaco


Aggiornamento del 01/06 ore 19,30

Situazione sanitaria: Non ci sono casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118.

Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.214 (+2 su 291 tamponi refertati).

Oggi purtroppo sono stati registrati 2 decessi di persone risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 203 (-7 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2707 (+24 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

I pazienti guariti quindi sono 2910 mentre i pazienti con malattia in corso sono 611, di questi 157 sono ricoverati di cui 15 in terapia intensiva e 142 non in terapia intensiva.

Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Sono in corso i lavori di manutenzione straordinaria di alcuni parchi giochi. Saranno posizionati nuovi giochi, ed in parecchie aree sarà posato tappeto anti-trauma per salvaguardare la sicurezza dei nostri bambini.

Oggi erano al lavoro nel parco tra via dei Valli, via Pirandello e via Verga, dove sono state posizionate 2 nuove porte da calcio e diversi giochi. Ricominciamo a vivere il nostro paese, ma facciamolo in sicurezza, facciamo in modo che questo maledetto virus non si riprenda la nostra libertà. “INSIEME SI PUO’ FARE” basta volerlo.

Sono appena state diramate dalla Regione Emilia-Romagna le indicazioni per stare sicuri ai tempi del COVID nel tempo libero, nella movida e nei luoghi di ritrovo delle città. Basta davvero poco, con un po’ di attenzione ci si può muovere davvero in sicurezza. Le indicazioni le potete trovare al link.

https://www.comune.podenzano.pc.it/upload/podenzano/documentiallegati/Indicazioniperstaresicuri_31_05_13660_1508.pdf

Buona lettura e Buona serata
Il Sindaco 


Aggiornamento del 31/05 ore 19,00

Situazione sanitaria: Non ci sono casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118. 

Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.212 (+10 su 763 tamponi refertati).

Oggi non sono stati registrati decessi di persone risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 210 (-3 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2683 (+28 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

I pazienti guariti quindi sono 2893 mentre i pazienti con malattia in corso sono 628, di questi 162 sono ricoverati di cui 15 in terapia intensiva e 147 non in terapia intensiva.

Continua positivamente l’evoluzione sanitaria. 

Da lunedì 8 giugno 2020, grazie all'accordo raggiunto tra il Comune e la Cooperativa Eureka, avrà inizio il centro estivo presso la Scuola dell'Infanzia di Podenzano.

Si tratta di un servizio rivolto ai bambini ed alle bambine di età compresa fra 4 anni (che abbiano frequentato il 1° anno di materna) ed i 6 anni, residenti nel Comune di Podenzano o anche non residenti purchè almeno uno dei genitori svolga la propria attività lavorativa nel territorio del Comune di Podenzano. 

Il centro sarà attivo dalle ore 8:00 alle ore 16:00. 
La tariffa, come lo scorso anno, è pari a € 65,00 € a bambino a settimana, pertanto è invariata rispetto allo scorso anno e ciò grazie al contributo del Comune che si impegna a coprire la differenza tra la tariffa effettiva (€ 210,00) e la quota chiesta alle famiglie (€ 65,00). L’aumento del costo è dovuto alle diverse modalità di erogazione del servizio, in particolare al maggior numero di operatori nel rispetto del rapporto 1 a 5 bambini ed alla necessità di sanificare gli ambienti più volte al giorno e di mettere a disposizione mascherine, gel disinfettanti, ecc. 

Costi che saranno comunque contenuti grazie ad una parte di materiale messo a disposizione gratuitamente dalla ditta TARGET di via Bodoni di Podenzano. Grazie!

Da lunedì 1 giugno sarà possibile consegnare presso l'ufficio protocollo del Comune il modulo di iscrizione allegato, compilato e sottoscritto. 

https://www.comune.podenzano.pc.it/upload/podenzano/documentiallegati/mod.iscrizionepode2020_13660_1506.pdf

Le iscrizioni rimarranno aperte dal 01 giugno al 05 giugno 2020. 

Per ragioni di spazio e di sicurezza potranno usufruire del servizio un massimo di 25 bambini ed ai fini della graduatoria finale farà fede la data e l'ora di protocollazione della domanda. 

La priorità sarà data a coloro che hanno manifestato il proprio interesse rispondendo al sondaggio pubblicato sul sito istituzionale. 

In allegato è presente anche il patto di corresponsabilità che i genitori dovranno consegnare direttamente al personale il primo giorno di accesso al centro estivo. 

https://www.comune.podenzano.pc.it/upload/podenzano/documentiallegati/Pattoresponsabilitreciproca_13660_1507.pdf

Un altro aiuto concreto alle famiglie.

Stiamo lavorando anche con diverse associazioni per far partire i centri estivi per i bambini più grandi.

In settimana dovremmo avere anche qualche notizia in più per gli asili nido.

Buona serata
Il Sindaco


Aggiornamento del 30/05 ore 19,00

Situazione sanitaria: non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118.

Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.202 (+2 su 480 tamponi refertati).

Oggi non sono stati registrati decessi di persone risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 213 (-16 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2655 (+90 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

I pazienti guariti quindi sono 2868 mentre i pazienti con malattia in corso sono 643, di questi 164 sono ricoverati di cui 15 in terapia intensiva e 149 non in terapia intensiva.

Continua positivamente l’evoluzione sanitaria. 

Da domani, per la gioia dei nostri bambini, saranno riaperti quasi tutti i parchi giochi, rimarranno chiusi quelli dove sono in corso lavori di manutenzione straordinaria. Questi saranno aperti appena terminati i lavori. Sarà obbligatorio mantenere le distanze di sicurezza, sono vietati gli assembramenti e per adulti e bambini con più di 3 anni nelle aree gioco sarà obbligatorio indossare la mascherina.

ttps://www.comune.podenzano.pc.it/upload/podenzano/documentiallegati/ORDINANZARIAPERTURAAREEGIOCO_BIS_13660_1504.pdf

Nel frattempo, stamattina sette grandi ragazzi hanno ridipinto tutto il sottopasso sulla strada San Polo -Turro.

Che dire?

Che siamo fortunati ad avere ancora ragazzi come questi, e che con questi ragazzi il futuro non ci deve spaventare. Hanno dimostrato di amare il loro piccolo paese “SAN POLO” e di tenere al suo decoro. Cari Angelo, Edoardo, Matteo, Andrea, Lorenzo, Beatrice, Sebastiano e Nicolas, avete fatto un ottimo lavoro!

Non era semplice e tecnicamente nemmeno facile e lo avete fatto da professionisti.

Arrivare oggi sul posto, sentire un sottofondo musicale (di quelli che piacciono a voi), vedervi con il rullo o il pennello in mano, scherzare tra voi, sereni e soddisfatti per il vostro lavoro, mi ha aperto il cuore. Dall’espressione dei vostri occhi, si capiva proprio che lo avete fatto per il piacere di farlo! Grazie per il bel lavoro che ci avete donato. Grazie per averci dato la possibilità di conoscervi meglio. Grazie per averci insegnato che a volte l’amicizia, la passione ed il cuore rendono possibili cose che sembravano impossibili.

Buona serata,
Il Sindaco


Aggiornamento del 29/05 ore 19,30
Stasera sono un po’ in anticipo. In attesa di essere tutti collegati per il Consiglio dell’Unione Valnure Valchero ho preparato il comunicato. Non vorrei fare troppo tardi come ieri sera. Situazione sanitaria: nessun caso positivo al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 118.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.200 (+0 su 567 tamponi refertati).
Oggi non sono stati registrati decessi di persone risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 229 (-18 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2565 (+59 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2794 mentre i pazienti con malattia in corso sono 715, di questi 156 sono ricoverati di cui 13 in terapia intensiva e 143 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria, NESSUN CASO POSITIVO E NESSUN DECESSO!!!!

Ci avviciniamo ad un week end lungo, con un possibile ponte in mezzo, non perdiamo la testa, non lasciamoci prendere dall’euforia. Stiamo andando bene, molto bene, raccogliamo i frutti dei sacrifici fatti.
Non dimentichiamoci dei sacrifici che abbiamo dovuto affrontare, usiamo la testa. Indossiamo mascherine e manteniamo le distanze senza dimenticarci di disinfettare spesso le mani.
Possiamo divertirci anche così, senza per forza andare oltre al consentito. Potremo così affrontare una estate più serena.

Noi continuiamo a lavorare per preparare la partenza dei centri estivi per i bambini da 3 a 12 anni, e non molliamo la presa sui servizi per la prima infanzia (0-3 anni), confidiamo che in questo week end si sblocchi qualcosa a livello centrale anche per loro. Le famiglie ne hanno bisogno e ne siamo consapevoli. Questi servizi, nel rispetto di tutte i protocolli di sicurezza devono ripartire nel più breve tempo possibile. Se saranno confermati, (come pare che sia da notizie di poche ore fa), i contributi del governo ai comuni delle 5 province più colpite faremo in modo di non fare gravare sulle famiglie gli aumenti di costo dovuti all’applicazione dei protocolli di sicurezza.

Buona serata


Aggiornamento del 28/05 ore 22,30
Situazione sanitaria: non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 118.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.200 (+6 su 640 tamponi refertati).
Oggi purtroppo abbiamo una persona deceduta che era risultata positiva al COVID 19 in provincia di Piacenza. I decessi salgono a 964. I guariti clinicamente in provincia sono 247 (-45 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2506 (+ 126 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2753 mentre i pazienti con malattia in corso sono 756, di questi 181 sono ricoverati di cui 16 in terapia intensiva e 165 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.
Chiedo scusa per il ritardo ma è terminato da poco il Consiglio Comunale.

Buona notte


Aggiornamento del 27/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: c’è un nuovo caso positivo al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 118.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi salgono 4.194 (+4 su 440 tamponi refertati).
Oggi purtroppo abbiamo una persona deceduta che era risultata positiva al COVID 19 in provincia di Piacenza. I decessi salgono a 963. I guariti clinicamente in provincia sono 292 (-18 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2380 (+22 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2672 mentre i pazienti con malattia in corso sono 833, di questi 193 sono ricoverati di cui 17 in terapia intensiva e 176 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria, anche se oggi abbiamo un nuovo caso nel nostro comune.
Questo conferma che non dobbiamo e non possiamo abbassare la guardia, il virus non è scomparso come può pensare qualcuno, il virus è ancora presente e può essere ancora pericoloso. Solo se tutti insieme adottiamo le giuste precauzioni ne possiamo uscire! Quindi no ad assembramenti, si a mascherine e distanza adeguata. Domani ci sarà ancora il mercato, la nostra piazza è grande, i banchi ben distanziati, i commercianti disponibili e preparati, collaboriamo con loro e cerchiamo di comportarci come ci viene richiesto dai cartelli che troverete all’accesso del mercato e dai commercianti stessi!

Domenica ero profondamente deluso per tutto ciò che era accaduto e per quanto avevo trovato al sottopasso di San Polo. Lunedì mattina presto, ho ricevuto una telefonata che mi ha cambiato la giornata. Mi hanno informato che a San Polo c’era un gruppo di ragazzi, che avendo visto il mio comunicato, ha espresso il desiderio di potermi parlare. Lunedì sera ci siamo subito incontrati, li ho informati di quello che era successo e di quello che secondo me rappresentava quell’ignobile gesto, li ho ascoltati, mi hanno parlato del loro disagio per questo episodio. Loro non c’entravano nulla, e che queste cose a San polo non erano mai successe e non avrebbero mai dovute succedere. Mi hanno comunicato la loro disponibilità ad aiutare l’amministrazione comunale a cancellare quelle nefandezze perché a loro piace vivere il loro paese, stare in compagnia e divertirsi. Ieri sera, Angelo, Beatrice, Edoardo, Matteo e Nicolas hanno provveduto a cancellare i simboli politici e sabato provvederanno a cancellare il resto e a ridipingere. Questo è un episodio che mi ricorderò tutta la vita. Una dimostrazione di quanto dietro ad ogni negatività ci può essere sempre un’opportunità per fare qualcosa di buono. Quindi dietro a 4 deficienti ci sono tante altre buone persone e bravi ragazzi. Per questo a volte vale la pena fare l’amministratore pubblico, perché puoi avere la fortuna di conoscere persone e ragazzi come questi. Grazie ragazzi, sono orgoglioso e fiero di avervi tra i miei concittadini. Siete un bell’esempio per la nostra comunità.

Buona serata


Aggiornamento del 26/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test RIMANGONO 4.190 (0 su 564 tamponi refertati). 1 solo positivo proveniente da fuori provincia.
Oggi non ci sono persone decedute che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 310 (-47 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2338 (+82 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2648 mentre i pazienti con malattia in corso sono 853, di questi 192 sono ricoverati di cui 18 in terapia intensiva e 174 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria, OGGI PRIMO GIORNO SENZA NUOVI CASI POSITIVI!

Non per questo però possiamo abbassare la guardia, è importante continuare a rimanere attenti e vigili.

Ieri è stata pubblicata la delibera Num. 526 del 18/05/2020 che approva il PROGRAMMA REGIONALE PER LA RIATTIVAZIONE NELLA FASE DUE DELL'EMERGENZA COVID-19 DELLE ATTIVITA' SOCIALI E SOCIOSANITARIE E DEI CENTRI DIURNI PER LE PERSONE CON DISABILITA'.
Oggi, prontamente sono iniziate le attività per gli ospiti del nostro Centro Socio-Riabilitativo Diurno. Sono inziate in un modo un po’ diverso da quello che avveniva in periodo pre-covid19, ma almeno sono iniziate. I miei amici sono contenti e io lo sono per loro. Sono stati quasi 3 mesi in cui non sono mancati i contatti in videochiamata ma oggi la cosa è cominciate in modo nuovo. Ul mio profilo Facebook vi lascio un piccolo contributo che mi hanno fatto avere le operatrici ed una lettera del caro amico Gabriele.
Questi sono i momenti che un amministratore vorrebbe sempre vivere, sono i momenti che ti danno la forza per continuare ad andare avanti e fare il meglio che puoi.
Grazie, siete fantastici!

Buona serata

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 25/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.190 (+4 su 526 tamponi refertati). 1 positivo proveniente da fuori provincia
Oggi non ci sono persone decedute che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 357 (-16 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2256 (+20 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2613 mentre i pazienti con malattia in corso sono 887, di questi 197 sono ricoverati di cui 21 in terapia intensiva e 176 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Sabato è stata adottata l’ordinanza del Presidente della Regione Emilia-Romagna Num. 87 che disciplina la ripresa dell’attività corsistica, dei centri sociali, dei circoli culturali e ricreativi, delle attività ricettive extralberghiere, dei parchi tematici e luna park.

In questi giorni con l’aiuto di Croce Rossa Podenzano abbiamo terminato la distribuzione dei buoni spesa alle famiglie bisognose.
Con i fondi messi a disposizione dal Governo abbiamo aiutato 150 famiglie a cui sono stati erogati 4.380 buoni da 10 euro per un valore di 48.300 euro che sono stati spesi in negozi del nostro comune.

Non ci siamo però limitati solo a questo. Come vi avevo comunicato qualche settimana fa, il Comune di Podenzano ha aperto un Conto corrente dedicato alla RACCOLTA FONDI da impiegare per dare aiuto alle famiglie di Podenzano in difficoltà a seguito dell'emergenza coronavirus. Mi hanno appena comunicato che il fondo ha raggiunto la ragguardevole cifra di 17.210 €. L’intera somma sarà impiegata per il pagamento delle utenze domestiche e di altre spese che verranno ritenute urgenti e inderogabili a favore delle famiglie che hanno fatto o ne faranno richiesta, dimostrando di aver risentito degli effetti della crisi per l'emergenza sanitaria in atto. Ci sono state donazioni di semplici cittadini, di associazioni, di aziende, di artigiani, commercianti, agricoltori e di professionisti. Grazie! Grazie di cuore a nome di tutti i cittadini di Podenzano.
La crisi economica non è finita ci sarà ancora tanto bisogno di aiuto. Chi volesse dare una mano può ancora farlo: le donazioni potranno essere effettuate sul Conto Corrente intestato al Comune di Podenzano:
IT 28 Q 0623 06541 00000 30869665

Podenzano è un paese che dimostra ancora una volta di essere VISSUTO da gente generosa, da persone che conoscono il significato della solidarietà, da uomini e donne con un cuore grande che sono sempre disponibili nel momento del bisogno.
Grazie!

Buona serata

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 24/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.186 (+1 su 507 tamponi refertati) 1 positivo proveniente da fuori provincia.
Oggi non ci sono persone decedute che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 373 (-11 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2236 (+29 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2609 mentre i pazienti con malattia in corso sono 886, di questi 203 sono ricoverati di cui 21 in terapia intensiva e 182 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria, anche se oggi abbiamo un nuovo paziente in più in terapia intensiva. La guerra non è finita! Non dobbiamo abbassare la guardia.
Ieri sera sembrava che fosse tutto finito, sono stato tempestato di segnalazioni, che prontamente ho girato alle forze dell’ordine. Giovani, che facevano feste private in giardino, con musica, balli e urla. Avranno avuto le mascherine e la distanza corretta? Dubito fortemente! Ma pensiamo veramente che sia tutto finito? Pensiamo veramente che non ci saranno più contagi e non ci saranno più morti? Me lo auguro, ma se continuiamo come ieri sera temo che presto ritorneremo in una brutta situazione.
Penso a tutti i sacrifici che abbiamo fatto, ai nostri morti e ai nostri malati. Ai genitori che ancora oggi non possono portare ai parchi giochi i loro piccoli perché rispettano le regole e poi ci ritroviamo con 4 deficienti che pensano di avere in mano il mondo perché hanno compiuto 18 anni! Avrete anche raggiunto la maggiore età ma siete rimasti dei bambini egoisti.
Tanti esercenti stanno facendo fatica a riprendere la loro attività cercando di rispettare tutti i protocolli che sono stati emanati, sacrificando posti e guadagno per la sicurezza dei loro clienti. Poi ce ne sono altri senza scrupoli che non pensano altro che all’aspetto economico nell’immediato.
Mi assale una rabbia pazzesca! Stringo i pugni, li batto sul tavolo, chiedo alle forze dell’ordine maggiori controlli, ma più di tanto non possono e non riescono a fare. Ma perché dobbiamo sempre essere messi nelle condizioni di non potere esercitare la nostra libertà perché non appena ce lo permettono, c’è qualcuno di noi che ne abusa a discapito di tutti.
Stamattina mi sono svegliato e ho ricevuto una telefonata che mi invitava a fare un salto al sottopasso della strada Turro-San Polo, perché qualcuno si era divertito ad “affrescarlo” anche con simboli politici e insulti alle forze dell’ordine.
Ho avuto la conferma che l’ignoranza umana non ha limiti.
Provvederemo a fare denuncia contro ignoti e a ripristinare l’area quanto prima. Non commento perché potrei cadere nella tentazione di andare sul pesante, lascio a voi ogni commento.
Sono profondamente deluso.
Buona serata

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 23/05 ore 20,00
Situazione sanitaria: Sono appena arrivati i dati relativi ai comuni. Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.185 (+2 su 418 tamponi refertati).
Oggi ci sono 2 persone decedute che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 384 (-6 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2207 (+19 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2591 mentre i pazienti con malattia in corso sono 902, di questi 202 sono ricoverati di cui 20 in terapia intensiva e 182 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria, ma per questo non dobbiamo e non possiamo abbassare la guardia.
Oggi si percepiva troppa disinvoltura, troppe persone senza mascherine anche molto vicine. Ho chiesto alle forze dell’ordine ancora maggiori controlli, anche se penso che non dovrebbe essere necessario. Dovrebbe essere il nostro buon senso, la nostra buona volontà, la nostra intelligenza “umana” a farci capire che bastano poche e semplici regole per preservare la nostra salute e quella dei nostri cari.
Non posso pensare, perché non sarebbe nemmeno possibile, di vivere in un paese super-controllato dalle forze dell’ordine. Siamo in un paese civile, evoluto ed istruito, ritengo che tutti noi abbiamo la minima intelligenza per capire e comportarci di conseguenza. Forse qualcuno è un po’ troppo egoista? Menefreghista? Superficiale? Spavaldo?
Non penso sia il caso, troppe persone hanno perso la vita, troppi hanno rischiato di perderla, molti stanno ancora lottando, e noi? Per una birra con gli amici pensiamo di poter dimenticare tutto?
Non penso sia giusto. Penso che sia molto pericoloso per tutti.
Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 22/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.183 (+6 su 875 tamponi refertati).
Oggi ci sono 2 persone decedute che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 390 (-3 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2188 (+66 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2578 mentre i pazienti con malattia in corso sono 915, di questi 207 sono ricoverati di cui 20 in terapia intensiva e 187 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Stasera ho ricevuto una videochiamata inaspettata. Ero in auto con vivavoce il telefono squilla in modo strano, non ha la mia solita suoneria dei Guns N’ Roses, è la suoneria di una video chiamata. Rispondo, mi appare il volto del mio amico Roberto, quello del “team pagoda”. “Ciao Sindaco”, rispondo “Ciao Roberto, ho saputo che stai un po’ meglio ed è un’emozione rivederti! Ti vedo bene.” Roberto mi risponde “Sì, sto molto meglio! Volevo ringraziarti perché hai fatto tanto per me”. “No, Roberto, hai fatto tutto tu.” La linea è disturbata. Riusciamo comunque a scambiarci due parole, qualche sorriso e tanta emozione. Facciamo fatica a capirci, ci salutiamo con la promessa di richiamarci non appena la linea lo permetterà. Appena arrivato a casa ho riprovato, ma non sono riuscito a ricontattarlo. Ci sentiremo domani, ma l’importante è che lui stia bene. Dopo diverse settimane di terapia intensiva e diversi giorni di riabilitazione sta meglio. E’ ancora in clinica ma sta meglio. Con la sua forza, con il suo impegno, con il suo coraggio e con l’aiuto di medici e infermieri eccezionali ha vinto. Grande Roberto!
Ho voluto condividere con voi questa bella emozione che mi ha regalato un nostro concittadino che ha combattuto e vinto il virus.
Un altro “segno” importante della ripresa.

Ieri è stata pubblicata l’ordinanza del Presidente della Regione Emilia-Romagna n. 84 del 21/05/2020 che oltre alle attività degli stabilimenti balneari, apre a decorrere dal 23 maggio 2020 alla ripresa dell’attività sportiva di base e per l’attività motoria nel rispetto del “Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 in relazione allo svolgimento in sicurezza
palestre e palestre che promuovono salute in Emilia-Romagna” e del “Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 in relazione allo svolgimento in sicurezza piscine in Emilia-Romagna”.

Altro episodio di generosità verso il centro di quarantena di San Polo. Una pizzeria di Podenzano ha donato le pizze per tutti gli ospiti. Ancora una volta, nonostante le difficoltà che i nostri esercenti stanno incontrando a causa di questo maledetto virus, hanno risposto presenti alla fiera della solidarietà. Grazie Nicolò, Ninfa e Loredana e grazie a Croce Rossa di Podenzano che ha effettuato la consegna.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 21/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.177 (+2 su 434 tamponi refertati).
Oggi ci sono 2 persone decedute che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 393 (+8 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2122 (+28 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2515 mentre i pazienti con malattia in corso sono 974, di questi 216 sono ricoverati di cui 22 in terapia intensiva e 194 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Oggi ha riaperto il mercato settimanale nella sua forma completa, l’affluenza è stata regolare, senza assembramenti. Grazie al lavoro dei dipendenti comunali, della Polizia locale, degli ambulanti e soprattutto al buon senso dei cittadini il mercato si è svolto in sicurezza, nella consapevolezza che è necessario proteggersi e mantenere le distanze sociali. Consapevolezza che purtroppo qualcuno non ha ancora raggiunto. Nella serata di ieri sera mi sono stati segnalati assembramenti di persone senza mascherina nei pressi di un esercizio pubblico. Ho prontamente avvisato le forze dell’ordine che sono intervenute sul posto. Mi rivolgo questa volta in particolare ai giovani: capisco che dopo 2 mesi e mezzo di “reclusione” c’è tanta voglia di incontrarsi, di parlare, di raccontare, di scherzare, di ridere e di divertirsi. Tutto più che comprensibile, ma non costa nulla farlo con le mascherine indossate, e alla giusta distanza. Non mettete in difficoltà i gestori degli esercizi pubblici e le forze dell’ordine che dovrebbero impegnare il loro tempo in altro modo.
Oggi tra la videoconferenza della Conferenza Territoriale Socio-Sanitaria, quella del Comitato di Distretto di Levante, e fra pochi minuti Giunta Comunale, sono riuscito a fare un sopraluogo presso la variante alla SP6 di Carpaneto dove erano in corso le operazioni di collaudo del ponte sul Nure. Impressionate vedere come 14 bestioni carichi uno vicino all’altro hanno messo alla prova la struttura: 630 tonnellate in un colpo solo e la struttura ha dimostrato di essere idonea!
Altro tassello importante per questa opera tanto attesa, (a questo punto non ancora per molto) grazie all’impegno profuso da persone che prima di tutto amano il loro lavoro e per questo lo fanno con tanta passione. Ringrazio ancora una volta l’Ing. Dambra di Autovia Padana, il Geom. Guecia di Itinera, l’Ing. Rossi e tutto il personale che in questi mesi ha lavorato alacremente a questa opera.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 20/05 ore 18,30.
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.175 (+11 su 534 tamponi refertati).
Oggi c’è una persona deceduta che era risultata positiva al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 385 (-12 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2094 (+53 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2479 mentre i pazienti con malattia in corso sono 1011, di questi 226 sono ricoverati di cui 22 in terapia intensiva e 204 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Domani riapre il mercato settimanale nella sua forma completa con tutte le tipologie merceologiche. Un altro tentativo di tornare a vivere il nostro amato paese. Per garantire la sicurezza però sarà necessario rispettare alcune misure di distanziamento e di accesso al mercato.

Sono state individuate due entrate/uscite una in via Montegrappa e una dal parcheggio su angolo via IV Novembre e via Dalla Chiesa. Il mercato sarà percorribile solo in senso orario e non sarà possibile passare attraverso i banchi per accorciare il percorso. Tutto questo per evitare incroci ed ingorghi di persone. Sono vietati gli assembramenti.
File composte davanti ai banchi, ricordo che è obbligatorio mantenere il distanziamento interpersonale di almeno 1 m. Non abbracciamoci e non stringiamoci la mano. Raccomando di usare tutte le cautele necessarie e l’igiene respiratoria, starnuto e tosse solo nel fazzoletto, o nella parte interna del gomito, non nelle mani. Usiamo sempre le mascherine all’interno del mercato, anche se è obbligatorio indossarle quando non possiamo rispettare il metro di distanza. Non sempre è possibile prevedere qeullo che fa la persona che abbiamo vicino, quindi se abbiamo la mascherina siamo più coperti.
Disinfettiamoci spesso le mani. E …. terminata la spesa… lasciamo l’area mercatale per dare spazio ad altri utenti.
La riuscita di questa ripartenza dipende da noi, dal nostro buon senso e da quanto saremo bravi a mantenere quei pochi e semplici gesti che abbiamo imparato nelle scorse settimane.

Grazie per la collaborazione

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 19/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.164 (+3 su 502 tamponi refertati).
Oggi non ci sono persone decedute che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 397 (rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 2041 (+91 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2438 mentre i pazienti con malattia in corso sono 1042, di questi 234 sono ricoverati di cui 23 in terapia intensiva e 211 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

I numeri (anche se non si tratta solo di numeri ma di persone) continuano ad essere incoraggianti, siamo tutti euforici e felici perché possiamo finalmente circolare, perché possiamo incontrare gli amici e le persone care, perché abbiamo ripreso a lavorare.
Ma c’è una cosa che mi preoccupa tanto, che mi fa pensare, che non i lascia dormire: siamo solo al secondo giorno di apertura e già ho sentori di rilassatezza, di persone che si sono dimenticate dove siamo stati per 2 mesi. Non possiamo sbagliare questa ripartenza, è troppo importante, per tutti noi ed in particolare per tutte le attività appena riprese. Pensate a cosa significherebbe per loro dover richiudere i locali o i negozi. Dover stare fermi ancora per altro tempo. Pensate allo sforo sovraumano che hanno dovuto affrontare medici, infermieri e personale sanitario. Pensate a tutte le persone che ci hanno lasciato a causa di questo maledetto virus. CI vuole rispetto per la salute, per il lavoro e la dignità degli altri.
Le forze dell’ordine in questi giorni faranno controlli mirati per verificare che siano rispettate tutte le misure di distanziamento. Dimostriamo di aver imparato la lezione!
Grazie per la collaborazione

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 18/05 ore 20,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.161 (+11 su 598 tamponi refertati).
Oggi ci sono 4 persone decedute che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza, due di queste però si riferiscono a decessi avvenuti la settimana scorsa in altre Aziende Sanitarie e comunicate solo oggi. I guariti clinicamente in provincia sono 454 (come ieri) mentre salgono a 1950 (+3 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2404 mentre i pazienti con malattia in corso sono 1073, di questi 239 sono ricoverati di cui 24 in terapia intensiva e 215 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Chiedo scusa per il ritardo ma è appena terminata la videoconferenza con il Presidente Bonaccini, l’Assessore Colla e il Sottosegretario Baruffi che sono venuti in Provincia di Piacenza per parlare con i Sindaci del Patto per il rilancio della Provincia di Piacenza.
Gli investimenti pubblici possono rappresentare una forma di sostegno per il passaggio dalla fase 2 alla fase 3 (quella della ripresa economica). Piacenza ha presentato progetti per 236 milioni di euro di cui circa 60 milioni immediatamente cantierabili. Il Presidente è rimasto colpito dalla prontezza di richieste pervenute da Piacenza che sono molto oltre alle disponibilità della Regione Emilia-Romagna, ma ha rassicurato che insieme ai sindaci troverà i criteri per stabilire le priorità. Il sottosegretario Baruffi ha sottolineato che la Giunta della Regione Emilia-Romagna vuole investire attraverso gli enti locali (comuni e province), con modalità e procedure rapide e semplificate. Alle Province di Piacenza e Rimini saranno destinate risorse superiori. E’ intenzione della Giunta Regionale reperire una parte delle risorse finanziarie nell’assestamento di bilancio regionale di luglio.
Bonaccini ha detto che dovremo collocare gli investimenti di questa ricognizione nei prossimi 5 anni di programmazione regionale e ha ricordato che per i prossimi 3 anni ci sono già investimenti previsti per 400 milioni di euro nella provincia di Piacenza che hanno già un “nome e cognome”. Ci ha anche invitato però a ragionare sui fondi europei che saranno disponibili sul GREEN NEW DEAL” per finanziare modelli di sviluppo sostenibile.
La Regione sarà disponibile per gli investimenti che creano economia e non per finanziamenti a pioggia sotto forma di assistenzialismo.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 17/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.150 (+5 su 276 tamponi refertati).
Oggi non ci sono persone decedute che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 454 (-16 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1947 (+46 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2401 mentre i pazienti con malattia in corso sono ancora 1069, di questi 243 sono ricoverati di cui 24 in terapia intensiva e 216 non in terapia intensiva.
Continua positivamente l’evoluzione sanitaria.

Oggi Il Presidente della Regione Emilia-Romagna ha emanato il Decreto n. 82 che conferma quanto già anticipato ieri con i protocolli di sicurezza. In altre parole:
Visite ai congiunti fuori regione, apertura palestre e dei centri estivi per minori.

Ecco le riaperture previste

Da domani lunedì 18 maggio: negozi, mercati, bar, ristoranti, parrucchieri, centri estetici, tatuatori, alberghi, strutture ricettive all’aria aperta, solo per citarne alcune. E nel rispetto delle linee guida nazionali, apriranno anche musei, biblioteche, archivi, complessi archeologici e monumentali.

Da lunedì 25 maggio: gli stabilimenti balneari, palestre, piscine, centri sportivi (anche per allenamenti di squadra); attività corsistiche (dalle lingue straniere alla musica); centri sociali e circoli ricreativi; parchi tematici, di divertimento e luna park (per tutte queste attività servirà prima l’adozione di uno specifico protocollo regionale per ognuna).

Dall’8 giugno, sempre previa adozione di uno specifico protocollo regionale, potranno ripartire i centri estivi e per i minori di età superiore a tre anni.

Da domani, inoltre, cessano tutte le limitazioni alla circolazione dentro il territorio regionale, consentiti gli spostamenti delle persone fisiche anche oltre i confini regionali tra territori comunali o provinciali limitrofi per la visita ai congiunti (previa comunicazione congiunta da parte dei Presidenti delle Regioni, dei Presidenti delle Province o dei Sindaci dei Comuni tra loro confinanti ai Prefetti competenti).

Confermato l'obbligo della mascherina, così come quello di rispettare il distanziamento sociale.
Insieme ne usciremo.
Forza Emilia-Romagna.

Anche il Governo pochi minuti fa ha pubblicato il DPCM ed i relativi allegati.

Grazie alla grande disponibilità della Responsabile del Servizio Affari Generali tutto il materiale è già pubblicato sul sito del Comune. GRAZIE!

Tanto materiale da leggere, interpretare ed applicare.
Attività produttive, ristorazione, campeggi, bar, commercio, cura delle persone, funzioni religiose …
Una novità importante è data dalla possibilità dal mese di giugno di organizzare centri estivi e dal 18 maggio di utilizzare i parchi giochi. Per i centri estivi stiamo già lavorando da diversi giorni e faremo in modo di essere pronti. Per i parchi giochi sarà necessario adottare provvedimenti che regolino l’accesso e la sicurezza. Vi chiedo ancora qualche giorno di pazienza, perché sarà necessario capire come organizzare il tutto e reperire le risorse umane necessarie.

Domani riprendono veramente tante attività, la buona riuscita della riapertura dipende da tutti noi. Chiedo a tutti tanta responsabilità, cautela, prudenza e nel dubbio applichiamo sempre il buon senso: distanziamento, dispositivi di protezione, igiene e rispetto di chi abbiamo vicino.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 16/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.145 (+5 su 312 tamponi refertati).
Oggi purtroppo sono 2 le persone decedute che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 470 (-6 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1901 (+30 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
I pazienti guariti quindi sono 2371 mentre i pazienti con malattia in corso sono ancora 1094, di questi 243 sono ricoverati di cui 24 in terapia intensiva e 219 non in terapia intensiva.

Oggi sono stati pubblicati i protocolli di sicurezza per le diverse categorie di attività produttive che potete trovare al seguente link.

Sono tutte misure necessarie per evitare nuovi contagi. Da lunedì godremo tutti di maggiore libertà, ma è fondamentale ricordarsi sempre, che libertà vuol dire anche RESPONSABILITA’!
Pensare di aver superato la pandemia sarebbe un errore madornale. Pensare che con dei semplici protocolli applicati da chi ci serve il caffè o da chi ci taglia i capelli o da chi ci fa provare un paio di scarpe siamo al sicuro è un altro errore grossolano. Sicuramente sono importanti ed è altrettanto importante che tutti li applichino, ma è altrettanto importante che ognuno di noi li osservi e si impegni a garantire la sicurezza dell’altro.
Come fare? Abbastanza semplice, con tanta RESPONSABILITA’ manteniamo le distanze ed impediamo al virus di propagarsi. Facciamo in modo di pensare di essere infetti. Non vogliamo contagiare le persone che ci sono vicine vero? Quindi comportiamoci come prima della fase 2, con la sola differenza che possiamo muoverci, frequentarci, andare al bar, al ristorante, dal parrucchiere, prestando attenzione a non trovarci “scoperti” da mascherina e disinfettante. Se abbiamo qualche linea di febbre, se non stiamo bene, stiamo a casa e rimandiamo ogni nostro appuntamento, chi ci dovrebbe incontrare capirà sicuramente che è meglio anche per lui.
Non dobbiamo credere che ci deve pensare qualcun altro alla nostra salute, ci dobbiamo pensare noi prima di tutto.

Anche in Comune a Podenzano riprenderanno tutte le attività di tutti i servizi con presenza del personale. Per ragioni di sicurezza però si potrà accedere agli sportelli solo per appuntamento in modo da contingentare gli accessi. Proprio oggi ho emanato un’ordinanza che sarà operativa da lunedì.
La stessa cosa varrà per i servizi delegati all’Unione Valnure Valchero, per i quali c’è un Decreto del Presidente.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 15/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.140 (+7 su 492 tamponi refertati).
Una persona deceduta risultata positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 476 (-22 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1871 (+55 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Sono giorni cruciali per le attività produttive che dovrebbero essere in procinto di aprire la prossima settimana. Tutti scalpitano e vorrebbero informazioni certe per poter ripartire in sicurezza. Molti chiedono a noi Sindaci conferme sulle linee guida per la sicurezza da adottare. Noi cerchiamo di rispondere ma non vogliamo creare ulteriore confusione, non vogliamo fare ulteriori danni divulgando documenti che non sono ancora stati approvati e pubblicati. Le attività che sono chiuse da più di 2 mesi hanno tutte le ragioni del mondo, devono poter riprendere quanto prima altrimenti rischiano la chiusura definitiva.
In queste ore ci sono incontri febbrili tra le diverse istituzioni del paese che hanno competenze in merito: Governo, Regioni, Organizzazioni Sindacali, Associazioni di categoria. Con questa ripartenza ci giochiamo davvero tanto del nostro futuro, quindi è normale che ci siano visioni di pensiero differenti e che ci sia un forte dibattito fra chi la pensa in modo diverso. Spero che si raggiunga presto un accordo e che ci siano linee guida univoche a livello nazionale, se così non fosse sarebbe ancora una volta un’occasione persa per dimostrare l’unità di intenti del nostro paese. Ad ogni modo noi ci adegueremo a quelle che saranno le direttive che ci verranno fornite per il nostro territorio, e ripartiremo in sicurezza, consapevoli che tutti insieme: esercenti, clienti, istituzioni e utenti dovremo fare tutto quello che è nelle nostre possibilità per evitare la ripresa dei contagi.
Oggi, ho avuto l’ennesima conferma della grande tensione che stanno vivendo le nostre attività produttive, meritano tutta la nostra comprensione, la nostra fiducia, il nostro affetto e anche il nostro appoggio concreto. E’ il momento in cui possiamo fare qualcosa per il nostro paese: viviamo Podenzano, acquistiamo a Podenzano, sosteniamo le nostre attività perché sono la vita del nostro paese.

Vi lascio con l’intervista che i nostri ragazzi delle seconde e terze medie della scuola Parini hanno rivolto a Margherita Asta attivista di Libera Associazione contro le Mafie che ha perso i genitori in un attentato mafioso a Trapani. Il progetto che ha coinvolto 160 ragazzi si è svolto tra dicembre e gennaio e doveva concludersi con un incontro con la stessa attivista. Nonostante, l’incontro non sia stato possibile a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza COVID-19, i ragazzi con l’aiuto della referente locale Libera Associazione contro le Mafie, Antonella Liotti, delle insegnanti e delle bibliotecarie, hanno proseguito via web il progetto e hanno realizzato questo bellissimo video da non perdere. Lo trovate sulla pagina Facebook della Biblioteca Comunale. Vi invito a vederlo e a condividerlo perché è veramente interessante.

Grazie ragazzi, e grazie anche a chi vi ha aiutato in questa bella esperienza.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 14/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.133 (+13 su 820 tamponi refertati).
Una persona deceduta risultata positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 502 (-70 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1816 (+84 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
La persona deceduta è riferita ad un decesso avvenuto il 12 aprile in una altra Azienda Sanitaria e ci è stato comunicato solo oggi, questo significa che oggi è il primo giorno senza decessi di persone positive al covid-19 nella nostra provincia. Una notizia positiva anche alla luce del continuo calo dei contagi.

In attesa che vengano emanate linee guida regionali a proposito, stiamo lavorando per proporre un servizio di centro estivo per le famiglie. Per poter calibrare meglio questo servizio abbiamo bisogno di conoscere quante famiglie potrebbero essere interessate al servizio. Per questo abbiamo pubblicato sul sito del comune un questionario da compilare on-line. Invito le famiglie interessate a compilarlo il prima possibile. La compilazione non è vincolante alla partecipazione al servizio.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 13/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.120 (+5 su 235 tamponi refertati perché ci sono stati problemi informatici nell’estrazione dei referti).
Una persona deceduta risultata positive al COVID 19 in provincia di Piacenza. I guariti clinicamente in provincia sono 572 (-42 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1732 (+65 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi. Prosegue la fase calante dell’epidemia. I numeri sono ancora una volta incoraggianti e ci indicano che la scelta di anticipare le riaperture di altre attività produttive può essere supportata da dati clinici confortanti, anche se non dobbiamo abbassare la guardia.
Stasera sono circolate alcune ipotesi di protocolli per alcune categorie di cui in questi giorni si parla tanto per essere prossime all’apertura (18 maggio). Non le ho condivise perché sono ancora ipotesi e ci hanno assicurato che domani dovrebbero esserci quelle definitive quindi totalmente inutile anticipare di un solo giorno un documento non ufficiale.

Alcune informazioni:
In questi giorni sono in corso lavori di manutenzione dei parchi e delle strade comunali. Sulla manutenzione dei parchi, abbiamo ripreso gli sfalci (durante l’emergenza COVID non ci siamo mai fermati), ma purtroppo nei giorni scorsi abbiamo avuto un problema meccanico importante con il nostro rasaerba che ci ha imposto un blocco di 10 giorni per la riparazione.
Nei prossimi giorni inizieranno i lavori di manutenzione dei parchi giochi.
Sono in corso lavori di posa della segnaletica orizzontale in diverse strade comunali sia nel capoluogo che nelle frazioni che dovrebbero terminare, tempo permettendo, entro questa settimana. Come richiesto da alcuni abitanti della zona sono state posizionate nuove strisce pedonali in via Piatti, più o meno all’altezza dell’imbocco di via Tamborlani.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 12/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.115 (+11 su 476 tamponi refertati ).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 4. I guariti clinicamente in provincia sono 614 (-73 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1667 (+96 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi. Prosegue la fase calante dell’epidemia.

Oggi abbiamo messo in evidenza sul sito del comune l’ordinanza N. 19 del 15/05/2019 tutt’ora in vigore.
In allegato all'ordinanza con i documenti da predisporre in caso di trattamenti adulticidi su aree private.
Mi raccomando, per la salvaguardia della salute pubblica, è necessario lo scrupoloso rispetto di quanto disposto nell'ordinanza 19/2019 la cui violazione prevede l'applicazione di sanzioni amministrative.

Perché parlare di zanzare nel comunicato sul Coronavirus? Perché in molti si domandano se questi insetti siano in grado di diffondere la malattia Covid-19. Come spiega in un’intervista il Dr. Alessandro Chiatante Responsabile Settore Controllo Infestanti della Sanità Animale di Piacenza non è così.

Questo però non significa che dobbiamo sottovalutare la profilassi per le zanzare che trasmettono tanti altri virus pericolosi per l’uomo. Dopo le piogge di questi giorni sarà necessario intervenire.
Anche in questo caso però, c’è bisogno dell’impegno di tutti noi. Il Comune interviene come e dove può sulle aree pubbliche con trattamenti larvicidi, sulle aree private siamo noi cittadini che dobbiamo intervenire. Se non facciamo la nostra parte tutti gli sforzi del comune sono vani.
In che modo? Intervenendo per tempo dove ci possono essere accumuli di acqua. Come sempre, ricordo che è molto meglio intervenire sulle larve rispetto agli adulti, perché in questo caso il trattamento è più efficace e meno pericoloso per l’uomo, gli animali e l’ambiente che ci circonda, inoltre è anche molto più economico.
L’Amministrazione Comunale ha acquistato e acquisterà un certo numero di confezioni di prodotti larvicidi da distribuire alla popolazione gratuitamente per incentivarne l’utilizzo. Le farmacie del nostro comune in accordo con Federfarma distribuiranno i prodotti larvicidi ad un prezzo calmierato di 4,50 €/confezione.

I prodotti in commercio sono:

AQUATAIN è un film siliconico che forma un velo sulla superfice dell’acqua, le larve di zanzara muoiono per soffocamento.
E’ molto efficace nelle piccole raccolte d’acqua ferme e stagnanti in ambito domestico (sottovasi, pozzetti, tombini domestici, grondaie, canali di scolo, serbatoi d’acqua, recipienti di acqua, pneumatici, ecc.).
Affinché il prodotto sia efficace è fondamentale che la superfice dell’acqua contenuta nel tombino sia omogenea: la presenza di acqua molto sporca, di foglie, o di altri corpi estranei sulla superficie ne limita molto l’efficacia.
L’ideale è procedere ad una radicale pulizia dei tombini a inizio stagione, prima del primo trattamento, ripetendola se necessario durante il periodo estivo.
Il trattamento larvicida deve essere effettuato regolarmente da metà aprile a metà ottobre, applicando il prodotto almeno ogni 4 settimane o dopo piogge abbondanti.
DOSI: 4 capsule ogni m2 di superfice di acqua stagnante, pari a circa 2 capsule per tombino.

PROXILAR è un insetticida-larvicida in compresse effervescenti a rapido rilascio a base di Pyriproxyfen. Prodotto per lo specifico controllo delle larve di zanzara.
DOSI: 1 compressa per ogni tombino o caditoia. Per altri tipi di ristagno: 1 compressa ogni 40 litri di acqua.
Per il corretto rilascio del principio attivo è necessario che la compressa venga a contatto con
l’acqua stagnante presente nel focolaio.
Dopo 24 ore dal rilascio la maggior parte delle larve di zanzara subisce una contaminazione
irreversibile che ne impedirà la completa trasformazione in zanzara adulta alata. Per un controllo continuativo della popolazione di zanzare si consiglia l’applicazione di una compressa ogni 3-4 settimane.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 11/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 117.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.104 (+13 su 550 tamponi refertati con un’incidenza di poco superiore del 2%).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 7. I guariti clinicamente in provincia sono 687 (-11 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1571 (+17 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi. Prosegue la fase calante dell’epidemia, anche se è ancora troppo presto per capire gli effetti dell’apertura del 4 maggio.

Domani, con i primi 500 test sierologici, parte la campagna di screening su circa 60.000 persone di cui 30.000 saranno effettuati sui famigliari di persone risultate positive al tampone. Sarà la AUSL di Piacenza a convocare le persone che saranno interessate da questo screening. Altri 40.000 test potrebbero interessare le attività produttive.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 10/05 ore 18,30
Situazione sanitaria: Un nuovo caso positivo al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 117. I positivi rispetto al numero di abitanti sono leggermente al di sotto della media provinciale.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.091 (+12 su 632 tamponi refertati con un’incidenza di poco meno del 2%).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 5. I guariti clinicamente in provincia sono 698 (-33 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1554 (+61 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi. Proseguono i prelievi di tamponi con una media di circa 600 tamponi refertati ogni giorno. Dall’inizio dell’epidemia ad oggi sono stati refertati 30.349 tamponi e di questi 4.359 hanno dato esito positivo, con un’incidenza media di poco più del 14%.

In questi giorni due Bar del nostro comune hanno fatto giungere attraverso i volontari di CRI di Podenzano gelati e brioches agli ospiti del Centro Quarantena di San Polo. Un gesto apparentemente semplice, ma pieno di significato. Nonostante la crisi, nonostante siano dovuti rimanere chiusi, nonostante il danno economico causato da questa pandemia per loro sia stato notevole, non si sono dimenticati di chi ha sofferto e di chi è in difficoltà per problemi di salute. Mi hanno chiamato e uno dopo l’altro hanno compiuto un bellissimo gesto di solidarietà, ancora più apprezzato perché fatto da chi sta stringendo i denti per cercare di continuare. Grazie Alain! Grazie Mattia! E ancora una volta grazie a CRI di Podenzano.
Nei prossimi giorni cercheremo di fare avere agli ospiti anche un po’ di libri per aiutarli a trascorrere il tempo grazie ad una libreria della nostra provincia, vi terrò informati.
Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 09/05 ore 19,00
Situazione sanitaria: Un nuovo casi positivo al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 116.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.049 (+10 su 447 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 5. I guariti clinicamente in provincia sono 731 (-40 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1493 (+73 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Anche oggi, i dati sono incoraggianti, il commissario Venturi ha dichiarato che la pandemia è in fase calante, che i guariti, le persone che hanno superato questa malattia, cominciano ad essere tante, mentre continua a calare il numero dei malati. In altre parole, ogni giorno, i nuovi casi rappresentano un numero molto inferiore a quello dei dichiarati guariti.
Questo ci deve rendere tutti più sereni, più felici, più rassicurati, ma non meno attenti.
Se siamo in queste condizioni dopo 2 mesi e mezzo di inferno è perché con il tempo ci siamo resi conto di ciò che era importante fare, e sempre più persone se ne sono rese conto ed hanno incominciato ad utilizzare i dispositivi di protezione individuale e ad adottare misure di distanziamento sociale. Qualcuno, in questi giorni, mi faceva notare che spesso, quando cominciamo a stare meglio, ad avere meno paura, noi umani tendiamo a dimenticare le buone prassi e diventiamo sempre più spavaldi ed incuranti del pericolo.
Non è il momento di farlo! Oggi, domani, i prossimi giorni ed i prossimi mesi sono molto importanti per tutti noi, non abusiamo di queste piccole libertà che ci sono state concesse. Sono libertà di cui ogni essere umano ha diritto, di cui tutti siamo stati privati per il nostro bene. Ora che ne siamo ritornati in possesso, approfittiamone per vivere meglio, ma non abusiamone, è troppo pericoloso per noi e per chi ci sta vicino e ci vuole bene. Purtroppo, come succede troppo spesso negli ultimi anni, dietro ad ogni situazione che si verifica nel nostro paese ci sono forti strumentalizzazioni politiche. Non cadiamo in queste polemiche inutili e sterili. In questo momento c’è bisogno di essere uniti.
Se i nostri politici, di ogni colore, fanno fatica a comprenderlo, noi invece lo abbiamo capito. Noi non dobbiamo essere eletti, non abbiamo la necessità di cercare consensi, abbiamo solo bisogno di riprendere una vita normale in sicurezza e lo possiamo fare solo se tutti insieme viviamo applicando tutte le misure necessarie per mantenere una distanza sociale che ci garantisca la salute fino al momento in cui questo maledetto virus sarà sconfitto.

Stasera in videoconferenza, ho avuto modo di salutare e ringraziare a nome di tutti i cittadini del nostro paese, i volontari di Croce Rossa Italiana di Podenzano per il grande lavoro che con impegno e abnegazione hanno svolto in questi ultimi mesi a beneficio della nostra comunità. Grazie di cuore a queste splendide persone.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 08/05 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 115.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.039 (+30 su 639 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 8. I guariti clinicamente in provincia sono 771 (-30 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1414 (+38 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Anche oggi 8 decessi, incoraggianti i dati relativi ai guariti e buono il fatto che da qualche giorno a Podenzano non si registrano altri tamponi positivi. Qualche nostro concittadino che era ricoverato in ospedali di altre Aziende Sanitarie è tornato nella nostra provincia per la riabilitazione. Qualcun’altro/a è tornato/a a casa. Lentamente, cominciamo a vedere spiragli di luce in fondo al tunnel.
Il pronto soccorso è tornato a numeri accettabioi. Si sta lavorando per riportare i vari reparti degli ospedali alla normalità.
In questo momento non posso dimenticare il grande lavoro che tutti i volontari hanno fatto durante questa emergenza, senza di loro non sarebbe stato possibile garantire tante iniziative per i nostri cittadini. Le associazioni del nostro paese sono fantastiche, lavorano insieme per tutti noi, i volontari semplicemente formidabili ed instancabili. Tanti angeli che si sono prodigati per tutti noi.
In questi giorni uno di loro, che purtroppo non è più con noi avrebbe compiuto 65 anni. Se ne è andato a causa di questo maledetto virus. Il nostro amico Luigi, sempre sorridente e disponibile, l’amico di tutti. Un’amica, Monica, mi ha fatto avere un piccolo contributo per ricordarlo. Mi ha commosso e voglio condividerlo con voi sulla mia pagina Facebook. Grazie Monica.
Ciao Luigi! Un abbraccio ai tuoi cari.

Buona serata.


Aggiornamento del 07/05 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 115. In questi giorni sono stati prelevati i tamponi a tutti gli ospiti e agli operatori della casa di riposo della parrocchia, oggi sono arrivati i risultati e sono negativi. Questa è un’ottima notizia!
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.039 (+6 su 306 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 6. I guariti clinicamente in provincia sono 801 (-23 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1376 (+149 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

I dati sono incoraggianti, le restrizioni della fase 1 hanno portato a benefici importanti, anche se purtroppo questo maledetto virus si è preso altre 6 persone facendo salire i deceduti a 916.
Il grafico allegato mostra che ci sono 1215 pazienti con malattia in corso e 2177 pazienti guariti con una tendenza ad una netta crescita dei pazienti guariti. Probabilmente, questa tendenza è dovuta alle misure di distanziamento interpersonale adottate e alle cure che sono state adottate.
Non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia. Oggi a Podenzano è stato riaperto il mercato settimanale riservato ai banchi di soli generi alimentari. I banchi sono stati collocati tutti nella parte pedonale della nuova piazza, ben distanziati. L’area mercatale è stata delimitata con dei segnali. L’accesso alla piazza da parte degli utenti è stato ordinato e gli stessi erano tutti dotati di mascherina. Le file si sono disposte ordinatamente. Da quanto ho capito anche gli ambulanti sono stati soddisfatti della giornata.
Questi sono giorni fondamentali. Sono giorni in cui si faranno delle valutazioni sulla base dell’andamento dei contagi per vedere se sarà possibile riaprire altre attività. Sembra che ci sia la possibilità di anticipare al 18 maggio parecchie aperture previste per il 1 giugno.
Mi raccomando, mascherina indossata quando si entra in locali pubblici o si è nelle vicinanze si altre persone, lavarsi spesso le mani.

Vi chiedo ancora una mano, ho ancora bisogno di voi, di tutti. In questi giorni stiamo trovando in giro per il paese mascherine e guanti abbandonati lungo strade e marciapiedi. Il paese è il nostro, non è di nessun altro. E’ di tutti i cittadini! Perché dobbiamo lasciarlo sporco? A casa nostra buttiamo tutto a terra? Se abbiamo un cane, lo lasciamo sporcare in casa e non puliamo? Noi facciamo quello che possiamo per raccogliere i rifiuti e per mantenere il paese in ordine. I nostri operatori e volontari non hanno mai smesso di vuotare i cestini e di mantenere in ordine il paese, ma non riescono ad essere onnipresenti, quindi, visto che non ci costa niente, mascherine e guanti usati negli appositi cestini o nel rifiuto indifferenziato a casa, lo stesso vale per le feci dei cani.
Grazie per la collaborazione.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 06/05 ore 20,00
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 115.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.033 (+8 su 462 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 5 e tra questi purtroppo c’è anche una nostra concittadina che non è riuscita a superare questa pandemia. A nome di tutta la comunità esprimo la nostra vicinanza ai famigliari porgo sentite condoglianze. I guariti clinicamente in provincia sono 824 (-72 rispetto a ieri e sono pazienti che sono passati nei pazienti guariti definitivamente) mentre salgono a 1227 (+118 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

I dati sono incoraggianti, le restrizioni della fase 1 hanno portato a benefici importanti, anche se purtroppo questo maledetto virus si è preso altre 5 persone facendo salire i deceduti a 910.
Oggi il Presidente della Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna ha emanato il Decreto n. 75, allegato, che sarà efficace dalla giornata di domani.

Da domani è soppresso il limite degli spostamenti all’ambito provinciale, saranno consentiti nell’intero territorio regionale gli spostamenti per raggiungere le seconde case, camper o roulotte, imbarcazioni o velivoli di proprietà per attività di manutenzione e riparazione rimane comunque l’obbligo di rientro in giornata. Sarà possibile muoversi in ambito regionale anche per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute o di necessità, come fare la spesa, e tutte quelle previste all’art. 1 lett. A del DPCM del 26 aprile. Inoltre, ci si potrà spostare in ambito regionale per svolgere individualmente attività sportiva o motoria all’aperto (come per esempio ciclismo, corsa, caccia di selezione, pesca sportiva, tiro con l’arco, equitazione), sempre rispettando la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività. Gli spostamenti potranno avvenire anche insieme a persone conviventi.
Novità anche per le strutture e circoli sportivi – sarà consentita attività sportiva anche all’interno di strutture e circoli sportivi se svolta in spazi all’aperto, purché consentano il rispetto del distanziamento ed evitino il contatto fisico tra i singoli atleti (un esempio su tutti, il tennis in campi appunto all’aperto).

Altra comunicazione importante: in attesa della ripresa delle scuole, oggi, dopo solo 2 giorni dalla riapertura della possibilità di lavorare sui cantieri edili, sono iniziati i lavori del primo stralcio per la costruzione del nuovo Refettorio/Sala Mensa della scuola “G.Pascoli” di San Polo. Non vogliamo perdere tempo. Vogliamo consegnare il prima possibile un edificio all’avanguardia per confort, accessibilità ed efficienza energetica, ai nostri bambini.

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 05/05 ore 20,45

Scusate il ritardo ma ho finito una Giunta comunale da poco.
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 115.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 4.025 (+33 su 459 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 3 e tra questi purtroppo c’è anche una nostra concittadina che non è riuscita a superare questa pandemia. A nome di tutta la comunità esprimo la nostra vicinanza ai famigliari porgo sentite condoglianze. I guariti clinicamente in provincia sono 902 (+14 rispetto a ieri) mentre salgono a 1109 (+13 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

La fase 2 è molto diversa dalla fase 1, richiede uno sforzo maggiore. Nella fase 1 c’era qualcuno (Stato, Regione, Sindaco) che ci diceva cosa potevamo e cosa non potevamo fare. Nella fase 2, con un allentamento delle misure restrittive, entra in gioco la nostra responsabilità, la nostra capacità di valutazione del rischio, la nostra intelligenza, la nostra sensibilità nel non voler mettere a rischio la nostra salute e quella degli altri. Tutti abbiamo compreso la portata di questa emergenza e la pericolosità di questo virus. Gli oltre 900 morti di questa provincia ne sono la prova. Non possiamo dimenticarli, non possiamo vanificare gli sforzi che tutti insieme abbiamo fatto! Quindi forza, coraggio, dobbiamo riprendere a lavorare e a vivere, ma non possiamo abbassare la guardia e pensare che sia tutto finito… sarebbe l’errore più grave che potremmo fare in questo momento.

Oggi un altro bell’episodio di solidarietà che si è verificato sul nostro territorio. Un operatore commerciale presente in provincia, MEDIAWORLD, ha donato televisori e asciugacapelli al centro quarantena di San Polo per gli ospiti che continuano a crescere. Alla consegna il Prefetto a voluto che ci fossi anch’io. Ho prontamente accettato l’invito perché anch’io dovevo ringraziare questo operatore economico, e tutti gli altri che in tanti modi hanno aiutato ad allestire questo centro. Ho sottolineato l’importanza di questi gesti senza i quali, in questi momenti tragici, le Istituzioni da sole non sarebbero riuscite a realizzare quanto è stato realizzato. Sua Eccellenza il Prefetto, dopo aver ringraziato Mediaworld, il personale sanitario, AUSL, Esercito, Aeronautica, Istituzioni, Crocerossa, Protezione Civile, ha sottolineato l’importanza della capacità del sistema Piacenza di fare sinergia tra pubblico e privato che nel resto d’Italia non ha eguali.
Dimenticavo, visto che c’ero ho chiesto notizie della nostra amica bimba prematura che a San Polo aveva riabbracciato la mamma. Non è più a San Polo, è tornata a casa a riabbracciare anche il suo papà, fine di una bella storia che ci ricorderemo. Un abbraccio piccolina, a te, alla tua mamma e al tuo papà!

Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 04/05 ore 20,00
Situazione sanitaria: Ci sono 2 nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 115.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.992 (+33 su 860 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 7. I guariti clinicamente in provincia sono 888 (+1 rispetto a altro ieri) mentre salgono a 1096 (+54 rispetto a altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Oggi, primo giorno di riapertura, molte persone sono uscite di casa per una passeggiata, in diversi hanno ricominciato a lavorare. Molti hanno capito l’importanza e la delicatezza di questa fase, avevano la mascherina ed erano a debita distanza. Ho visto coniugi passeggiare con la mascherina, altri in bici senza mascherina ma erano soli. Le forze dell’ordine mi segnalano un sostanziale rispetto delle regole.
Dal controllo di vicinato mi hanno segnalato un gruppetto di ragazzini che erano seduti tutti insieme e giocavano. Siamo pazzi? Vogliamo vanificare gli sforzi fatti? Io non ci sto. Noi sindaci siamo tutti preoccupati perché i contagi diminuiscono, i ricoveri pure, aumentano i guariti, ma non vogliamo trovarci fra 15 giorni nella situazione di metà marzo! Se sui luoghi di lavoro ci sono i protocolli da rispettare li dobbiamo rispettare anche fuori!
Non vanifichiamo tutto ora!!!!
Buona serata.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 03/05 ore 20,00
Situazione sanitaria: Non sono pervenuti i dati suddivisi per comune.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.962 (+39).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 3.

Stamattina ho portato la mia cagnolina a fare un giro, era molto presto, ho incontrato un paio di persone con il cane e una persona che rientrava dopo un po’ di attività fisica, erano tutti in prossimità delle proprie abitazioni, me compreso. Nell’imboccare una carraia avevo il sole in fronte che bucava i fiori e le foglie di acacia, uno spiraglio di luce che mi ha colpito. Non ho potuto non pensare alla situazione che stiamo vivendo, alla giornata di domani, alla riapertura di tante attività e a tante altre purtroppo che rimarranno ancora chiuse (ma questo è il prezzo che dobbiamo pagare per non compromettere i passi avanti che abbiamo fatto). Ho interpretato questo spiraglio di luce come un messaggio di buon auspicio che ha voluto mandarmi qualcuno dal cielo. Un barlume di luce in fondo al tunnel, ho detto al mio cane “Azalea, vuoi vedere che siamo sulla strada giusta per uscire da questo dramma?” Poi ho pensato speriamo non mi senta nessuno… mi prendono per matto, stavo parlando con la cagnolina. Ma la mia era una riflessione ad alta voce.
Cosa significa questo raggio di sole? Una speranza! La speranza di essere sulla buona strada. Spero di non sbagliarmi, spero che tutti insieme abbiamo capito l’importanza di questa ripartenza e soprattutto l’importanza di come l’affrontiamo. E’ necessaria tanta responsabilità, non solo da parte dei datori di lavoro, non solo da parte dei lavoratori, non solo da parte delle istituzioni, non solo da parte delle forze dell’ordine, è necessario che ognuno di noi affronti questa ripartenza in modo responsabile. Oggi tutti siamo a conoscenza degli effetti di questo virus, di cosa può accadere se non vengono rispettate le regole, quindi nessuno può dire “Io non lo sapevo”.
La nostra provincia ha pagato e sta pagando un prezzo altissimo in vite umane, dobbiamo far ripartire l’economia perché tutti abbiamo bisogno di lavorare per il bene delle nostre famiglie, non possiamo sbagliare, non possiamo tornare indietro! C’è bisogno dell’impegno di tutti nessuno escluso! Il mio scarso impegno, la mia scarsa attenzione, può mettere a rischio la vita di tanti. Quindi domani ripartiamo, ricominciamo pure ad uscire e a riprenderci i nostri spazi vitali, ma mi raccomando le relazioni interpersonali manteniamole ancora a DISTANZA. Non creiamo assembramenti! Dimenticavo, la mascherina sul collo o in testa non funziona!

Alcune informazioni importanti che potete trovare allegate:

  • Circolare esplicativa del Ministero dell’Interno
  • Nuovo modello autodichiarazione: per visita ai congiunti sufficiente barrare “necessità” e nelle note specificar

E infine le Risposte del Ministero ad alcune domande frequenti.

Buona serata.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 02/05 ore 19,00
Situazione sanitaria: Ci sono 3 nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 113.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.923 (+55 su 791 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 6. I guariti clinicamente in provincia sono 887 (+18 rispetto a ieri che sono passati tra i guariti definitivamente) mentre salgono a 1042 (+46 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Oggi, in vista dell’entrata in vigore del DPCM del 26 aprile e del Decreto N. 74/2020 PGRER che avverrà lunedì 4 maggio, ho emesso l’ORDINANZA SINDACALE N.15, allegata, per la riapertura cimiteri, parchi e giardini pubblici e ripresa del mercato settimanale esclusivamente per la vendita di prodotti alimentari.

  • I cimiteri saranno aperti secondo gli orari stagionali in vigore (nessuna limitazione di orario rispetto a quanto previsto prima dell’emergenza coronavirus). Si potrà accedere ai cimiteri solo con mascherina e guanti monouso, una sola persona per tomba o loculo e per il tempo necessario per la visita. E’ fatto divieto di sostare nel cimitero a parlare con altre persone. Durante i funerali è consentita l'esclusiva partecipazione dei congiunti e, comunque, fino ad un massimo di 15 persone, indossando mascherine e rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Ci saranno controlli a campione da parte del personale comunale.
  • Saranno aperti i parchi per passeggiate ma sarà precluso l’uso dei giochi. I parchi gioco rimarranno chiusi.
  • Da giovedì 7 riaprirà il mercato settimanale solo per i banchi alimentari e sarà collocato nella piazza nuova ma limitato all’area pedonale davanti al Palazzo della Cultura. L’accesso sarà contingentato per evitare assembramenti.

Lunedì prossimo riapriranno diverse attività, molti dei nostri volontari torneranno al lavoro e non potranno più dedicare tanto del loro tempo al volontariato. Dovranno essere ridimensionati e rivisti alcuni servizi. Molti di questi volontari, nonostante la settimana di lavoro non vogliono rinunciare a dare il loro contributo, per tanto le spese a domicilio che non potranno più essere effettuate durante la settimana saranno effettuate nella giornata di sabato e saranno consegnate regolarmente. Per le prenotazioni rimane attivo lo stesso numero che avete utilizzato fino ad ora 0523554618.



Questi ragazzi dal 14 marzo ad oggi hanno fatto e consegnato a domicilio più di 300 spese. Ogni mattina con la loro lista della spesa andavano nei negozi alimentari che avevano dato la disponibilità o nelle farmacie ed acquistavano tutti i prodotti della lista, passavano alla cassa a pagare e consegnavano tutto a domicilio. Una catena di solidarietà che ha visto partecipare un po’ tutte le associazioni del paese ma anche semplici cittadini. Una catena di donne e uomini che hanno dedicato il loro tempo agli altri. Come ho già detto, questa è la vera ricchezza del nostro paese. Fin tanto che a Podenzano ci saranno persone come queste, Podenzano potrà superare qualsiasi difficoltà. Nei momenti difficili, nelle difficoltà più gravi, scopri i “veri amici” quelli che non ti mollano mai, a volte anche quelli che non pensavi di avere, in questa emergenza Podenzano ha scoperto tanti “amici veri”.
GRAZIE AMICI VERI DI PODENZANO!

Buona serata.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 01/05 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 110.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.868 (+52 su 716 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 6. I guariti clinicamente in provincia sono 869 (-28 rispetto a ieri che sono passati tra i guariti definitivamente) mentre salgono a 996 (+46 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Continua la distribuzione delle mascherine alle persone che hanno compiuto 65 anni, entro la giornata di domani mi hanno assicurato i volontari che saranno tutte distribuite. GRAZIE RAGAZZI.
Ieri sera è stato pubblicato il decreto n. 74 del Presedente della Regione Emilia-Romagna, allegato, con il quale Piacenza viene allineata al resto d’Italia.

Da lunedì 4 maggio quindi si aggiungono alcune novità importanti, pur nei limiti di legge fissati dal dpcm del Governo (a cui tutte le Regioni debbono attenersi).

Quali sono queste novità?
😷 OBBLIGO dell’uso delle mascherine: nei locali aperti al pubblico, ma anche nei luoghi all’aperto quando non è possibile mantenere il distanziamento di un metro.
👷‍♂‍ Le ATTIVITA’ ECONOMICHE che sono ancora sospese, di qualsiasi tipo, possono prepararsi alla ripartenza: per questo è sempre consentito l’accesso ai locali per lo svolgimento di lavori di vigilanza, manutenzione, pulizia e sanificazione, nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture.
🏡 Le SECONDE CASE, i CAMPER o le ROULOTTE, possono essere sistemati e preparati: per questo è possibile recarvisi nell'ambito della propria provincia, da soli e in giornata, per lo svolgimento delle attività di manutenzione e per riparazioni e sistemazioni.
🥦 Si potrà fare la SPESA anche fuori dal proprio comune, ma sempre individualmente e comunque nell'ambito del proprio territorio provinciale.
👨‍👩‍👧‍👧 Sono possibili gli spostamenti per incontrare i "CONGIUNTI" in ambito regionale.
🏃‍♀‍ Riparte ATTIVITA’ MOTORIA E SPORTIVA INDIVIDUALE all’aperto nell'ambito del proprio territorio provinciale.
🐴 È consentita non solo l’attività di ALLEVAMENTO, ma anche quella di ADDESTRAMENTO degli animali.
⛪ Insieme ai funerali riaprono i cimiteri. Gli orari e le modalità di accesso saranno disciplinati dai comuni.
🌳 Possono riaprire parchi e giardini con regole e modalità fissate dai comuni. Non possono essere utilizzati i giochi.
📖 Può ripartire il prestito dei libri nelle biblioteche, con regole e modalità fissate dai comuni.
🚎 I servizi di trasporto pubblico sono rimodulati e vengono potenziate le corse per adeguarsi alla riapertura delle attività produttive. Sono adottati i protocolli di sicurezza per utenti e lavoratori.
🏥 Restano sospese le visite agli ospiti delle strutture socio-sanitarie residenziali per persone non autosufficienti.

Per ogni spostamento sarà sempre necessaria l’autocertificazione. Il nuovo modello da utilizzare si può scaricare da qui a fianco.

Non siamo ancora fuori dai rischi di nuovi contagi, i numeri che pubblico ogni giorno lo dimostrano. Ora che stiamo per ripartire è fondamentale ed importante che ognuno di noi si attenga alle regole per permetterci, progressivamente, di togliere restrizioni e impedimenti. Lunedì ci saranno ancora diverse attività che non potranno riaprire, quindi ci saranno ancora tante persone senza lavoro e per questo con danni economici non indifferenti. Più rispettiamo le regole e prima potranno riaprire anche loro. Cerchiamo almeno questa volta di non fare i “furbi”. Usiamo la testa, manteniamo le regole essenziali, distanza, mascherine, guanti, lavaggio delle mani, sanificazione degli oggetti con cui veniamo in contatto, telefono, chiavi, auto, occhiali, maniglie, interruttori, tastiere, mouse, tablet ….
Se andiamo al cimitero non fermiamoci a parlare con nessuno, fermiamoci il tempo necessario per la visita e basta.
Se andiamo al parco con il figlio, teniamolo per mano, non lasciamolo avvicinare ai giochi o ad altri bimbi che non appartengono al nucleo famigliare.
Se la curva epidemiologica tornasse a salire nelle prossime settimane, sarebbe un dramma, perché potremmo buttare al vento tutti gli sforzi e i sacrifici che abbiamo fatto insieme in questi mesi, e perché la nostra sanità non sarebbe in grado di sostenere un’ulteriore ondata di contagi come quella che abbiamo appena superato. Diamoci tutti una mano, sono sicuro che insieme ce la faremo a contrastare e a sconfiggere questo maledetto virus che si è preso tanti di noi.
Buona serata del primo maggio.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 30/04 ore 20,30
Situazione sanitaria: C’è un nuovo caso positivo al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 110.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.816 (+65 su tamponi refertati). Ad oggi in Regione Emilia-Romagna sono stati prelevati 25.120 tamponi e ne sono stati refertati 24.336 (97%) con un incidenza di positivi attorno al 16%.
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 5. I guariti clinicamente in provincia sono 897 (+60 rispetto a ieri) mentre salgono a 950 (+54 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi. Continuano a diminuire i ricoveri, attualmente i pazienti ricoverati sono 360 una settimana fa erano 448 e 15 giorni fa erano 537.

Come vi dicevo qualche giorno fà, in considerazione della situazione venutasi a creare a causa di questa Pandemia la Giunta Comunale con diversi atti distinti ha deliberato misure nei confronti di famiglie e delle attività produttive.
FAMIGLIE:
Asilo Nido:
1) esonero rette dei mesi di marzo ed aprile e degli eventuali ulteriori mesi in cui non dovesse essere erogato il servizio (il comune si fa carico della copertura dei costi fissi di gestione)
2) erogazione del contributo ricevuto dalla Regione Emilia-Romagna relativo al bando “AL NIDO CON LA REGIONE” che consiste nell’abbattimento delle rette pagate dalle famiglie per l’anno educativo 2019-2020 del 24%.
Trasporto scolastico: Sospensione del pagamento della terza rata ed eventuale esonero dal pagamento qualora il servizio non dovesse più riprendere fino al termine dell’anno (anche in questo caso il Comune si farà carico della copertura dei costi fissi).

Scuole materne paritarie: impegno a collaborare con i gestori alla copertura totale dei costi fissi in modo da non dover più gravare sulle famiglie con pagamenti delle rette integrative fino al termine di questo anno scolastico.

FAMIGLIE ED ATTIVITA’ PRODUTTTIVE:
TARI Proroga della scadenza della prima rata al 30 giugno e della seconda rata al 4 dicembre.
Altri tributi comunali per cui era stata concessa una rateizzazione: proroga di 6 mesi della scadenza delle rate comprese fra gennaio e maggio 2020 senza che il contribuente incorra nella decadenza automatica della rateizzazione concessa.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE:
Canone Occupazione Spazi e Aree Pubbliche (COSAP), e Canone per Installazione Mezzi Pubblicitari (CIMP) proroga della scadenza del 30/04/2020 al 30/09/2020 e possibilità di rateizzare per importi superiori a 258 € per COSAP e superiore a 1033 € per CIMP.

Questi sono i primi provvedimenti adottati a cui ne seguiranno altri sempre per cercare di aiutare concretamente le famiglie e le nostre attività a ripartire in questo brutto momento.

Con la riapertura graduale di diverse attività produttive ci sarà di nuovo la necessità per diverse famiglie con entrambe i genitori che lavorano di lasciare in custodia i propri figli durante le ore lavorative. Stiamo lavorando con i gestori dei servizi per trovare soluzioni idonee e soprattutto sicure anche dal punto di vista sanitario.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 29/04 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 109.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.751 (+70 su 1030 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 8. I guariti clinicamente in provincia sono 837 (+43 rispetto a ieri) mentre salgono a 896 (+56 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi. Continuano a diminuire i ricoveri.

Per il secondo giorno consecutivo (non accadeva ormai da tanto tempo) non abbiamo nuovi casi positivi al COVID-19 nel nostro comune. Cosa significa questo? Siamo fuori dal pericolo? NO! Purtroppo no. Come ho scritto nelle sere precedenti il numero di positivi elevato è in funzione del numero elevato dei tamponi che vengono refertati ogni giorno, dal fatto che questi vengano prelevati andando a cercare il virus nei posti dove si rintana. Nelle case di riposo, nelle abitazioni dove ci sono malati segnalati dai Medici di Medicina Generale, sugli operatori dei Centri Residenziali per Anziani. Quindi se per 2 giorni non ci sono casi positivi nuovi non significa che domani non ci siano altri casi positivi.
Oggi è iniziata la distribuzione delle mascherine ad opera dei volontari che terminerà nella giornata di sabato.
La Regione ha inviato altre 258.000 mascherine in Provincia di Piacenza che saranno distribuite ai comuni in questi giorni (per Podenzano saranno 8.200).
Come vi dicevo ieri, in compagnia dei Sindaci Barbieri, Gandolfi e Fontana e del Prefetto Maurizio Falco, ho avuto il piacere di incontrare in prefettura il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, Il Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli, Il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.
E’ stato un bell’incontro perché ci siamo sentiti ascoltati, capiti e considerati. La nostra provincia è stata la più colpita dal punto di vista sanitario, quella che ha avuto più lutti e che sarà sicuramente la più colpita anche dal punto di vista economico. Conte e Bonaccini ne erano già al corrente e consapevoli: la loro presenza era soprattutto per rappresentare a noi e alle nostre comunità la loro vicinanza. Ci hanno rassicurato che le province più colpite da questa pandemia e tra queste anche Piacenza avranno un “aiuto speciale”. Ci hanno chiesto di raccontargli le nostre esigenze e noi abbiamo elencato una serie di richieste sia dal punto di vista sanitario che economico. Io ero stato invitato perché a San Polo di Podenzano c’è il centro di quarantena COVID. Ho ribadito quanto è importante per il nostro territorio il mondo del volontariato e l’aiuto che i volontari di Protezione Civile e di CRI hanno dato per l’allestimento e stanno dando per la gestione di questo centro. L’importanza che questo potrà avere nel malaugurato caso in cui l’epidemia dovesse riprendere per la gestione delle quarantene in sicurezza e nel contenimento dei contagi intra-famigliari. Conte ha sottolineato la delicatezza della fase 2, non possiamo sbagliare, se i contagi cominciano a risalire e a superare i livelli di criticità ci sarà di nuovo chiusura e potrebbe essere la fine di molte aziende. Ho ricordato anche che nel nostro comune ci sono tante piccole realtà artigianali e commerciali che hanno sofferto tantissimo, ce ne sono anche di grandi dimensioni che hanno subito la concorrenza di aziende che operano in paesi dove le attività non si sono fermate. Non possiamo permetterci una nuova chiusura, quindi ho chiesto un aiuto sui controlli del rispetto dei protocolli di sicurezza. E’ necessario che le aziende o le attività che non sono in grado di rispettare i protocolli vengano individuate al più presto possibile e al più presto vengano anche sanzionate e chiuse. Non possono e non devono mettere a repentaglio la sopravvivenza di chi lavora bene e nel rispetto delle regole.
Conte e Bonaccini ci hanno invitato insieme a tutti i sindaci della Provincia di Piacenza a stendere un piano di investimenti che possa far ripartire la nostra economia e ci hanno promesso che torneranno a Piacenza per discuterne insieme a noi.
Al termine io e i colleghi ci siamo sentiti rassicurati.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 28/04 ore 21,00
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono rimangono 109.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.681 (+88 su 1624 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 10. I guariti clinicamente in provincia sono 794 (+40 rispetto a ieri) mentre salgono a 840 (+43 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Chiedo scusa per il ritardo del comunicato di stasera, ma oggi sono stato impegnato fino alle 19,15 in un incontro in prefettura con il Presidente del Consiglio, Il Ministro delle Infrastrutture, Il Presidente della Regione Emilia Romagna, il Prefetto e altri colleghi sindaci di cui vi darò maggiori informazioni domani e poi dalle 19,30 in videoconferenza in Giunta Comunale per deliberare misure importanti per le famiglie e per le attività produttive e commerciali riguardanti i tributi locali. Anche di questo vi dettaglierò nei prossimi giorni.
Mi preme invece comunicarvi che, in considerazione della fase 2 che inizierà il 4 maggio (lunedì prossimo), che vedrà una leggera riduzione delle limitazioni degli spostamenti, come amministrazione abbiamo pensato di distribuire a tutte le persone che hanno compiuto i 65 anni un kit di mascherine composto da 2 mascherine chirurgiche(verdi) e 2 mascherine motrasio (bianche).
Lo scopo di questa distribuzione è quello di fornire ad ogni persona che ha raggiunto i 65 anni una dotazione minima di dispositivi protettivi per incentivarne l’uso soprattutto quando si esce di casa per andare in luoghi dove ci sono altre persone.
Attenzione però a non ritenersi protetti dal virus, la mascherina aiuta ma è fondamentale indossare guanti (o disinfettarsi spesso le mani) e ancor più indispensabile rispettare le distanze interpersonali. Mi raccomando non pensate che con la mascherina si possa risolvere tutto, è solo un mezzo che ci aiuta a essere meno vulnerabili e meno vettori di contagio.
Il Kit sarà consegnato domani dai nostri volontari nella cassetta postale di ogni destinatario. Oggi i nostri volontari hanno preparato 2200 buste e domani ve le consegneranno. Non aprite a nessuno. Le lasciano nella cassetta della posta. Non venite e non telefonate in Municipio non serve.
Non mi rimane che ringraziare ancora una volta il nostro mondo associativo e le tante persone che anche oggi hanno dimostrato quanto tengono al nostro comune e alla nostra gente.
Grazie ragazzi!

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 27/04 ore 19,30
Situazione sanitaria: Ci sono 5 nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 109.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.525 (+75 su 1072 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 10. I guariti clinicamente in provincia sono 754 (+84 rispetto a ieri) mentre salgono a 797 (+9 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Oggi è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri adottato ieri. Ci sono tutti i dettagli per la fase 2 quella relativa alla riapertura. Un documento corposo che ha dettagliato le attività che dal 4 maggio al 17 maggio potranno ricominciare a lavorare nel rispetto delle misure di sicurezza richieste. La riapertura è una fase che non è a rischio zero per cui deve essere affrontata con la massima attenzione e con tutte le precauzioni del caso.
Ma oggi mi preme ragionare con voi sui numeri che ogni giorno vi mando con i miei comunicati e che se non contestualizzati possono creare incertezza e confusione.
Oggi purtroppo ci sono ancora 10 decessi, questo è il vero punto, il vero dato negativo di tutti quelli che abbiamo visto. Di positivo abbiamo che calano i ricoverati ed i malati, aumentano i dimessi e i guariti.
Il numero dei tamponi positivi è da vedere sempre in rapporto al numero dei tamponi refertati.
Oggi su 1072 refertati c’erano 75 positivi che se rapportati alla media dei tamponi che venivano refertati in piena emergenza (300) sono equivalenti a 20 positivi. Inoltre, è importante capire come vengono effettuati tamponi: ci è stato specificato che sono in corso prelievi di tamponi a tappeto all’interno dei Centri Residenziali per Anziani dove sono stati riscontrati notevoli problemi di positività e sui casi segnalati dai medici di medicina generale alle USCA che stanno effettuando le visite a domicilio.
La nostra provincia è quella con il maggior numero di casi positivi perché oggi si va a stanare il virus nei posti dove è più presente, o almeno dove c’è un forte sospetto che ci sia. Il 10-15 % dei tamponi refertati nell’intera Regione Emilia-Romagna sono relativi alla provincia di Piacenza, che rappresenta poco più del 6% della popolazione, quindi una concentrazione di tamponi più che doppia rispetto al resto della Regione.
Ieri sera, con i colleghi sindaci, abbiamo avuto una videoconferenza fiume con il Presidente della Regione Emilia-Romagna dove ci siamo confrontati sulle modalità di riapertura. E’ stato un confronto franco, dove il Presidente ha dimostrato la massima disponibilità e fiducia nelle richieste dei sindaci piacentini.
Ha annunciato che ci saranno provvedimenti economici ad hoc per i territori più colpiti, ed ha chiesto ai Sindaci di fargli avere delle proposte specifiche per Piacenza che poi saranno valutate insieme.
Siamo consapevoli che abbiamo la responsabilità di compiere scelte importanti e cruciali per il nostro futuro per questo ci attende ancora un lavoro duro, di confronto e di sintesi, ma sono sicuro che se lo affronteremo con lo spirito di lavorare per i nostri cittadini e non per un fine politico di consenso, tenendo lontani i seminatori di false notizie e di odio, riusciremo ancora una volta a fare le scelte giuste e ad uscire da questa emergenza.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 26/04 ore 19,30
Situazione sanitaria: C’è un nuovo caso positivo al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 104.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.525 (+53 su 531 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 5. I guariti clinicamente in provincia sono 670 (+16 rispetto a ieri) mentre salgono a 788 (+25 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Oggi tutti parlano di ripartenza. Ben venga questa ripartenza, ma che sia nella massima sicurezza possibile. Nessuno deve rischiare più la vita. Gli scienziati ci dovranno aiutare in questo percorso graduale.
Fra pochi minuti insieme agli altri Sindaci Piacentini ci confronteremo con la Regione Emilia-Romagna per definire i passaggi delle diverse fasi.
Una cosa però sembra certa, le scuole non riprenderanno, almeno non nell’immediato e temo che non riprenderanno più per questo anno scolastico, per questo a Podenzano stiamo lavorando per predisporre dei servizi utili alle famiglie.
Sul fronte delle scuole materne paritarie, i gestori, per coprire una parte dei costi fissi, avevano intenzione di chiedere alle famiglie il 50% delle rette mensili per i mesi in cui non c’è stata frequenza, abbiamo pensato di intervenire con fondi comunali per coprire questa quota in modo da non gravare più sui bilanci delle famiglie.
Sul fronte trasporto scolastico, abbiamo deliberato nei giorni scorsi di sospendere il pagamento della terza rata, in attesa di vedere se sarà necessario riattivare o meno il servizio.
L’assessorato ai servizi sociali si incontrerà nei prossimi giorni in videoconferenza con i gestori dell’asilo nido Magica Bula per provare ad organizzare un servizio in massima sicurezza per le famiglie che non potranno fare altrimenti. La stessa cosa sarà fatta con i gestori del centro socio-riabilitativo per disabili, con i quali studieremo percorsi individualizzati per i nostri amici ospiti.
Per i bambini e ragazzi in età scolastica stiamo verificando insieme ad alcuni gestori la possibilità di trovare soluzioni che permettano ai genitori che lavorano di gestire in sicurezza i figli.
Sarà necessario anche sanificare gli ambienti: abbiamo acquistato dei sanificatori ad ozono per la sanificazione degli edifici pubblici, per le strutture sportive e per le attività commerciali che ne avranno la necessità compatibilmente con le disponibilità.
Noi ce la stiamo mettendo tutta, ma abbiamo bisogno della collaborazione di tutti.
Riapertura non significa tornare a vivere come prima che esplodesse questa emergenza. Riapertura significa riprendere a vivere in modo nuovo, con la consapevolezza che là fuori c’è un nemico invisibile molto pericoloso, che si è preso tanti nostri amici, e che richiede la massima attenzione e il massimo rispetto delle indicazioni che di volta in volta ci vengono date, altrimenti torneremo inesorabilmente in emergenza e questo noi non lo vogliamo!
Vero?

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 25/04 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono altri casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 103.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.472 (+55 su 896 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 9. I guariti clinicamente in provincia sono 654 (+6 rispetto a ieri) mentre salgono a 763 (+67 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Oggi in questo 25 Aprile quasi surreale, abbiamo celebrato la ricorrenza della Liberazione del nostro paese dall’oppressione nazifascista. Lo abbiamo fatto in modo sommesso, come sempre davanti al monumento dei caduti, adornato da una bellissima corona di alloro e da bellissimi fiori gentilmente donati da Mauro e Silvio, ma senza i nostri ragazzi, a cui ogni anno in questa occasione doniamo la nostra costituzione. Non c’era nemmeno il nostro caro amico reduce Igino Merli, che nonostante la veneranda età non ha mai mancato di essere presente. Mancava anche il nostro Nicola a immortalare tutto. C’era Monica che ringrazio per il video. Un 25 aprile particolare, che doveva essere un momento speciale perché ricorreva il 75imo anniversario. Lo ricorderemo comunque tutti per le condizioni in cui l’abbiamo vissuto.

In questo periodo di pandemia voglio condividere con tutti voi un episodio storico poco conosciuto:

Durante la seconda Guerra Mondiale a Roma ci fu una terribile epidemia di una malattia sconosciuta e pericolosa.
Si chiamava morbo di K., aveva sintomi molto gravi ed era estremamente contagiosa, ma grazie all’intuizione di tre medici eccezionali (Giovanni Borromeo, Adriano Ossicini e Vittorio Sacerdoti) non ci fu nessuna vittima. Tutti i malati, messi in isolamento in un padiglione dell’Ospedale Fatebenefratelli, si salvarono miracolosamente e così anche i medici e infermieri, nonostante il morbo di K. fosse molto contagioso.

Iniziò tutto il 16 ottobre 1943, il “sabato nero” del ghetto di Roma, quando le SS fecero un orrendo rastrellamento costringendo 1024 persone, tra cui centinaia di bambini, a salire sui treni dell’orrore per andare a morire ad Auschwitz.
Qualcuno però riuscì a evitare i nazisti e a salvarsi, cercando rifugio proprio sull’isola Tiberina dove il coraggioso dottor Borromeo, primario dell’ospedale, decise di ricoverarli tutti, quasi un centinaio.
Ovviamente bisognava compilare una cartella clinica per questi pazienti speciali. E così i tre medici, in particolare Vittorio Sacerdoti (che in quanto ebreo era già stato vittima delle leggi razziali e lavorava sotto falso nome all’ospedale, protetto dal primario Borromeo), immaginarono una malattia orrenda, devastante e contagiosa, il Morbo di K., dove la K. indicava in realtà Kesselring, lo spietato ufficiale nazista, o secondo altre fonti, Kappler, il disumano persecutore di Roma.
I finti ricoverati furono messi tutti in un reparto speciale, in isolamento.
La sera del 16 ottobre 1943, quando i nazisti arrivarono a perlustrare l’ospedale, trovarono i tre medici, Borromeo, Ossicini e Sacerdoti con delle mascherine sul volto, preoccupatissimi per lo scoppio di questa improvvisa e pericolosa epidemia. I nazisti allora pretesero di vedere tutte le cartelle cliniche, dato che c’era anche un medico tra loro, ma alla richiesta del dott. Borromeo di andare a visitare personalmente i malati, ebbero paura di questo terribile morbo di K. e preferirono andarsene.
E così tutti i finti malati ricoverati in isolamento si salvarono dall’orrore nazista.
Ma la storia non finisce qui.
Borromeo, Ossicini e Sacerdoti …. dichiararono morti proprio per il morbo di K. i finti pazienti e procurarono loro documenti falsi per farli fuggire, esponendosi così a grandi rischi, in un triste momento storico in cui le delazioni ai tedeschi erano all’ordine del giorno e l’ospedale pullulava di spie.
Questi tre medici coraggiosi non arretrarono davanti all’orrore e alla paura perché, come non smetteva di raccontare nelle interviste dopo la guerra Adriano Ossicini: “Bisogna cercare di essere dalla parte giusta, sempre”.
(Pietro Borromeo, figlio di Giovanni Borromeo ha raccontato questa storia nel libro: Il giusto che inventò il morbo di k. Fermento Editori, 2007)

Io fino ad oggi non conoscevo questo episodio storico, e penso anche tanti altri come me. Non lo abbiamo studiato sui libri di storia e nemmeno ce ne hanno mai parlato. Ringrazio l’amico Corrado, per avermelo fatto conoscere. Devo dire che mi ha colpito per la genialità, per il coraggio e per la volontà dei 3 medici di salvare vite umane. Mi ha fatto riflettere e capire che in questo momento non ci sono nemici visibili, ma ci sono tante vite da salvare, e chissà in questi giorni quanti episodi di coraggio ed altruismo che noi non conosceremo mai si sono verificate nei nostri ospedali.
Oggi, in questo anniversario speciale, oltre a ricordare tutti i partigiani caduti mi sento in dovere di ricordare anche tutte le persone che non ce l’hanno fatta a superare questa malattia. Mi sento di ringraziare dal profondo del cuore tutti i sanitari e tutti i volontari che hanno lottato fino allo stremo contro questa pandemia.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 24/04 ore 19,00
Situazione sanitaria: Ci sono altri 4 casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono quindi a 103.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.417 (+47 su 655 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 6. I guariti clinicamente in provincia sono 648 (+99 rispetto a ieri) mentre salgono a 696 (+66 rispetto a ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi

Tra tutti questi numeri, che da un lato migliorano perché sono diminuiti in modo deciso i decessi e aumentano in modo significativo le guarigioni, dall’altro preoccupano perché i casi positivi al tampone del COVID-19 continuano comunque ad aumentare, oggi ho ancora avuto una conferma della grande generosità dei Podenzanesi. Mi hanno comunicato che il conto corrente dedicato all’emergenza COVID per le famiglie in difficoltà del comune di Podenzano (IT 28 Q 0623 06541 00000 30869665), ha raggiunto una cifra ragguardevole grazie al contributo di tante donazioni. Diverse associazioni, semplici cittadini e famiglie, hanno voluto dimostrare la loro vicinanza alle famiglie in difficoltà. Ci sono state donazioni da 30 € a 3.000 €. Sono tutte donazioni importanti perché tutte insieme ci permettono di iniziare a dare una mano concreta a diverse famiglie.
Sono rimasto impressionato dalla generosità del nostro concittadino che ha donato 3.000 euro, ma anche dalla moltitudine delle persone che hanno voluto dimostrare la loro solidarietà a chi ha bisogno. Ancora una volta diverse associazioni di volontariato del nostro paese hanno risposto alla grande. Il percorso sarà ancora lungo, ci sarà bisogno ancora di tanto aiuto, ma grazie alla generosità di tanti, oggi abbiamo potuto pubblicare l’avviso per poter accedere a questi aiuti.
Sono un Sindaco davvero fortunato perché sono circondato da cittadini e associazioni con un grande cuore.
GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE!
Tre volte GRAZIE, perché esistete, perchè siete a Podenzano, perché vivete Podenzano.

Per avere indicazioni sulle famiglie che potranno accedere a questi aiuti è possibile scaricare l’avviso ed il modulo che trovate sul sito. Copie cartacee dell’avviso e del modulo della domanda possono anche essere ritirati negli appositi contenitori posti all’ingresso del Municipio.
Una volta compilati possono essere riportati nel contenitore apposito posto dall’altro lato dell’ingresso del Municipio o spediti alla mail: sociale@comune.podenzano.pc.it

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 23/04 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non ci sono per oggi altri casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano, quelli di ieri, che non erano pervenuti, erano 2. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono quindi a 99.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.370 (+50 su 725 tamponi refertati). Ieri erano 69 (non 75 come riportato sul comunicato di ieri) su 541 tamponi refertati. Ad oggi sono stati refertati 17.105 tamponi di cui 3.530 positivi al covid-19.
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 4. I guariti clinicamente in provincia sono 549 (+95 rispetto a ieri e + 165 rispetto all’altro ieri) mentre salgono a 630 (+55 rispetto a ieri e +88 rispetto all’altro ieri) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi

Ieri sera è stata pubblicata l’ordinanza numero 66 della Regione Emilia-Romagna. Il Decreto 66, in previsione di passare alla fase 2 dell’emergenza Coronavirus interviene in particolare in relazione all’esercizio dei mercati alimentari, del commercio al dettaglio dei prodotti florovivaistici, alla coltivazione del terreno per autoconsumo, ai tagli boschivi per autoconsumo, e in materia di accesso ai locali aziendali e ai magazzini delle attività sospese anche ai territori delle provincie di Rimini e Piacenza.
In altre parole, da oggi fino al 3 maggio data entro cui dovrebbero essere emanati provvedimenti del governo per noi cosa è cambiato?

1) sono consentiti i tagli boschivi per autoconsumo in presenza di una effettiva situazione di necessità;
2) Sono consentiti i mercati di soli banchi alimentari ma con determinate prescrizioni;
3) è ammesso per le attività produttive sospese, previa comunicazione al Prefetto, l'accesso ai locali aziendali di personale dipendente o terzi delegati per lo svolgimento di attività di vigilanza, attività conservative e di manutenzione, gestione dei pagamenti nonché attività di pulizia e sanificazione, la spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino nonché la ricezione in magazzino di beni e
forniture;
4) dal 27 aprile e sino al 3 maggio, potranno aprire le banche e gli uffici postali con il personale strettamente necessario e garantendo il rispetto delle disposizioni di cui al protocollo del 14 marzo 2020 sottoscritto tra organizzazioni datoriali e sindacali a livello nazionale.

Questi sono piccoli passi ponderati verso una ripartenza, che ni auguro avvenga in tempi rapidi ma con la giusta cautela ed attenzione per i lavoratori.
Intanto noi stiamo lavorando su diversi fronti per preparare progetti e proposte che possano aiutare le mamme lavoratrici che avranno bisogno di un aiuto per custodire i figli.
Con i nostri amici del Centro Diurno Socio-Riabilitativo, e l’Assessorato ai Servizi Sociali stiamo valutando l’opportunità di costruire progetti individualizzati che possano garantire una ripresa dell’attività con la massima sicurezza.
Questo maledetto virus, tra tante cose brutte che ci ha portato ci ha portato anche qualcosa di positivo: ci ha insegnato/costretto a pensare in modo diverso, a trovare soluzioni alle quali prima non si era mai pensato.

Mascherine: nei primi giorni della prossima settimana i volontari le divideranno, le imbusteranno e le faranno avere nella cassetta della posta di tutte le persone che hanno compiuto almeno 65 anni di età.
Entro fine settimana prossima le consegne saranno tutte terminate. NESSUNO VI SUONERA’ IL CAMPANELLO, NESSUNO DOVRA’ ENTRARE IN CASA VOSTRA A NOME DEL COMUNE. I VOLONTARI DOVRANNO AVERE ACCESSO SOLO ALLA CASSETTA DELLA POSTA. SE QUALCUNO VI CHIEDE DI ENTRARE CHIAMATE IMMEDIATAMENTE LE FORZE DELL’ORDINE AL 112 O AL 800 200 213.
LA VOSTRA SERENITA’, INCOLUMITA’ E TRANQUILLITA’ E’ PIU’ IMPORTANTE DI QUALSIASI MASCHERINA.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 22/04 ore 19,30
Situazione sanitaria: Oggi non sono pervenuti i dati ripartiti per comune.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.324 (+73).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 10. Non sono pervenuti nemmeno i dati relativi alle guarigioni.
Ci sono sicuramente meno ricoverati, tanto che l’ospedale da campo non ha più pazienti e si sta predisponendo lo smontaggio ma con il deposito a Piacenza per eventuali necessità che tutti si augurano non si verifichino.

Oggi siamo stati in videoconferenza con tutti i colleghi Sindaci della Provincia di Piacenza, per affrontare e discutere di diversi temi, che potrebbero essere oggetto di una ordinanza regionale imminente.
Abbiamo parlato dell’apertura di Poste e Banche con contingentamento delle persone all’interno, abbiamo discusso sulla riapertura dei mercati settimanali, per ora solo ai banchi alimentari e in spazi ben delimitati in modo da controllare l’afflusso di pubblico. Ci siamo confrontati sugli orti comunali e sui tagli boschivi.
Dopo essere stati messi al corrente della discussione del tavolo tra le parti sociali per la cosiddetta fase 2 (ripartenza) che si è tenuto ieri e dove il Presidente della Provincia Patrizia Barbieri ci ha comunicato la convergenza tra Sindacati e Organizzazioni Datoriali, abbiamo discusso delle nostre idee sulla fase 2 di ripartenza, con posizioni anche molto diverse da parte dei colleghi, ma sempre comunque molto positive, perché penso che dal confronto se si è attenti e se si ascoltano anche le idee di chi la pensa diversamente da te puoi cogliere degli spunti di riflessione che possono migliorare le tue idee. Tutti comunque siamo d’accordo che in questo momento l’unico protocollo applicabile sia quello del distanziamento sociale e l’uso dei dispositivi di protezione individuale e controlli adeguati affinchè non ci sia chi fa il “furbo”.
In un’ottica di possibile ripartenza ci siamo anche confrontati su come garantire servizi all’infanzia adeguati.
Abbiamo anche convenuto dell’importanza di comunicare che fin tanto che non sarà disponibile un protocollo preciso emanato dalla Regione Emilia-Romagna non è opportuno effettuare test sierologici di cui non si ha la certezza dell’attendibilità e che generano solo false sicurezze aumentando il rischio del contagio.
Non mi rimane che ringraziare di cuore i colleghi Sindaci da i quali anche oggi ho imparato l’importanza del tempo dedicato ad affrontare i problemi della nostra gente e lo spirito costruttivo con cui è necessario affrontare ogni confronto. Siamo una grande terra, popolata da persone che hanno voglia di lavorare, capaci di rimboccarsi le maniche, sono certo che insieme usciremo da questa emergenza e quando ne usciremo lo faremo a testa alta!

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 21/04 ore 19,00
Situazione sanitaria: Ci sono 2 nuovi casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 97.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.251 (+62 su 707 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 11. I guariti clinicamente in provincia sono 384 (+57 rispetto a ieri) mentre salgono a 542 (+18) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Una bella notizia: vi ricordate la bimba prematura di cui vi ho parlato qualche settima fa? Quella bimba ricoverata alla Divisione Prematuri dell’ospedale di Parma, che aveva bisogno del latte materno e che la madre non poteva allattare perché era in quarantena per Coronavirus a Piacenza? Quella del volontario grande, grosso e barbuto dal cuore grande? Ebbene sì, proprio lei. Oggi dopo 21 giorni ha riabbracciato la sua mamma, un momento emozionante e commovente. La piccola l’ha riconosciuta immediatamente. L’abbraccio di una madre ad una figlia è sempre qualcosa di speciale, è il ritorno a chi per tanti mesi ti ha aspettata, custodita e cresciuta nel proprio grembo, è il ritorno con chi per tanti mesi sei stata una cosa sola.
Sapete dove l’ha riabbracciata? Nel Centro di Quarantena allestito presso il Distaccamento Aeroportuale di San Polo. Era proprio destino che questa piccola e fragile bimba fosse legata al nostro territorio. La mamma, il papà (che è ancora a Piacenza) e la piccola stanno bene. Un momento di gioia in questo periodo buio e di angoscia, un raggio di luce che ci illumina di speranza per il futuro.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 20/04 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non sono per oggi altri casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 95.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.189 (+22 su 326 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 12. I guariti clinicamente in provincia sono 327 (-34 rispetto a ieri che sono guariti definitivamente) mentre salgono a 524 (+65) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Continua la distribuzione dei buoni spesa abbiamo raggiunto la somma di 22.660 €. In questi giorni sono arrivate altre richieste che saranno evase nei prossimi giorni. Un aiuto concreto alle famiglie bisognose, che a causa di questo virus stanno affrontando anche un’emergenza economica. 105 famiglie, un numero elevato che ci indica la grande crisi che stiamo attraversando e che insieme con l’aiuto di tutti dovremo superare.
Grazie!

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 19/04 ore 19,30
Situazione sanitaria: Ci sono altri 4 casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. Uno della giornata di ieri e 3 di oggi. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 95.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.167 (+64 su 651 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 15. I guariti clinicamente in provincia sono 361 (+3 rispetto a ieri) mentre salgono a 459 (+25) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Le polmoniti sono ancora in calo arrivano a quota 208 (-150 circa rispetto a 10 giorni fa).
Purtroppo, i numeri oggi non sono molto incoraggianti, sia in termini di tamponi positivi sia in termini di decessi.
Il numero dei tamponi positivi è fortemente influenzato dal numero di tamponi effettuati presso i Centri Residenziali per Anziani che da qualche giorno stanno preoccupando tutte le istituzioni. Il numero dei decessi è influenzato da alcuni decessi di pazienti in terapia intensiva da 3-4 settimane.
Dietro ad ogni numero ci sono persone che soffrono, che hanno sofferto o che ci hanno lasciato, questo ci deve aiutare a non dimenticare. Nonostante le polmoniti ed i ricoveri siano in forte calo, non possiamo abbassare la guardia, è necessaria la massima attenzione. Anche quando riprenderemo gradualmente le diverse attività dovremo fare in modo che tutti adottino le necessarie precauzioni: mascherine, guanti, disinfettanti e soprattutto distanze interpersonali. Non dobbiamo dimenticare la buona abitudine di metterci in fila rispettando la distanza da chi ci precede, sia che ci si trovi in un’attività commerciale, sia che ci si trovi in un luogo pubblico sia che ci si trovi sul lavoro. Più saremo bravi in questo e meno correremo il rischio di ritrovarci nella situazione di un mese fa.
Continueranno i controlli delle Forze dell’ordine, coadiuvate nella nostra Unione dei Comuni dal Gruppo Vega di protezione civile. Le risorse umane delle forze dell’ordine sono limitate, per questo avremo anche bisogno dell’aiuto di tutti voi cittadini con delle segnalazioni che ci possano aiutare a correggere comportamenti sbagliati. Anche in questo caso, tanto prima potremo intervenire nelle correzioni, tanto prima saremo efficaci nel contenimento della diffusione del contagio.
Ci tengo a precisare che il compito di un buon cittadino attivo è quello di segnalare eventuali comportamenti non conformi o situazioni di rischio, e lì si deve fermare, non c’è bisogno di nient’altro. Dopo è compito delle forze dell’ordine accertare se il comportamento è conforme o valutare se la situazione è pericolosa e solo se necessario intervenire di conseguenza.
Le Forze dell’ordine, in questa emergenza hanno dimostrato, di essere pronti, capaci ed efficaci a loro un grande ringraziamento per il grande lavoro svolto. Un grazie particolare anche agli Agenti della nostra Polizia Locale, che seppur con dotazioni organiche insufficienti, con scarse risorse, hanno dimostrato ancora una volta l’attaccamento al loro lavoro, alla loro divisa e alla nostra gente. Grazie!

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 18/04 ore 18,30
Situazione sanitaria: Non sono pervenuti i dati suddivisi per comuni.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.103 (+25 su 685 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 9. I guariti clinicamente in provincia sono 358 (+16 rispetto a ieri) mentre salgono a 434 (+4) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Le polmoniti sono ancora in calo, 100 in meno rispetto a una decina di giorni fa. Calano anche i ricoverati, una settimana fa erano 564 e oggi sono 468 (-96). In questa ultima settimana è aumentato notevolmente il numero dei tamponi prelevati che hanno raggiunto quota 15.350. In una settimana sono stati effettuati 3.500 tamponi e ne sono stati refertati 3.960, di cui solo 236 sono risultati positivi.
Alcuni famigliari di nostri concittadini ricoverati negli ospedali mi tengono aggiornato sulla evoluzione sanitaria. Sembra che la voglia di lottare non manchi e che a piccoli passi, poco alla volta ci siano miglioramenti continui.

Continuano i controlli di Polizia Locale e Carabinieri coadiuvati dalla Protezione Civile.

Non molliamo proprio ora, teniamo duro continuiamo su questa strada ponendo ancora il massimo dell’attenzione nel rispettare le misure restrittive. I frutti sembrano arrivare, non compromettiamo tutto con comportamenti poco intelligenti.
Rimaniamo a casa e quando usciamo indossiamo tutti la mascherina.
Nei prossimi giorni ne distribuiremo ancora presso le attività commerciali aperte. Stiamo cercando di organizzarci con i volontari per consegnarne un po’ anche a domicilio.
Grazie a tutti per la collaborazione.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 17/04 ore 20,00
Situazione sanitaria: Non ci sono altri casi positivi al tampone per COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 91.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.078 (+23 su 632 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 5. I guariti clinicamente in provincia sono 342 (-5 rispetto a ieri che sono passati tra i guariti definitivi) mentre salgono a 430 (+16) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Le polmoniti sono ancora in calo, 100 in meno rispetto a una decina di giorni fa.

Continuano i controlli di Polizia Locale e Carabinieri coadiuvati dalla Protezione Civile. Nei prossimi giorni inizieranno anche i test sierologici per le forze dell’ordine.

Cominciano a dare i loro frutti le misure restrittive adottate nel nostro territorio, questo non ci deve però indurre ad abbassare la guardia. Ora, sempre nel rispetto di tutte le norme igienico sanitarie utili a garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori è necessario, cercare di ripartire il prima possibile con le attività lavorative. La crisi economica che ci ha investito è la più drammatica che abbiamo mai conosciuto. E dovere di tutte le istituzioni lavorare insieme affinchè tutte le aziende che sono in grado di garantire l’applicazione di rigide misure anti-contagio dei lavoratori possano ripartire. Dopo questa ecatombe, sanitaria ed economica, dobbiamo cercare di salvaguardare il numero massimo di posti di lavoro, altrimenti dovremo affrontare un’emergenza sociale senza precedenti. Voglio essere chiaro per non essere frainteso o strumentalizzato, non dobbiamo mettere a rischio nessuna altra vita, la salute prima di tutto, ma non possiamo nemmeno perdere posti di lavoro. Nei prossimi giorni sono stati convocati tavoli di confronto dove parteciperanno tutte le parti sociali per concordare le modalità della “ripartenza sicura”, mi auguro che a questi tavoli non siano messi in contrapposizione sicurezza sanitaria con la necessità economica. Le aziende che hanno continuato a lavorare perché produttrici di beni essenziali hanno dimostrato che sicurezza sanitaria e lavoro possono coesistere. Basta volerlo! Quindi chi non vuole applicare i protocolli per la sicurezza, o non è in grado di applicarli nella propria attività, non lavora, ma chi dimostra di poter lavorare in sicurezza è giusto che possa riprendere a lavorare. Quando sarà possibile questa ripartenza ed in che modo? In questo momento non è facile stabilirlo, non è il giorno avanti o indietro che può cambiare il destino delle cose, ma mi auguro che ciò possa avvenire nel più breve tempo possibile e possa avvenire in modo omogeneo a livello nazionale senza differenze di applicazioni tra diversi territori per evitare fenomeni distorsivi della concorrenza tra attività operanti in Regioni diverse. Mi piacerebbe che per una volta a tutti i livelli si smettesse di strumentalizzare politicamente ogni decisione e si cercasse di lavorare per il bene comune del nostro paese come hanno fatto, pur appartenendo a ideologie politiche profondamente diverse, i nostri padri costituenti dopo la guerra.
Chissà che magari non esca qualcosa di buono anche questa volta come fu allora per la nostra Costituzione.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 16/04 ore 19,00
Situazione sanitaria: C’è un nuovo tampone positivo al COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 diventano 91.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.055 (+25 su 416 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 10. I guariti clinicamente in provincia sono 347 (-30 rispetto a ieri che sono passati tra i guariti definitivi) mentre salgono a 414 (+55) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Le polmoniti sono ancora in calo, e continua a crescere fortunatamente il numero dei guariti. La notizia positiva di oggi, infatti, è che nella nostra provincia pare che la somma dei guariti (clinicamente e in modo definitivo) abbia superato il numero dei decessi.

Oggi sono arrivati altri 4 ospiti al Centro Quarantena di San Polo.

Continuano i controlli di Polizia Locale e Protezione Civile, anche su segnalazione di cittadini.

Continua la distribuzione dei buoni spesa per le emergenze alimentari delle famiglie bisognose con l’aiuto dei volontari della Croce Rossa. Nel comune di Podenzano sono già state evase 91 richieste per € 18.300. Ricordo che i fondi messi a disposizione dal Governo sono 400 milioni di euro e che per il Comune di Podenzano sono pari a € 48.318,45. Questi rappresentano un’anticipazione a cui dovrebbero seguire altre integrazioni.

Chi non ne avesse fatto richiesta e rientra tra le persone che possiedono i requisiti può scaricare il modulo e farlo pervenire al seguente indirizzo di posta elettronica sociale@comune.podenzano.pc.it oppure depositandola presso l’apposito raccoglitore posto all’ingresso del Municipio.
Puoi scaricare il modulo . Per verificare se possiedi i requisiti puoi consultare l’avviso pubblico .

Come vi ho comunicato qualche sera fà, siamo perfettamente coscienti che oltre all’emergenza alimentare dovremo gestire anche l’emergenza economica. Diverse famiglie che hanno fatto ricorso o faranno ricorso ai buoni spesa, avranno bisogno di aiuto anche per alcune utenze.
Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti anche per queste emergenze. Le donazioni potranno essere effettuate sul Conto Corrente Dedicato e intestato “COMUNE DI PODENZANO – EMERGENZA COVID19” IBAN IT 28 Q 0623 06541 00000 30869665. I fondi raccolti saranno interamente utilizzati dai servizi sociali per aiutare i nostri concittadini in difficoltà e saranno rendicontati. Faccio appello al grande cuore di tutti.
Grazie!

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 15/04 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi tamponi positivi al COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 90.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 3.030 (+51 su 664 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 9. I guariti clinicamente in provincia sono 377 (+26 rispetto a ieri che sono passati tra i guariti definitivi) mentre salgono a 359 (+25) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Le polmoniti sono ancora in calo, e continua a crescere fortunatamente il numero dei guariti. Le notizie dei nostri concittadini ricoverati che mi sono arrivate dai famigliari sono positive, chi più chi meno ma comunque verso un miglioramento della situazione clinica.

Come previsto oggi sono arrivati i primi 5 ospiti al Centro Quarantena di San Polo.

Continuano i controlli di Polizia Locale e Protezione Civile.

Stasera ho anticipato il comunicato perché alle 19 abbiamo il Consiglio e la Giunta dell’Unione Valnure Valchero dove approveremo anche il progetto esecutivo per la REALIZZAZIONE DI CICLOVIE DI INTERESSE REGIONALE, con la speranza di poterle terminare ed utilizzare il prima possibile. Il Progetto è cofinanziato con il FONDO SVILUPPO E COESIONE INFRASTRUTTURE 2014-2020, messo a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna ed interesserà tutti 5 i comuni dell’Unione. Per noi ed il comune di Vigolzone interesserà il collegamento con Grazzano Visconti.

Buona serata.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 14/04 ore 19,30
Situazione sanitaria: C’è un nuovo tampone positivo al COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono 90.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 2.979 (+26 su 398 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 9. I guariti clinicamente in provincia sono 351 (+47 rispetto a ieri che sono passati tra i guariti definitivi) mentre salgono a 334 (+15) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Le polmoniti sono ancora in calo, ma la discesa è rallentata. La situazione in pronto soccorso è normalizzata.

Il Centro Quarantena di San Polo è stato preso in carico da AUSL Piacenza e da domani cominceranno ad arrivare i primi ospiti, saranno inseriti gradualmente nella struttura e saranno assistiti da volontari della Croce Rossa. Non ci sarà un centro di cura ma solo un centro di quarantena per quelle persone che non hanno più bisogno di cure ma che non possono ancora tornare a casa per diversi motivi. Grazie al lavoro congiunto di Protezione Civile, Esercito, Aeronautica, AUSL e Croce Rossa, il centro è pronto. Grazie anche al lavoro del nostro Prefetto e della Regione Emilia Romagna si è aperta questa opportunità.
La “chiusa e omertosa” San Polo come è stata definita dai giornali non tanto tempo fa, dimostra invece di essere aperta e di essere pronta a dare il proprio contributo in questa emergenza.

Oggi ho assistito, a come i nostri volontari preparano le spese per le consegne a domicilio. Sono uno spettacolo, un’organizzazione impeccabile, ognuno con il proprio “biglietto”, il carrello e poi tutti in fila rispettando le distanze alla cassa. Caricati 3 furgoni iniziano le consegne. Ho visto diverse nostre associazioni e semplici cittadini all’opera. Semplicemente degli angeli fantastici!

Prosegue, sempre con la preziosa collaborazione della nostra Croce Rossa, la distribuzione dei buoni spesa, ad oggi sono state evase 73 domande, quindi sono stati distribuiti a 73 nuclei famigliari 15.660 € che potranno essere spesi fino al 24 aprile. Le domande sono ancora aperte.

Non mi rimane che dire GRAZIE! Come ho già detto in altri contesti, sono un sindaco molto fortunato, perché sono stato chiamato ad amministrare un comune ricco, di umanità, di solidarietà, di bontà, di disponibilità e di amore per la propria gente. Grazie ragazzi e ragazze, tutta Podenzano è orgogliosa di voi.
Buona serata.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 13/04 ore 19,00
Situazione sanitaria: Ci sono 3 nuovi tamponi positivi al COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono 89.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 2.953 (+35 su 660 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 8. I guariti clinicamente in provincia sono 304 (-15 rispetto a ieri che sono passati tra i guariti definitivi) mentre salgono a 319 (+22) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Le polmoniti sono nettamente inferiori rispetto a qualche settimana fa, ma la discesa è rallentata. La situazione in pronto soccorso è normalizzata.

Da domani, saranno a disposizione dei clienti delle attività commerciali aperte al pubblico, le mascherine arrivate dalla Regione Emilia-Romagna. In mattinata i volontari le consegneranno agli esercenti (alimentari, ferramenta, edicole, tabaccherie e farmacie) in modo che qualora ci fosse qualcuno che entra nel pubblico esercizio sprovvisto ne venga dotato. Indossare la mascherina è importante per la nostra salute e per quella delle persone che abbiamo davanti.

Un grande GRAZIE alle Forze dell’Ordine: Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e alla nostra Polizia Locale che stanno facendo un ottimo lavoro garantendo controlli capillari. Grazie anche ai volontari del Gruppo Vega della Protezione Civile che hanno coadiuvato i controlli.
Dopo la giornata di ieri dove, la protezione civile ha faticato non poco a contenere le persone che con il cane o da soli si stavano allontanando troppo da casa, stamattina ho fatto un giro in auto per controllare i luoghi dove, nel giorno di Pasquetta, qualcuno, stanco di stare in casa, poteva andare a fare una camminata o una corsetta: parco urbano, centro sportivo, Vannina, il vallo (questo è davanti a casa e lo presidio bene), Casaleto, Case Gatti, Altoè, lungo Nure, e devo dire che ho incontrato solo una Pattuglia della Polizia Locale e l’auto dei volontari del gruppo Vega che arrivava da San Polo. Tutto sotto controllo, nessuno in giro. Questo mi ha aperto il cuore, ho capito che i podenzanesi hanno compreso la necessità di rimanere in casa e con grande senso civico lo hanno fatto. Oggi verso le 13 mi ha chiamato il Questore, era al lavoro, e anche lui mi ha confermato che i suoi uomini hanno notato questo cambio di atteggiamento, confermato in chat anche da diversi colleghi Sindaci.
Nel pomeriggio, in casa con le finestre aperte, sentire le persone nel loro giardino conversare tranquillamente, i bambini giocare con i propri genitori, qualche pianto dal balcone, qualche capriccio, qualcuno che fa giocare il cane lanciando la palla, mia figlia in videochiamata con i suoi amici, mi ha confermato che eravamo proprio tutti a casa.
Verso le 18,15 chiamo anche il Comandante della Polizia Locale, che anche oggi era al lavoro. “Paolo, come va?” dall’altra parte del telefono “Sindaco, siamo qua sulla SP 654 all’altezza di via Formaleoni, da più di 1 ora ed è passata una sola auto regolare. Oggi i cittadini sono stati proprio bravi, hanno rispettato le regole”.
E’ vero il comandante ha ragione, siete stati veramente bravi. Continuiamo così, è l’unico modo per fare scendere la curva delle polmoniti e fermare il contagio. E’ l’unico modo affinchè il 3 maggio si possa riprendere gradualmente a vivere. Lo potremo fare solo se tutti insieme saremo stati bravi come oggi fino ad allora.
Grazie!
Buona serata.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 12/04 ore 19,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi tamponi positivi al COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 86.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 2.918 (+39 su 492 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 11. I guariti clinicamente in provincia sono 319 (-3 rispetto a ieri che sono passati tra i guariti definitivi) mentre salgono a 297 (+5) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Ieri sera è stata pubblicata la nuova ordinanza del Presidente della Giunta Regionale dell’Emilia Romagna, la n. 61 del 11 Aprile, che sostanzialmente conferma le misure restrittive i vigore fino al 3 maggio.

I dati sono in miglioramento, gli aggiornamenti che mi arrivano dai parenti dei nostri concittadini ricoverati per COVID sono positivi, anche questi con continui leggeri miglioramenti, alcune dimissioni ed alcune guarigioni. I decessi, pur confermando il trend in diminuzione, (11 oggi per la nostra provincia) sono sempre tanti. Troppi! Da quando è iniziata questa emergenza, nella nostra provincia, siamo arrivati a 723 decessi di persone che erano risultate positive al COVID-19.
Oggi abbiamo passato una Pasqua un po’ “particolare”, in molti abbiamo dovuto passarla in casa, ma fortunatamente con a fianco i nostri cari. Ci sono state però anche tante persone che l’hanno dovuta passare nei luoghi di cura, per curarsi o per curare chi ne aveva bisogno. Il mio primo pensiero oggi è andato a loro, ai primi per un augurio di pronta guarigione ed ai secondi per un immenso grazie e un sincero augurio che questa immane fatica possa terminare al più presto.
Ho pensato anche a tutti i nostri concittadini che ci hanno lasciato perché non hanno superato le insidie di questa tragedia disumana, ed ai loro famigliari che purtroppo hanno passato la Pasqua a casa ma senza di loro. Ho pianto ed ho immaginato di abbracciarli tutti anche a nome vostro in un lungo abbraccio fraterno di vicinanza e di cordoglio. Ho pensato anche a tutte quelle persone sole che hanno passato a casa la Pasqua e che quest’anno a causa di questo maledetto virus si sono sentite ancora più sole e più isolate. Ho immaginato quanto sarebbe stato bello per loro ricevere la visita di un figlio, di un nipote, di un amico ma non hanno potuto.
Prima o poi finirà questo brutto momento, ne sono certo! Spero sia nel più breve tempo possibile, ma perché questo sia davvero breve dobbiamo ancora impegnarci tutti. Ancora tutti insieme, rimanendo a casa e rispettando le regole, le distanze minime per salvaguardare la nostra salute e quella degli altri.

Ho bisogno della vostra collaborazione! Rimanete a casa! Anche domani rimanete a casa, per favore! Grazie!
Buona serata.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 11/04 ore 19,30
Situazione sanitaria: C’è un nuovo tampono positivo al COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 diventano a 86.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 2.879 (+13 su 371 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 6. I guariti clinicamente in provincia sono 322 (-15 rispetto a ieri che sono passati tra i guariti definitivi) mentre salgono a 292 (+21) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
In Pronto Soccorso è confermata la situazione di ieri con pochi accessi.

Stasera vi lascio con un messaggio che ho registrato per tutti voi, sulla pagina FB Alessandro Piva Sindaco – Amministrazione Comunale di Podenzano - un modo diverso per farvi avere i miei auguri di buona Pasqua.
Buona serata e buona Pasqua.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 10/04 ore 20,30
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi tamponi positivi al COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono a 85.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 2.866 (+27 su 351 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 14. I guariti clinicamente in provincia sono 337 (+41 rispetto a ieri) mentre salgono a 271 (+23) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
In Pronto Soccorso è confermata la situazione di ieri con pochi accessi.

Anche stasera arrivo in ritardo con il comunicato, ma a causa di un guasto sulla linea elettrica Case Gatti – San Rocco, tra le 16.30 e le 17 si sono verificati distacchi dell’energia elettrica anche in altre aree del paese. Il problema poi è stato risolto in modo definitivo fra le 18,30 e le 19,00. Questi distacchi però hanno causato un’anomalia alla centralina di un antifurto installato in una casa di due anziani non autosufficienti isolati in quarantena con la loro badante. Questa anomalia non permetteva di disinserire l’antifurto con la sirena che continuava a suonare. La badante ha staccato l’energia elettrica per interrompere la sirena ma la casa non era più alimentata. Per i due coniugi e la badante si prospettava una nottata al buio e senza acqua calda. Ho chiamato l’installatore dell’antifurto che molto prontamente mi ha detto, “è un’operazione semplicissima, deve togliere alimentazione alla centralina”. Sì, ma la centralina era nell’abitazione dove erano in isolamento 3 persone, dove quindi io non potevo entrare. Dopo essermi confrontato con il comandante della Polizia Locale Giovannini, ho contattato il 115 che in un quarto d’ora ha mandato una squadra, attrezzata per queste situazioni. Un Vigile del fuoco dopo aver indossato tutti i dispositivi necessari per queste situazioni, è entrato nell’abitazione dei 2 coniugi, ha fatto l’operazione che l’installatore aveva consigliato e ha ripristinato l’energia elettrica nella casa. I due anziani coniugi che all’inizio erano molto preoccupati per la notte che li attendeva, alla fine erano felici di aver risolto la situazione e mi hanno chiesto di ringraziare di cuore i vigili del fuoco intervenuti.
Tutto questo per dire che questo maledetto virus è in grado di complicare terribilmente anche situazioni che in atre circostanze si sarebbero risolte molto semplicemente in pochi minuti.

Ho visto all’opera una squadra di vigili del fuoco molto preparati, efficienti, cordiali, che appena sono arrivati hanno preso in mano la situazione e hanno trasmesso calma e serenità a tutto il quartiere. Questi sono uomini fantastici, con un grande cuore ma anche con una grande testa preparata ad affrontare qualsiasi situazione con razionalità, intelligenza ed in alcuni casi con tanto coraggio come hanno fatto in occasione dei due incendi che si sono verificati sul nostro territorio durante la scorsa estate.
Un grande grazie ai Vigili del Fuoco di Piacenza a nome dei due coniugi ma anche nome di tutta la comunità di Podenzano.

Ringrazio i cittadini e le associazioni che già da oggi hanno cominciato ad alimentare il Conto Corrente Dedicato del “COMUNE DI PODENZANO – EMERGENZA COVID19” IBAN IT28Q0623065410000030869665 aperto solo ieri sera. Tutte le donazioni saranno utilizzate dai servizi sociali per aiutare i nostri concittadini in difficoltà e saranno rendicontate.
Grazie! Grazie davvero!

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 09/04 ore 19,30
Situazione sanitaria: Due nuovi tamponi positivi al COVID-19 a Podenzano. I tamponi che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 85. Come avete notato ho cambiato la terminologia, utilizzandone una più corretta, perché quella che ho utilizzato fino a ieri poteva trarre in inganno. Cosa significa che i cittadini contagiati da Covid-19 a Podenzano sono stati 85? In questo momento non è possibile confermarlo con certezza perché possono esserci dei casi di Covid-19 che essendo asintomatici non sono stati sottoposti a tampone. Al contrario ci possono essere casi di persone che hanno contratto il covid-19, che sono clinicamente guariti, ma che continuano ad essere positivi al tampone, quindi che hanno più tamponi positivi pur essendo guariti.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i tamponi risultati positivi ai test sono saliti a 2.839 (+36 su 566 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 13. I guariti clinicamente in provincia sono 296 (-29 rispetto a ieri che sono passati tra i guariti) mentre salgono a 248 (+43) i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
In Pronto Soccorso è confermata la situazione di ieri con pochi accessi, ed anche i ricoveri per polmoniti si sono stabilizzati a livelli inferiori rispetto alla settimana scorsa.

Con l’aumento del numero dei guariti, si sta andando verso una normalizzazione della situazione ospedaliera, ma come vi accennavo sopra, ci sono anche diversi casi di guariti clinicamente che sono ancora positivi al tampone che se dimessi, a casa potrebbero infettare i famigliari e causare una ripresa dell’infezione, o situazioni per le quali è necessario ancora un periodo di isolamento. Il Direttore Generale dell’AUSL di PC ha chiesto di poter utilizzare per queste situazioni il Centro di Quarantena di San Polo. Una struttura attrezzata e pronta per ricevere nel giro di pochi giorni 40 persone senza problemi, in modo da poter alleggerire la situazione in ospedale, ripristinare i vari reparti e tornare a pianificare l’attività ospedaliera ordinaria.
Stamattina con S.E. il Prefetto Maurizio Falco, l’Assessore Regionale Protezione Civile Irene Priolo, il Comandante del Distaccamento Aeroportuale Ten. Col. Francesco Rossi e il Direttore del Polo di Mantenimento Pesante Brig. Gen. Sergio Santamaria abbiamo fatto un sopraluogo. Grazie all’impegno dei volontari del Protezione Civile e di Croce Rossa e al lavoro di squadra di Istituzioni come Governo, Esercito, Aeronautica, Regione Emilia-Romagna, Prefettura e Enti Locali abbiamo la disponibilità di quest’area. I giornalisti mi hanno chiesto se ci sono state contestazioni o preoccupazioni da parte degli abitanti di San Polo. Ho sorriso (anche se sotto la mascherina non si vedeva) ed ho risposto che, contrariamente a quanto è stato detto non tanto tempo fa dai giornalisti, i cittadini di San Polo non sono “chiusi e omertosi” ma sono “generosi ed accoglienti” con chi ha bisogno e sono “sempre pronti” a fare la loro parte quando necessario. In questa emergenza San Polo, Podenzano ed i cittadini hanno risposto alla grande perché hanno un grande cuore.

Oltre all’emergenza sanitaria dobbiamo gestire anche l’emergenza economica. Abbiamo diverse famiglie che hanno fatto ricorso ai buoni spesa, e che avranno bisogno anche per le bollette e gli affitti.
Oggi abbiamo aperto un Conto Corrente Dedicato del “COMUNE DI PODENZANO – EMERGENZA COVID19”
IBAN IT28Q0623065410000030869665 sul quale è possibile fare donazioni che saranno interamente utilizzate per aiutare i nostri concittadini in difficoltà. Tutte le donazioni saranno utilizzate dai servizi sociali e saranno rendicontate. Faccio appello al grande cuore di tutti.
Grazie!

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 08/04 ore 19,00
Situazione sanitaria: Un nuovo caso a Podenzano positivo al COVID-19. I nostri concittadini che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 83.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.803 (+27 su 713 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 10. I guariti clinicamente in provincia sono 325 mentre salgono a 205 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
In Pronto Soccorso è confermata la situazione di ieri con pochi accessi, ed anche i ricoveri per polmoniti si sono stabilizzati a livelli inferiori rispetto alla settimana scorsa.

Scusate il ritardo del comunicato ma ho appena finito una videoconferenza con gruppo tributi, per condividere con gli altri comuni della nostra unione le agevolazioni fiscali relative ai tributi degli enti locali, da poter mettere in campo per i nostri cittadini e le nostre attività produttive.
Oggi ci hanno comunicato che nei prossimi giorni ci saranno consegnate mascherine chirurgiche messe a disposizione della Regione Emilia-Romagna per i nostri cittadini. Al Comune di Podenzano ne arriveranno 4.100. Un segnale chiaro della Regione per far capire che quando ci si reca in luoghi dove ci sono altre persone è necessario indossare la mascherina. Con questo primo arrivo l’obiettivo è di mettere quelle persone che ne sono ancora sprovvisti e che ne hanno assoluta necessità nella condizione di poterne avere a disposizione almeno una.
Le mascherine non sono “eterne” hanno una durata limitata, quindi presumo che ne arriveranno altre. Siamo in 9.180 abitanti, non ci sono per tutti, questo mi sembra ovvio, quindi faccio appello ancora una volta alla vostra collaborazione, di tutti i cittadini, affinchè chi ne è già dotato e non ne ha necessità immediata rinunci a favore di chi non la ha ancora.
Quando serve la mascherina? Quando esco per andare al lavoro o per andare in farmacia o a fare la spesa. Quindi non saranno distribuite in comune. Non venite e non telefonate in comune. Non serve!
Non appena arriveranno metteremo queste mascherine a disposizione dei clienti delle attività commerciali aperte al pubblico, consegnandone agli esercenti un certo numero, in modo che qualora ci fosse qualcuno che entra nel pubblico esercizio sprovvisto ne venga dotato. Indossare la mascherina è importante per la tua salute e per quella delle persone che hai di fronte.

Grazie a tutti per la collaborazione.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 07/04 ore 20,00
Situazione sanitaria: Un nuovo caso a Podenzano positivo al COVID-19. I nostri concittadini che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 82.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.786 (+16 su 314 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 12. I guariti clinicamente in provincia sono 286 mentre salgono a 194 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
In Pronto Soccorso è confermata la situazione di ieri con pochi accessi, ed anche i ricoveri per polmoniti si sono stabilizzati a livelli inferiori rispetto alla settimana scorsa.

Nei giorni scorsi si è attivata una catena di solidarietà straordinaria che ha consentito di far pervenire ai reparti di medicina d'urgenza, osservazione breve intensiva e sub-intensiva delle maschere a gran facciale adattate e adattabili per essere collegate ai Respiratori CPAP. Grazie ad un Medico di Medicina Generale del nostro territorio che si è interessato, ed attraverso i suoi contatti è riuscito a reperirne qualcuna per effettuare qualche test presso il Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza di Piacenza, alla Unità di Terapia Intensiva Respiratoria di Castel San Giovanni e alla Medicina Interna di Fiorenzuola d’Arda. Il Medico ha contattato la Ditta Mares ed una volta avuta la disponibilità, essendo impossibilitato per motivi di salute, ci ha contattato per avere un aiuto. Con il Sindaco di San Giorgio abbiamo interessato il comandante della nostra Polizia Municipale che ha fatto intervenire i volontari del Gruppo Vega della protezione civile. In poche ore i materiali sono pervenuti a chi di dovere per una valutazione.
Se tali materiali troveranno ampia applicazione clinica, si cercherà di organizzare una seconda e se necessario una ulteriore fornitura, alla luce di quelle che saranno le indicazioni che i responsabili delle unità operative. Tutto questo è chiaramente su base volontaria e senza onere alcuno per l'AUSL di Piacenza.

Oggi è partita la distribuzione dei buoni spesa a chi ha fatto pervenire la richiesta nelle giornate di ieri e domenica. La distribuzione avviene a cura dei volontari della CRI di Podenzano nei pomeriggi di martedì, giovedì e venerdì, sotto il tendone nel cortile della Casa della Salute. Le persone che devono ritirare i buoni saranno chiamate su appuntamento per evitare ressa e assembramento. Prima di poter avere i buoni spesa è necessario compilare e far pervenire la domanda ai nostri servizi sociali, via mail sociale@comune.podenzano.pc.it dopo aver scaricato il modulo che trovate sul sito del Comune.
Chi fosse impossibilitato a scaricare il modulo può ritirare una copia cartacea della domanda dalla cassetta posizionata appena dietro al cancello di ingresso del municipio, compilarla ed imbucarla nell’altra cassetta posizionata sul lato opposto del cancello.

Anche oggi, grazie all’opera dei volontari di due associazioni siamo riusciti a garantire 2 servizi fondamentali ed indispensabili in questo momento di emergenza.
Non ci sono tante cose da dire se non GRAZIE! Grazie di cuore al Medico di Medicina Generale che si è adoperato per fare avere nuovi dispositivi alla nostra AUSL. Grazie ai volontari del Gruppo Vega della Protezione Civile, coordinati dal nostro Comandante della Polizia Municipale, per la pronta disponibilità ad intervenire quando necessario. Grazie ai volontari di Croce Rossa per l’impegno costante, professionale e instancabile che ci stanno mettendo. Grazie anche ai Servizi Sociali dell’Unione Valnure Valchero che a tempo di record hanno messo a punto un servizio come quello dei buoni spesa non semplice da gestire in così breve tempo. Ogni domanda viene presa in esame e nel giro di poche ore i richiedenti vengono contattati direttamente
Grazie a tutti per la collaborazione.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 06/04 ore 20,00
Situazione sanitaria: Altri 2 nuovi casi a Podenzano positivi al COVID-19. I nostri concittadini che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 81.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.760 (+43 su 522 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 10. I guariti clinicamente in provincia sono 273 mentre salgono a 188 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
In Pronto Soccorso è confermata la situazione di ieri con pochi accessi, ed anche i ricoveri per polmoniti si sono stabilizzati a livelli inferiori rispetto alla settimana scorsa.
Stasera sono in ritardo con il comunicato perché ho terminato da poco una videoconferenza. Con le Responsabili dei servizi sociali ed il Vicesindaco, abbiamo incontrato i numerosi volontari del nostro paese. Abbiamo fatto il punto della situazione, abbiamo analizzato alcuni aspetti critici, ci siamo confrontati su come mantenere tutte le precauzioni necessarie per la privacy dei cittadini, ma abbiamo anche affrontato i temi della depressione che questa situazione sta creando nelle persone fragili. I nostri servizi sociali, in prima linea in questa emergenza, hanno ringraziato i volontari senza i quali oggi non sarebbe possibile gestire questa emergenza sanitaria, e hanno dato loro indicazioni relativamente ad alcuni aspetti gestionali, ma soprattutto hanno chiesto loro una mano ulteriore: hanno chiesto di segnalare eventuali situazioni critiche che il servizio in questo momento non riesce a cogliere o che sono emerse proprio a causa di questa emergenza. L’obiettivo dei nostri servizi sociali è quello di essere sempre vicini ai nostri cittadini, di consigliarli, di accompagnarli in un percorso sicuro, di aiutarli nel momento del bisogno. Abbiamo parlato a lungo con i volontari, ed è emerso fortemente il loro desiderio di voler aiutare gli altri. Tutti consapevoli dei rischi che corrono per la propria salute, hanno voluto in questo momento di bisogno essere pronti, essere disponibili per gli altri. Come possiamo stare con le mani in mano sapendo che là fuori c’è bisogno di noi? Questo il loro pensiero.
Anche oggi ho ricevuto diverse telefonate di persone che si sono rese disponibili alle quali ho risposto che ci sarà lavoro per tutti, che appena avremo bisogno le contatteremo. Questo mi riempie il cuore, mi dà il coraggio di affrontare i prossimi giorni, mi da la forza per superare i nuovi problemi.
Ora però il problema più grosso è fare capire a tutti che bisogna stare in casa, fatelo anche per questi ragazzi che si impegnano quotidianamente anche rischiando la salute.
Prima di chiudere, controllo le mail che ho ricevuto durante questa lungo pomeriggio per vedere se devo aggiungere qualche nuova notizia al comunicato e ne trovo una che, dopo la videoconferenza appena terminata, voglio condividere con voi.
L’autore di cui non faccio nome, tra le diverse cose scrive: “ ….. Personalmente sono rimasto molto colpito da come il nostro territorio abbia reagito a questa difficoltà e del numero di volontari che hanno partecipato attivamente sacrificando il loro tempo e mettendo a rischio anche la propria salute. Nel mio piccolo sento la necessità di doverli ringraziare e di esprimere la mia riconoscenza regalando un momento di spensieratezza e di positività, quando si potrà …. Pertanto vorrei regalare n. 80 Gift card del valore di una “Cena” ….le persone (i volontari) , previa prenotazione potranno venire nel mio locale ed esibendo la Card (valida per 1 persona) riceveranno in omaggio il pasto. E’ un piccolo gesto ma penso simbolico per cercare di riunire la nostra comunità e ricostruire insieme nuovi ricordi positivi. Insieme, forse è possibile, alleviare la sofferenza e ripartire.”
Come Sindaco, ovviamente ho ringraziato per l’iniziativa e l’ho comunicato attraverso al coordinatore a tutti i volontari.
Grazie caro Sig. M. per questo pensiero.
E’ proprio così. Insieme ripartiremo. Insieme, con l’impegno di tutti!
Grazie per la collaborazione.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 05/04 ore 19,00
Situazione sanitaria: Altri 2 nuovi casi a Podenzano positivi al COVID-19. I nostri concittadini che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 79.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.717 (+49 su 569 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 15. I guariti clinicamente in provincia sono 245 mentre salgono a 179 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
In Pronto Soccorso è confermata la situazione di ieri con pochi accessi, ed anche i ricoveri per polmoniti si sono stabilizzati a livelli inferiori rispetto alla settimana scorsa.
Ieri è stata l’Ordinanza n. 58 del Presidente della Regione Emilia-Romagna, allegata, con la quale si confermano fino al 13 aprile le misure restrittive già in vigore per il nostro territorio ed in particolare:
1. Chiusura al pubblico di parchi e giardini pubblici;
2. L’uso della bicicletta e lo spostamento a piedi sono consentiti esclusivamente per le motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche (lavoro, ragioni di salute o altre necessità come gli acquisti di generi alimentari);
3. Nel caso in cui lo spostamento a piedi sia dovuto a ragioni di salute o per le esigenze fisiologiche dell’animale di compagnia, si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione.

Da domani in ottemperanza all’ordinanza n. 3 del 3 aprile emanata da Ministero della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Emilia Romagna, gli uffici postali rimarranno chiusi al pubblico fino al 13 aprile. Gli uffici postali potranno essere aperti straordinariamente e temporaneamente solo su appuntamento per l’esercizio di servizi indifferibili e di comprovata necessità. Per appuntamenti è disponibile il numero verde 800 211 290.

Continuano i controlli di Polizia Locale e Carabinieri coadiuvati dal Gruppo Vega della Protezione Civile. Quest’ultima oggi mi ha segnalato che non ci sono state situazioni di assembramento su Podenzano e questo è positivo, ma purtroppo è meno positiva la segnalazione relativa a tanti proprietari di cani che (complice la bella giornata di sole) si sono spinti molto al di là della “prossimità della propria abitazione”. Alcuni sono stati sorpresi lontani dalle proprie abitazioni ed invitati a tornarci.
Io mi chiedo: perché deve esserci un volontario della Protezione Civile che vi invita ad andare a casa? Non lo sapevate? E’ così difficile il concetto di “prossimità”? Non stiamo parlando di 100 m avanti o indietro (per me sarebbero già troppi). Il problema è che siete stati trovati in giro per le frazioni del paese!
Perché non riuscite proprio a rispettare le regole? Le dobbiamo rispettare tutti! Non vedo le motivazioni per cui se possono farlo i genitori con dei bambini non possiate farlo anche voi.
Anche per me oggi è domenica. Questo periodo ha cancellato ogni impegno istituzionale. Oggi non c’erano videoconferenze, se non il collegamento alla chat dei Sindaci per rimanere aggiornato sull’evoluzione della situazione. Anche oggi, il Presidente della Provincia Patrizia Barbieri ci puntualmente aggiornati. Avrei avuto il tempo e soprattutto il desiderio di farmi una bella camminata, dopo una settimana passata in comune dietro ad una scrivania, davanti ad un computer, tra mille problemi, una bella camminata sarebbe stato quello che ci voleva per staccare un po’ la spina. Anch’io ho un cane. Avrei avuto la “scusa” per uscire. Ma non l’ho fatto. O meglio, sono andato in auto davanti al comune per verificare che ci fossero ancora copie disponibili dei moduli per le domande dei buoni spesa, ho fatto un giro dei luoghi più frequentati per vedere la situazione (stamattina era regolare), e sono tornato a casa. Sì, perché se non sono obbligato ad uscire per lavoro o per andare in comune STO A CASA. Anche se abbiamo il cane non siamo immuni da COVID-19, questo non dimentichiamocelo.
Oggi poi alle 17,00 (confesso con qualche minuto di ritardo), sempre stando a casa, mi sono collegato in streaming alla Santa Messa celebrata dal nostro sacerdote Don Fausto.
Sensazione strana: vedere una chiesa vuota, in una settimana come questa, particolarmente importante per noi Cattolici, la settimana della passione di Cristo. La preparazione alla Pasqua di Resurrezione.
Questa, però, è la dimostrazione che questo virus maledetto ci può buttare al tappeto ma non può prendersi tutto di noi! Ci ha recluso in casa, è vero, ma con sapienza, intelligenza e fede lo possiamo sconfiggere. Con le dovute cautele e precauzioni, possiamo andare oltre alle difficoltà. Chi di noi avrebbe immaginato di poter partecipare alla Santa Messa nella nostra Chiesa rimanendo a casa? Grazie Don Fausto e grazie ai volontari che hanno reso possibile anche questo. La nostra fede, in questo periodo particolare, ci induce a non abbandonare la speranza, ci induce a credere che dopo ogni lutto, dopo ogni tragedia, dopo ogni “passione” c’è sempre una rinascita, una resurrezione. Questa è la nostra fede e la nostra speranza.
Ma questo è un momento in cui, c’è bisogno di un sacrificio collettivo, perché, come ha ricordato in un’intervista di ieri il Presidente della Regione Emilia-Romagna, il COVID-19 non guarda in faccia nessuno. Non gli importa della tua ricchezza, del colore della tua pelle, della tua fede religiosa, della tua appartenenza politica. Lui colpisce chi si trova davanti, e se davanti ci sei tu, sebbene con un cane al guinzaglio, colpisce anche te. Facciamo tutti la nostra parte: STIAMO IN CASA. Ripeto: non è difficile.
Grazie per la collaborazione.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 04/04 ore 19,00
Situazione sanitaria: non ci sono nuovi casi positivi al COVID-19 a Podenzano. I nostri concittadini che sono risultati positivi al COVID-19 rimangono 77. Ho appreso solo oggi che purtroppo ieri ci hanno lasciato altre due nostre concittadine. Ai famigliari un abbraccio e le più sentite condoglianze.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.668 (+31 su 354 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 12. I guariti clinicamente in provincia sono 217 mentre salgono a 167 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
In Pronto Soccorso la situazione si sta normalizzando, ed anche i ricoveri per polmoniti si sono stabilizzati a livelli inferiori rispetto alla settimana scorsa.
Ieri è stata emanata un’Ordinanza del Ministro della Salute di intesa con il Presidente della Regione Emilia-Romagna, allegata, dove tranne piccole eccezioni, si confermano fino al 13 aprile le misure restrittive già in vigore per il nostro territorio. La situazione sta lentamente migliorando dal punto di vista sanitario ma non dobbiamo illuderci che tutto sia finito o che tutto sia più facile.
Non è così!
Qualcuno deve aver pensato che questi miglioramenti autorizzino a tornare a fare come se nulla fosse e
con queste belle giornate ha ripreso ad uscire senza nessuna remora. Non va bene! Il rischio contagio è ancora elevatissimo. Dobbiamo uscire solo se strettamente necessario se non vogliamo mettere a rischio altre vite umane. Non ci bastano 613 morti in provincia di Piacenza? Non ci bastano i 15 morti di Podenzano? Almeno questi sono quelli che risultano a me, ma potranno essere sicuramente di più perchè ci sono stati anche tanti decessi per polmoniti a cui non è stato possibile fare il tampone e che quindi non risultano in queste terribili statistiche. Non ci bastano 671 persone in ospedale di cui 151 in terapia intensiva? Non ci basta che probabilmente qualcuno di questi non ce la farà a superare la notte?
NON BASTA TUTTO QUESTO?
NO! VOGLIAMO ANCORA USCIRE!!!!!!!!
SIAMO EGOISTI!
Tanto io ho la mascherina, tanto io non parlo con nessuno, tanto io….
Tanto tu sei un uomo o una donna come un'altra ed il signor COVID-19 non guarda in faccia a nessuno. Poi se sei particolarmente fortunato, tu che te ne sei infischiato di tutto e di tutti, sei anche asintomatico, non hai nessun sintomo e continui a circolare liberamente, e convivi con mamma, papà e i tuoi fratelli. O magari preso da senso di colpa, decidi anche di andare a trovare i nonni, poverini sono a casa da soli…. Un po’ di compagnia è necessaria, ...sai in questo periodo ci si deprime tanto…. e così il Signor COVID-19 passa da te alla mamma, al papà, ai fratelli, ai nonni… e qualcuno di loro magari non è proprio fortunato come te… e deve andare in ospedale, e i medici devono ancora correre e tentare di salvarlo…
SE PROPRIO NON TE NE FREGA NIENTE DELLA TUA VITA PENSA ALLE PERSONE A CUI VUOI BENE.
SE NON TE NE FREGA NIENTE NEMMENO DI LORO ALLORA NON SEI UMANO.
Non sarà una cosa breve, e siamo tutti stanchi di questa situazione, ma se non rispettiamo le regole sarà sicuramente ancora più lunga e drammatica.
Ognuno di noi può e deve fare la propria parte. Per molti di noi la propria parte è RIMANERE A CASA, non è poi così difficile.
Grazie per la collaborazione.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva

Aggiornamento del 03/04 ore 19,30
Situazione sanitaria: rispetto all’altro ieri, a Podenzano, ci sono 4 nuovi casi positivi ai tamponi per la ricerca del COVID-19. 3 sono relativi alla giornata ieri e 1 relativo alla giornata odierna. I nostri concittadini che sono risultati positivi al COVID-19 salgono a 77.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.637 (+44 su 428 tamponi refertati ma questo è dovuto anche ai referti dei tamponi effettuati per certificare le guarigioni che devono essere 2 negativi consecutivi).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 17. I guariti clinicamente in provincia sono 186 mentre salgono a 160 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Ancora in calo gli accessi in Pronto soccorso dove la situazione si sta normalizzando, ed anche i ricoveri per polmoniti si sono stabilizzati a livelli inferiori rispetto alla settimana scorsa.

Continuano i controlli della nostra Polizia Locale, dei Carabinieri e della Protezione Civile. Le giornate sono bellissime e luminose. Il cambio dell’ora invoglia ad uscire all’aria aperta ed i dati che vi ho dato in queste ultime sere sono un po’ più incoraggianti, ma mi raccomando, non facciamolo! Teniamo duro! E’ ancora troppo presto. Rischiamo di compromettere tutti i sacrifici fatti fino ad ora, rischiamo di riportare ancora la nostra struttura sanitaria già provata in una situazione drammatica, in una situazione non più sostenibile. Provocheremmo un collasso della nostra sanità. Non penso sia quello che vogliamo… quindi… RESTIAMO A CASA!

L’altra sera, accennavo alle braci di Podenzano che ardevano sotto la cenere, e in questi giorni se ne sono scoperte tante altre. In tanti mi hanno chiamato, mandato un whatsapp, scritto su messanger per darmi la propria disponibilità per dare una mano. Grazie! Grazie veramente di cuore! Nei prossimi giorni con l’intensificarsi dei servizi, e con l’introduzione della gestione dei buoni spesa può essere che avremo bisogno anche di voi.
Ho saputo che diverse attività commerciali alimentari di Podenzano, hanno fatto gara per fare avere alla nostra Caritas prodotti per le famiglie bisognose. Ci stiamo avvicinando alla Pasqua, anche per queste famiglie sarà un Pasqua diversa, una Pasqua di solidarietà. Chi ha donato tortelli, pisarei e nidi di rondine congelati, chi zamponi e cotechini sottovuoto, chi formaggi, altri hanno donato pasta, riso, dolci. Anche semplici cittadini che hanno fatto una spesa, che hanno fatto donazioni in denaro. C’è chi ha cucito delle mascherine in cotone. Associazioni che hanno fatto una donazione.
Ho letto anche di altri commercianti e cittadini podenzanesi che hanno fatto avere ai ricoverati dell’ospedale i cambi di biancheria intima piuttosto che pantofole, pigiami. Grazie!
Questo è il cuore di Podenzano, un cuore grande e commovente, che nei momenti di difficoltà è sempre presente e generoso. Spero davvero che quando sarà passato tutto questo, ci si ricordi di quanto possiamo essere bravi ad aiutarci l’un l’atro.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 02/04 ore 20,00
Situazione sanitaria: Oggi non sono pervenuti i dati dei positivi suddivisi per comune di residenza.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.598 (+49 su 221 tamponi refertati ma questo è dovuto sicuramente anche ai referti dei tamponi effettuati per certificare le guarigioni).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 19. I guariti clinicamente in provincia sono 150 mentre salgono a 158 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Tra i 21 deceduti in provincia di Piacenza purtroppo c’è anche un nostro concittadino, molto conosciuto in paese, per la sua passione per il calcio e soprattutto per i giovani calciatori. Il “Bele”. Una bella persona, che amava il calcio e il suo paese. Con lui se ne è andato un pezzo importante della storia del movimento calcistico Podenzanese, e abbiamo perso anche una figura che ha rappresentato per tante generazioni di calciatori podenzanesi un punto di riferimento importante, un amico, un consolatore e soprattutto un grande tifoso. A Podenzano tutti lo conoscevano, anziani, adulti, giovani e bambini. Chi per un motivo o per l’altro è passato dai campi da calcio di Podenzano lo ha conosciuto, perché lui era sempre presente, custodiva i campi li curava con con una tale passione, che alcuni giovani del paese lo avevano soprannominato “lo spacciatore di arcobaleni” perché tutte le volte che irrigava sui campi dagli spruzzatori dell’acqua sorgeva l’arcobaleno. Non lo vedremo più al campo, ma come il suo amico Gianni anche lui da lassù vedrà ancora tutti i suoi calciatori rincorrere la palla e chissà che non dispensi ancora un bell’arcobaleno alla fine di questa maledetta tragedia. Alla moglie, ai figli e a tutti i famigliari un forte abbraccio e le più sentite condoglianze a nome di tutta la comunità.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 01/04 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi positivi a Podenzano. I nostri concittadini che sono risultati positivi rimangono 73.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.549 (+76 su 607 tamponi refertati ma questo è dovuto sicuramente anche ai referti dei tamponi effettuati per certificare le guarigioni).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 26. I guariti clinicamente in provincia sono 125 mentre salgono a 135 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.

Ogni giorno che passa è un giorno di numeri agghiaccianti, di polemiche sulle restrizioni, sull’apertura o meno di una attività piuttosto che un’altra, su ciò che si poteva fare e su ciò che non si è fatto, su cosa si potrebbe fare e ancora non viene fatto.
Da chi?
Perché ci deve essere sempre qualcun altro che deve fare le cose?
Perché non cominciamo noi a fare quello che possiamo?
Ci viene chiesto di stare in casa, con i nostri figli, con i nostri genitori, con i nostri amici animali. Facciamolo! Perché si vuole sempre trovare il modo di aggirare le regole? Questo mi fa arrabbiare e non poco!
Però ci sono anche delle cose che mi caricano di speranza, di voglia di andare avanti come quella che mi è capitata ieri e che voglio raccontarvi.

Suona il telefono, arriva una chiamata da una persona conosciuta, che mi dice: “C’è una emergenza, volevo sapere se ci puoi dare una mano a risolverla.”
“Certo”, rispondo io. “Se posso, molto volentieri.”
“Mi ha chiamato la Divisione Prematuri dell’Ospedale di Parma che hanno bisogno urgente del latte materno per una bimba prematura di 21 giorni. La mamma è una signora residente a Piacenza, in quarantena con il padre della bimba e non possono uscire di casa, ma si è tolta il latte ed è pronto per essere portato a Parma.” Mi dice la persona conosciuta.
Ed io: “Come posso aiutarti? Cosa c’entra il Comune di Podenzano?”
Dall’altra parte del telefono: “Ci sarebbe bisogno di un’auto e di un volontario per portare il latte all’ospedale di Parma” qualche attimo di silenzio e sempre dall’altra parte del telefono “Abbiamo un volontario di Podenzano che si è offerto di portare il latte alla bambina con la sua auto ma non sa se può farlo e se ha bisogno di qualche certificazione particolare”.
Ci penso un attimo, per capire cosa rispondere, ed il ragionamento è abbastanza rapido: è un volontario del Comune di Podenzano con un grande cuore che si muove per un’emergenza sanitaria, per una bambina di appena 21 giorni, per una mamma che l’ha aspettata per un’intera gravidanza, e che a causa di questo maledetto virus non può nemmeno vederla, che però con tanto amore ogni giorno si toglie il latte per la sua piccola. Come posso non fare qualcosa?
“Fallo passare in Comune” rispondo “che intanto penso a come posso aiutarvi.”
Leggo i diversi DPCM, i Decreti del Governatore della Regine Emilia-Romagna, le FAQ, ma nulla. Non c’è da nessuna parte un caso come questo. Tra me penso: evidentemente non è stato previsto dal legislatore che ci sarebbe stato un uomo con un cuore così grande.
Questo mi ha fatto sorridere per un attimo e mi sono messo a preparare una mia dichiarazione su carta intestata del Sindaco di Podenzano, con tutti i dati necessari a documentare il caso e gli spostamenti che per le prossime 2 settimane il volontario dovrà fare tra Podenzano Piacenza e Parma per assicurare il latte della mamma alla bimba. Quando tutto sarà finito questa bimba potrà tornare a casa fra le braccia della mamma, e voglio immaginare che quando sarà più grandicella la mamma gli racconterà la storia di quell’uomo grande, grosso e barbuto con un cuore grande che gli portava il latte in ospedale a Parma.
Ho voluto raccontarvi questa storia, perché desidero che anche voi possiate scoprire, come ho scoperto io, quei lati dell’umanità che sembravano scomparsi e che questo maledetto virus ha fatto riemergere.
Un po’ come le braci sotto la cenere.
Quando tutto va bene, ci sentiamo forti, pensiamo di essere invincibili, ci concentriamo sulle nostre cose quotidiane, sul lavoro, sugli impegni, sul profitto e non ci accorgiamo dei bisogni degli altri perché si accumula la cenere.
Quando invece le cose vanno male, tanto male che ci scombussolano la vita, ci accorgiamo di quanto siamo fragili, arriva il vento che porta via la cenere, ed immediatamente ci accorgiamo anche delle fragilità e dei bisogni degli altri. Paradossalmente siamo più pronti a dare qualcosa di noi quando abbiamo meno di quando abbiamo di più.
Ora ci siamo accorti che siamo tutti più fragili, che nessuno è invincibile, e che tutti prima o poi abbiamo bisogno dell’altro.
In questi giorni Podenzano ha dimostrato di avere tante braci che ardono, ma sono sicuro che se tutt’insieme ci mettiamo a “soffiare” ancora un po’, sposteremo altra cenere e riscopriremo tante altre braci.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 31/03 ore 19,30
Situazione sanitaria: Ci sono tre nuovi casi positivi a Podenzano. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 73. Oggi purtroppo altri due nostri concittadini che erano risultatati positivi al COVID-19 ci hanno lasciato. Ai famigliari un abbraccio sincero a nome di tutta la comunità di Podenzano e le più sentite condoglianze.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.473 (+110 su 319 tamponi refertati).
I decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 in provincia di Piacenza sono 28. Continua la riduzione degli accessi al pronto soccorso e dei ricoveri. In continuo calo anche il numero delle polmoniti diagnosticate. I guariti clinicamente in provincia sono 116 mentre salgono a 109 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Oggi, tutti i Sindaci italiani hanno voluto rendere omaggio alle vittime del COVID-19 con un minuto di silenzio e l’inno nazionale. Un minuto interminabile per pensare ai nostri morti, per pensare ai nostri malati, per pensare alla sofferenza che stiamo sopportando.
Un minuto di silenzio che ha riunito TUTTI i Comuni della nostra provincia.
Un minuto di silenzio per sentirci uniti, per ricordarci che non siamo soli a combattere questa emergenza.
Un minuto di silenzio per ricordare, ringraziare e trovare speranza, per costruire il nostro FUTURO.
L’Inno Nazionale per ricordare che siamo italiani, che siamo un popolo unito e che insieme, come in passato, usciremo anche da questa situazione difficilissima. Insieme vinceremo anche questa guerra che stiamo combattendo contro un nemico invisibile. Una guerra in primo luogo sanitaria, ma anche una guerra economica. Dobbiamo COMBATTERE E LOTTARE tutti insieme. Tutti possiamo dare il nostro contributo.
Come?
Comprando prodotti ITALIANI, prodotti AGROALIMENTARI ITALIANI, sostenendo il MERCATO ITALIANO.
In questi giorni ho visto gli scaffali delle acque minerali nei supermercati vuoti. Lo sapevate che la maggior parte dei marchi delle acque minerali sono di proprietà di multinazionali che hanno sede in Svizzera? Sì, anche quelle con nomi italiani, soprattutto le più conosciute!
La nostra acqua è buona, risparmiamo qualche soldino ed investiamolo sulla nostra economia. Nei prossimi giorni mi piacerebbe andare nei supermercati e vedere vuoti gli scaffali dei prodotti italiani e pieni quelli delle acque minerali o dei prodotti con i marchi delle multinazionali. Il commercio di vicinato, le botteghe storiche, quelle tradizionali e tutte quelle catene commerciali che valorizzano i prodotti italiani, vanno aiutate perchè preservano uno dei nostri patrimoni più grande: il MADE IN ITALY.
Prodotto e fatto in Italia è buono, sano e sostenibile. Siamo il paese più attento alla sicurezza alimentare. Sosteniamo le nostre aziende agricole, i nostri caseifici, i nostri pastifici, i nostri biscottifici, le nostre industrie conserviere, e impariamo a leggere bene l’etichetta per vedere se la materia prima è italiana. Oggi abbiamo tempo utilizziamolo bene.
TUTTI INSIEME CE LA FAREMO.

Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 30/03 ore 20,00
Situazione sanitaria: Oggi c’è un nuovo cas0 positivo a Podenzano. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 70. Sono così saliti a 10 i nostri concittadini risultati positivi al COVID-19 che non ce l’hanno fatta, anche oggi, purtroppo ho appreso che una nostra concittadina che era risultata positiva al COVID-19 ci ha lasciato.. Ai famigliari un abbraccio sincero a nome di tutta la comunità di Podenzano e le più sentite condoglianze.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.363 (+41 su 207 tamponi refertati).
Oggi in provincia di Piacenza i decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 sono 21. E’ confermata anche oggi la tendenza alla riduzione degli accessi al pronto soccorso e dei ricoveri. In calo anche il numero delle polmoniti diagnosticate. I guariti clinicamente in provincia sono 107 mentre salgono a 95 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Non possiamo e non dobbiamo abbassare la guardia proprio ora, continuiamo così. Dobbiamo rimanere a casa.
Sono diversi giorni che siamo chiusi in casa, che i ragazzi non vanno a scuola e che sono costretti a seguire le lezioni online. I compiti sono sempre comunque da fare. Ma, i quaderni, i pastelli, le matite ecc finiscono. Oggi alcuni commercianti di Podenzano hanno avuto l’idea di mettersi a disposizione per consegnare a domicilio materiale di cancelleria, i commercianti sono:
Momenti Party Shop per prenotazioni potete chiamare Simona 392 0161659 o Matteo 335 7897024
Freelight 2 ½ cartoleria per prenotazioni potete chiamare Elena 333 6262627
Vi sarà consegnato tutto a domicilio.
Questa situazione sanitaria sta creando anche notevoli problemi economici. Diversi sono i nuclei famigliari del nostro territorio che stanno affrontando questo momento con tanta fatica perché hanno chiuso l’attività, hanno perso il lavoro, o sono stati costretti a non lavorare per le chiusure imposte dai vari DPCM emanati per fronteggiare questa emergenza sanitaria. Ieri Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha emanato un ‘ordinanza con la quale è disposto, in via di anticipazione nelle more del successivo reintegro, il pagamento ai comuni della somma di 400 milioni di euro. Al Comune di Podenzano, in questa prima fase, arriveranno poco più di 48.000 euro con i quali saranno aiutate le persone più bisognose.
Con i Servizi Sociali e con gli altri Sindaci stiamo valutando criteri omogenei, modalità di richiesta e di erogazione di questi aiuti. Nei prossimi giorni vi faremo sapere chi potrà accedere agli aiuti e come si potrà accedere.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 29/03 ore 18,30
Situazione sanitaria: Oggi ci sono 3 nuovi casi positivi a Podenzano. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 69. Purtroppo solo nella tarda serata di ieri ho saputo che ieri ci ha lasciato un nostro concittadino, molto conosciuto, che era ricoverato per COVID-19. Ai famigliari un abbraccio sincero a nome di tutta la comunità di Podenzano e le più sentite condoglianze.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.322 (+80 su 331 tamponi refertati).
Oggi in provincia di Piacenza i decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 sono 26 e con questi superiamo i 500 decessi, un numero spaventoso. La situazione la Pronto soccorso anche oggi come ieri ha avuto pochi accessi. I ricoveri sono meno di quelli dei giorni scorsi, ed anche il numero di nuove polmoniti diagnosticate è stabile. I guariti clinicamente in provincia sono 109 mentre salgono a 86 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Continuano i controlli della Polizia Locale e dei Carabinieri sul nostro territorio, con la collaborazione della Protezione Civile (GRUPPO VEGA).
Oggi ci ha lasciato anche la madre di un nostro Assessore, era affetta da COVID-19, ha lottato, sembrava che riuscisse ad uscirne poi stamattina la notizia. Anche a lui un abbraccio fraterno da parte di tutta l’Amministrazione Comunale e di tutta la cittadinanza. Purtroppo è un nemico invisibile che quando si accanisce non lascia scampo.
Ieri una cara amica d’infanzia, commentando, il mio post, mi chiedeva di dirgli che vedevo uno spiraglio di luce.
Lo vedo, lo vedo nella forza e nell’impegno che tutti insieme ci stiamo mettendo. E’ normale che in qualche momento qualcuno di noi si scoraggi, perda la forza, soprattutto quando vede qualche persona cara andarsene per questo maledetto virus, o quando vede il numero di vittime che sta mietendo. Ma tutti insieme, incoraggiandoci e sostenendoci insieme troveremo lo spiraglio di luce che cerchiamo.
Lo vedo nei volontari di tutte le associazioni del nostro paese, Alpini, Avis, Croce Rossa, Pro-loco e Caritas che insieme assistono le persone fragili che hanno bisogno in questo momento. Ho sempre pensato che le Associazioni fossero la vera ricchezza del paese e ancora una volta lo stanno dimostrando!
Lo vedo nei commercianti che hanno potuto e dovuto rimanere aperti per garantire l’approvvigionamento di alimenti a tutti noi, vedo la loro fatica, ma percepisco anche la loro grinta la loro voglia di non mollare, di voler a tutti costi, anche portando direttamente loro la spesa a casa di qualche bisognoso, garantire un servizio.
Lo vedo nelle poche persone che incontro, che mi chiedono della situazione, e non lo fanno per curiosità, perché leggo nei loro occhi, schiacciati sotto la mascherina, la preoccupazione non solo per se stessi ma per tutte le persone che conoscono, per il nostro paese.
Lo vedo nei volti dei medici e degli infermieri intervistati in televisione, nella loro stanchezza e nella tenacia con cui fronteggiano questo terribile nemico.
Lo vedo, o meglio lo immagino, pensando a tutte quelle persone che in silenzio senza apparire, con tanti sacrifici, garantiscono tutti i servizi e le forniture necessarie ai nostri medici e ai nostri commercianti per poter continuare questa brutta guerra.
Non posso pensare che tutti questi sacrifici siano vani, sono sicuro che riusciremo a vedere la luce, non so dire quando ma sono sicuro che quando la vedremo, la vedremo insieme e insieme potremo di nuovo gioire.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva

Aggiornamento del 28/03 ore 19,00
Situazione sanitaria: Oggi ci sono 2 nuovi casi positivi a Podenzano. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 66.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.242 (+103 su 600 tamponi refertati).
Oggi in provincia di Piacenza i decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 sono 22 e con questi arriviamo a 477, un numero spaventoso. La situazione la Pronto soccorso anche oggi è sembrata sotto controllo con pochi. I ricoveri sono meno di quelli dei giorni scorsi, ed anche il numero di nuove polmoniti diagnosticate è stabile. I guariti clinicamente in provincia sono 103 mentre salgono a 84 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Anche oggi sono arrivate buone notizie dai famigliari dei nostri concittadini ricoverati. Ci sono continui miglioramenti incoraggianti ed anche questo è un segnale positivo. In questi giorni, purtroppo, ci sono stati anche altri ricoveri di nostri concittadini.
Continuano i controlli della Polizia Locale e dei Carabinieri sul nostro territorio, con la collaborazione della Protezione Civile (GRUPPO VEGA) che sta operando in questi giorni, con turni di quattro volontari per giorno, coadiuvando le richieste della Polizia Locale per verificare le presenze di persone, di assembramenti e quant'altro viene segnalato da Voi nei gruppi di controllo di vicinato o direttamente a me.
I controlli hanno riguardato sia le Strade ad alta percorrenza SP 654 e SP6 sia le attività produttive e commerciali. La situazione sembra migliorata, nel senso che non sono state riscontrate criticità particolari salvo qualche sporadica segnalazione relativa a qualcuno che non ha capito che non stiamo scherzando! Bisogna proprio essere poco intelligenti per non capire! Lo abbiamo detto in tutti i modi…
Stamattina intorno alle 12 con la Polizia Locale e la Protezione Civile abbiamo voluto dedicare un momento di vicinanza all’intera comunità ricordando i morti di questa terribile tragedia davanti al Monumento dei Caduti suonando per loro e per i nostri caduti l’Inno Nazionale dagli altoparlanti dei veicoli della Polizia Locale. Un breve momento, solo qualche minuto, ma intenso di significato, soprattutto dal punto di vista emotivo. Siamo tutti ITALIANI e siamo fieri di esserlo, anche e soprattutto in questo momento in cui urliamo la nostra richiesta di aiuto e c’è qualcuno in Europa e nel Mondo che non ci sente perché non vuole ascoltarci. Ma Noi siamo ITALIANI, siamo EMILIANI, sappiamo cosa vuol dire soffrire, cadere, rialzarci, rimboccarci le maniche e ricominciare. Lo abbiamo dimostrato dopo una guerra, dopo un’alluvione, dopo un terremoto e lo dimostreremo anche dopo questo maledetto CORONAVIRUS.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 27/03 ore 19,30
Situazione sanitaria: Oggi ci sono 2 nuovi casi positivi a Podenzano. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 64.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.139 (+61 su 210 tamponi refertati).
Oggi in provincia di Piacenza i decessi di persone che erano risultate positive al COVID 19 sono 25. Anche oggi ci sono stati pochi accessi al pronto soccorso. I ricoveri sono meno di quelli dei giorni scorsi, ed anche i numero di nuove polmoniti diagnosticate è inferiore di quello dei giorni scorsi. Cominciano a fare effetto le restrizioni che sono state adottate dal 10 marzo scorso. I guariti clinicamente in provincia sono 92 mentre salgono a 55 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Oggi sono arrivate ancora buone notizie dai famigliari dei nostri concittadini ricoverati. Ci sono miglioramenti incoraggianti ed anche questo è un segnale positivo.
Oggi ascoltando il Santo Padre, mi hanno colpito profondamente alcune sue affermazioni che voglio condividere con voi: “Abbiamo continuato a vivere sentendoci forti e capaci di tutto” incuranti della fragilità degli altri. “Abbiamo sempre pensato di rimanere sani in un mondo malato”. Questo maledetto virus ci ha riportato con i piedi per terra, ci ha riportato in un tempo di scelta: “E’ il momento di scegliere Cosa Conta e Cosa passa, di separare ciò che è necessario da ciò che non lo è”.
“Tanti compagni di viaggio esemplari, in questo momento di paura hanno reagito donando la loro vita. Persone comuni, spesso dimenticate, che non compaiono sui giornali o nelle televisioni stanno scrivendo la nostra storia in questo momento”. Queste parole mi hanno riportato davanti agli occhi tante persone care, umili e giuste che in questi giorni sono state portate via da questo flagello: gli amici e volontari Luigi Bottazzi dell’Avis di Podenzano e Mario Biondo del Gruppo Vega di San Giorgio, il Dr. Airoud, che non ho conosciuto personalmente ma di cui ho solo sentito parlare bene, i genitori di un carissimo amico, tutti i volontari e le altre persone che sono decedute in questo ultimo mese. Ho rivissuto alcune telefonate con i famigliari di persone contagiate, con i medici e con i volontari. Penso proprio che il Santo Padre abbia ragione, questa sofferenza ci ha riportato tutti sullo stesso piano, quello di “figli” fragili e impauriti che hanno bisogno di essere accolti, curati e protetti.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 26/03 ore 19,30
Situazione sanitaria: Oggi ci sono 2 nuovi casi positivi a Podenzano. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 62.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 2.078 (+88 su 229 tamponi refertati).
Oggi i decessi in provincia di Piacenza sono saliti ancora a 29. Si conferma il trend dei giorni scorsi con meno accessi al pronto soccorso. Anche i ricoverati e le polmoniti continuano ad aumentare ma ad un ritmo sempre meno veloce. I guariti clinicamente in provincia sono 84 mentre sono 39 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Tra questi 39 casi guariti in modo definitivo ci sono anche diversi nostri concittadini che hanno superato la malattia e possono finalmente ricominciare una vita normale. Tra questi c’è anche il primo nostro concittadino a cui era stato diagnosticato il COVID 19. I familiari, mi hanno comunicato che è risultato negativo ai 2 tamponi consecutivi necessari per certificare la guarigione, quindi è guarito da COVID-19.
E’ ancora in terapia intensiva e sia pur molto lentamente sta migliorando. Lotta con tutte le sue forze per riprendersi, come tutti i nostri concittadini colpiti da questo maledetto virus.
Desideravo comunicarvelo ed è per questo che ho chiesto il consenso ai famigliari, perché questa è una buona notizia che deve essere condivisa con tutta la nostra comunità, ma ci deve anche servire per capire che in alcuni casi può colpire in modo veramente violento e che il processo di guarigione e di recupero può essere veramente molto lungo. Non si può scherzare, dobbiamo stare in casa, dobbiamo aumentare la nostra distanza sociale. Facciamo fatica perché noi siamo gente a cui piace stare insieme, a cui piace scambiare qualche parola. Proviamo a farlo mantenendo le distanze.
Volevo anche informarvi e tranquillizzarvi sulla situazione della Casa di Riposo di Podenzano. Fino ad ora non ci sono stati decessi dovuti a COVID-19. Nella struttura sono applicati tutti i protocolli necessari. Continuiamo a pregare insieme affinchè questo maledetto virus non entri in quel luogo per prendersi i nostri nonni. In un articolo di oggi, tra l’altro molto bello perché raccontando la vita della famiglia di una signora deceduta in questi giorni, racconta anche un’importante spaccato di storia di San Polo, si scrive che questa signora ospite della nostra casa di riposo è deceduta nella struttura a causa del COVID-19. Non è così, probabilmente non sono arrivate tutte le informazioni corrette. Questa notizia ha generato un po’ di apprensione in tutti noi ed in particolare tra i parenti dei degenti. E chiaro che in questo caso non c’è stata la volontà da parte di chi ha scritto l’articolo di procurare apprensione ma così è stato.
Mi fanno molto più male invece quelli che “sguazzano” su questa tragedia postando sui social, frasi ignobili ed irripetibili da qualsiasi persona “normale”. Ho usato il termine sguazzano perché si addice particolarmente alla viscidità di questi individui. Piantatela di attaccare chi lavora! Smettetela di diffondere false notizie! Finitela di seminare odio! Non ne abbiamo bisogno. Abbiamo tutti bisogno di comprensione, di parole di consolazione, di incoraggiamento.
Notizia importante: da domani le banche saranno riaperte solo su appuntamento per le operazioni urgenti ed indispensabili compreso il prelievo per chi non è in possesso di bancomat.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 25/03 ore 19,00
Situazione sanitaria: Oggi ci sono 4 nuovi casi positivi a Podenzano. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 60.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 1.990 (+131 su 258 tamponi refertati).
Oggi i decessi in provincia di Piacenza sono ancora tanti: 23. I ricoverati e le polmoniti continuano ad aumentare ma ad un ritmo meno veloce. I guariti clinicamente in provincia sono 75 mentre sono 38 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Continuano i controlli di Protezione Civile, Polizia Locale e Carabinieri sul nostro territorio. Qualche segnalazione di persone in coda o di affollamento in prossimità di negozi e supermercati. SopralLluoghi di Polizia Locale in attività commerciali e produttive con esiti regolari. Controlli lungo le strade.
La riduzione degli accessi in pronto soccorso è un segnale positivo, lo dobbiamo prendere come un segno di incoraggiamento per tutto quello che insieme stiamo facendo. I sacrifici che compiamo ogni giorno come cittadini ci stanno dando dei risultati incoraggianti, le ulteriori misure restrittive che sono state adottate per limitare il contagio ci stanno procurando diversi disagi, ma sono necessarie.
I maggiori disagi sono dovuti alla difficoltà di reperire il denaro contante per le persone che non sono dotate di bancomat o Postamat. Stiamo cercando di risolverli, con l’impegno di tutte le istituzioni, delle banche e delle poste.
Nel frattempo la Regione ha pubblicato alcune risposte alle domande più frequenti sull’applicazione del Decreto del Presidente della Giunta Regionale dell’Emilia Romagna.

In questi giorni, di particolare difficoltà, c’è stato tanto lavoro anche per il SERVIZIO SOCIALE. Abbiamo dovuto affrontare tante nuove criticità sociali che prima non si erano mai manifestate. Questo maledetto virus ha fatto saltare anche alcuni delicati equilibri all’interno di nuclei familiari fragili: persone con problemi socio-sanitari che sono rimaste sole perché hanno perso le persone di riferimento come il marito, il compagno, i figli o i nipoti, perché sono deceduti o semplicemente perchè sono stati messi in quarantena. Anziani soli che sono rimasti senza la badante. Ragazzi con gravi problemi sanitari che sono rimasti orfani dell’unico genitore affidatario. Tutti casi che uno dopo l’altro mettono a dura prova dal punto di vista emotivo chiunque. Grazie però al lavoro di squadra dei servizi sociali della nostra Unione dei Comuni, di AUSL, dei Medici di Medicina Generale, dei Pediatri, dei Volontari della Croce Rossa di Podenzano siamo riusciti in qualche modo a tamponare fino ad ora tutte le situazioni.
Sapete perché? Perché tutti hanno fatto un po’ di più di quello che era il loro dovere, tutti non si sono limitati a fare bene il proprio lavoro, hanno voluto fare di più, sono andati oltre all’ostacolo, oltre al recinto delle cose che “devo fare” e sono entrate nel grande spazio delle cose che “posso fare”. Li ringrazio tutti perché mi hanno insegnato che anche nei momenti difficili se non si è soli e se si combatte insieme si possono fare “miracoli”. Se tutti ci impegnassimo come loro a fare UN PO’ DI PIU’ molte cose sarebbero più semplici.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 25/03 ore 12:00

La Regione Emilia Romagna ha ritenuto opportuno provvedere ad adottare una nuova ordinanza regionale - n. 48 del 24/03/2020 - che consolidi il quadro delle misure di contrasto della diffusione dell’epidemia del COVID-19 adottate sui territori delle province di Rimini e Piacenza uniformando le misure alla luce del mutato contesto generale nazionale e regionale. E' stato chiarito meglio che in caso di impossibilità di utilizzo di bancomat o postamat, in caso di comprovata necessità, le agenzie possono provvedere all'apertura straordinaria e temporanea delle loro sedi, con accesso solo su appuntamento. Inoltre viene confermato il principio generale di divieto di assembramento di persone con numero superiore a due unità.

Inoltre, questa mattina ho adottato l'ordinanza sindacale n. 10 del 25/03/2020 riguardante i servizi comunali, con la quale ho disposto:

che fino alla data del 03 aprile 2020, prevista dal sopra citato DPCM 22 marzo 2020:

a) le seguenti siano definite quali “attività indifferibili da rendere in presenza”:

  • attività della protezione civile
  • attività della polizia locale
  • attività dello stato civile, servizi cimiteriali e della polizia mortuaria
  • attività urgenti dei servizi sociali
  • attività del protocollo comunale
  • attività della segreteria comunale collegate all'emergenza sanitaria in corso
  • attività connesse al ripristino e alla manutenzione straordinaria dei luoghi, impianti o arredi pubblici, laddove sia valutato un effettivo rischio per la sicurezza delle persone

b) dette attività siano svolte con le seguenti modalità:

  • laddove possibile, l'erogazione dei servizi mediante modalità digitali e telefoniche;
  • l'erogazione dei servizi di sportello unicamente previo appuntamento;
  • l'adozione di misure volte ad evitare il sovraffollamento, anche attraverso accessi scaglionati, prevedendo comunque adeguate distanze tra gli utenti e gli operatori, negli uffici adibiti a ricevimento del pubblico o in generale i locali frequentati da personale esterno;
  • l'adozione da parte dei dipendenti di tutti gli ausili finora raccomandati e con ogni supplemento di attenzione possibile a tutela della propria e altrui salute, agendo in ogni modo per limitare gli spostamento dei cittadini e i contatti interpersonali.

L'ordinanza n. 10/2020 è reperibile sul sito del Comune di Podenzano al seguente link https://www.comune.podenzano.pc.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=3097


Aggiornamento del 24/03 ore 19,00
Situazione sanitaria: Oggi non ci sono nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono risultati positivi rimangono 56.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 1.859 (+90).
Oggi i decessi in provincia di Piacenza sono ancora tanti: 30. I ricoverati e le polmoniti crescono meno velocemente. I guariti clinicamente in provincia sono 83 mentre sono 27 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Protezione Civile, Polizia Locale e Carabinieri continuano a presidiare il nostro territorio. Le segnalazioni e gli interventi per assembramenti o furbetti che non rispettano le regole sono diminuiti. Ma purtroppo ci sono ancora. Oggi sono stati effettuati anche controlli lungo le strade e in alcune aziende per verificare le condizioni di lavoro.
Proseguono le consegne a domicilio delle spese e dei farmaci per le persone che non possono recarsi nei negozi. Oggi i volontari hanno consegnato 16 spese ad altrettante famiglie. Nicola Vitali, Presidente della Pro-loco, mi ha informato che il numero di volontari continua a crescere, che il servizio è particolarmente gradito perché permette alle famiglie di pagare direttamente alla consegna sia in contanti sia attraverso Bancomat. Che dire, nei momenti di difficoltà di una comunità si scoprono delle ricchezze nascoste, una di queste è il cuore dei ragazzi di Podenzano è un cuore immenso, pieno di amore per il proprio paese e pronto ad essere solidale con chi ha bisogno.
GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE ragazzi e ragazze siete il nostro futuro, il nostro orgoglio, la nostra voglia di ricominciare a vivere!
Continuiamo così! Non molliamo proprio ora, è arrivato il momento di impegnarci ancora di più.
Buona serata

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento 23 marzo ore 22

Come vi ho anticipato un paio d’ore fa, il Governatore Bonaccini ha da poco firmato una nuova ordinanza valida nell’intero territorio della provincia di Piacenza. Introduce nuove e ulteriori misure di prevenzione e contrasto alla pandemia. Sarà in vigore da domani 24 marzo e fino al prossimo 3 aprile.

Il provvedimento si articola su tre punti principali: la sospensione pressoché generalizzata delle attività economiche, ad esclusione di quelle essenziali o di quelle che garantiscano contatti limitati fra le persone al proprio interno applicando rigide misure di sicurezza, e il rafforzamento delle misure per garantire il contenimento e il distanziamento sociale, a partire dal divieto di ogni assembramento con più di due persone, anche rafforzando i controlli.

In particolare, la sospensione delle attività economiche amplia la portata del Decreto adottato ieri dal Governo, vista la diffusione del contagio e l’emergenza sanitaria nel piacentino. La nuova ordinanza ricalca quindi quella assunta ieri da Bonaccini per il territorio riminese, calibrando in questo caso gli interventi alla specificità della provincia di Piacenza.

Infine, d’accordo con sindaci e Prefetto, si è deciso di intensificare i controlli sulla mobilità delle persone, in particolare sulle principali direttrici di traffico provinciali.

Ce la faremo insieme: sindaci, istituzioni, cittadini. Rispettiamo tutti le regole. Ci rialzeremo.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 23/03 ore 20,00
Situazione sanitaria: Oggi ci sono 2 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono risultati positivi diventano 56. Oggi, purtroppo mi hanno informato di un altro decesso di una persona colpita da COVID-19 sul nostro territorio. Salgono così a 9 i nostri concittadini deceduti. Alla famiglia un forte abbraccio da tutta la comunità e sincere condoglianze.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 1.769 (+110).
Oggi i decessi in provincia di Piacenza sono stati 26 ancora troppi! I ricoverati e le polmoniti sono ancora tanti. I guariti clinicamente in provincia sono 57 e finalmente ci sono 21 i guariti in modo definitivo cioè con esito negativo di 2 tamponi consecutivi.
Negli ultimi 3 giorni sembra che siano diminuiti sia gli accessi al pronto soccorso sia i ricoveri. E’ una notizia positiva? Si! Cambia qualcosa? No! E’ sicuramente troppo presto per poter pensare ad un cambio di tendenza. Potrebbe però rappresentare l’inizio di un miglioramento, lo speriamo tutti. Questo ci fa pensare che le misure restrittive che sono state prese nelle settimane scorse cominciano ad avere qualche effetto. Sono sufficienti? Noi sindaci abbiamo ritenuto di NO. E’ per questo che oggi abbiamo chiesto alla Regione nuove misure più restrittive anche rispetto a quelle che ha preso ieri il Governo, perché Piacenza e provincia sono in una situazione più grave rispetto al resto del territorio nazionale. Il Presidente Bonaccini, conoscendo la nostra situazione, ha accolto le nostre richieste, ed in serata sarà pubblicata una nuova ordinanza valida sul nostro territorio con la speranza di riuscire a cambiare definitivamente il trend del contagio.
Come vi dicevo ieri sera, saranno misure più stringenti soprattutto sulle attività produttive e sugli spostamenti delle persone. Il Sottosegretario alla Baruffi ha convenuto che saranno misure a termine. Cosa vuol dire? Significa che le misure cesseranno o saranno progressivamente ridotte in funzione dei risultati ottenuti.
Anche oggi, tanto lavoro in videoconferenza tra tutti i colleghi sindaci, la Prefettura la Regione che ha permesso di arrivare ad un documento condiviso e predisposto appositamente per la nostra Provincia. E’ per questo che stasera ho tardato a pubblicare il solito comunicato. Le istituzioni ci sono, e mai come in questo momento ho visto tanto affiatamento e tanta voglia di lavorare sodo insieme per uscire da questo incubo il prima possibile.
Protezione Civile, Polizia Locale e Carabinieri continuano a presidiare il nostro territorio. Le segnalazioni e gli interventi per assembramenti o furbetti che non rispettano le regole sono diminuiti. Continuiamo così. Meno furbetti e meno assembramenti avremo e prima potremo allentare le misure di restrizione. Forza non molliamo, è arrivato il momento di impegnarci ancora di più.
Vi ringrazio per la collaborazione e vi auguro buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 22/03 ore 19,00
Situazione sanitaria: Oggi ci sono 4 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono risultati positivi diventano 54. Oggi, purtroppo mi hanno informato di un altro decesso di una persona colpita da COVID-19 sul nostro territorio. Salgono così ad 8 i nostri concittadini deceduti. Alla famiglia un forte abbraccio da tutta la comunità e sincere condoglianze.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 1.659 (+66).
I ricoveri e le polmoniti diagnosticate sono ancora elevati, anche se in leggero calo! Continua l’aumento dei guariti clinicamente 76 in provincia.
Oggi i decessi in provincia di Piacenza sono 33. Il giorno con più decessi dall’inizio dell’epidemia. Questo maledetto virus non accenna a diminuire la presa, c sta portando via tante persone care. Nella nostra provincia negli ultimi 5 giorni però sembra che siano diminuiti i casi che devono aver accesso alla terapia intensiva. E’ sicuramente troppo presto per poter pensare ad un cambio di tendenza ma dobbiamo avere questa speranza.
Anche oggi giornata di lavoro intenso con gli altri Sindaci, il Prefetto ed il Presidente della Regione Emilia-Romagna per trovare un modo di chiudere tutte quelle attività non strategiche e non indispensabili. Anche se qualcuno la fa semplice, non è così semplice chiudere tutto. E’ necessaria la giusta attenzione per evitare di mettere in crisi gli approvvigionamenti di beni necessari come gli alimentari, i beni di prima necessità, i disinfettanti, i prodotti farmaceutici, l’abbigliamento sanitario, tutti i dispositivi necessari agli ospedali e alle aziende alimentari. La produzione di questi beni ha la necessità che tutte le attività connesse all’intera filiera siano operative, e vi posso assicurare che non è semplice scrivere una norma che preveda tutte le varie possibilità/necessità. Quindi non è una questione economica come qualcun vuol far credere, ma ci sono difficoltà oggettive. Non vogliamo assolutamente trovarci con problemi di approvvigionamento su questi generi. Non vogliamo creare panico inutilmente, ci sono già altri che lo fanno! Per questo chiedo a tutte quelle persone che in questi giorni si sono divertite sui social ad attaccare le istituzioni, o le hanno accusate di immobilismo, di pensare prima di muovere il dito. Forse loro in questo momento non hanno nulla da fare perché sono obbligate a stare in casa, ma le istituzioni, Governo, Regioni, Enti locali, Prefetture e Tecnici stanno facendo del loro meglio lavorando 24 ore su 24.
E’ inutile fare i flash mob con il tricolore o l’inno italiano e poi insultare chi lavora!
Abbiamo fatto degli errori? Sicuramente! Ma abbiamo fatto tutto con il cuore e con la testa. Dopo è sempre facile dire … si poteva… già si poteva, ma in quel momento abbiamo fatto quello che credevamo essere la cosa migliore per i nostri cittadini. E continueremo a lavorare così per il bene dei nostri cittadini nonostante le critiche.
Buona serata
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 21/03 ore 19,30
Situazione sanitaria: Oggi ci sono 3 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono risultati positivi diventano 50. Oggi, non ho avuto segnalazioni di decessi di persone colpite da COVID-19.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 1.593 (+105).
I ricoveri e le polmoniti diagnosticate sono ancora elevati, anche se in leggero calo! Continua l’aumento dei guariti clinicamente 66 in provincia.
Oggi i decessi nella nostra provincia sono ancora 24. Tra questi anche due cari amici, Don Paolo Caminati e Giannino Malchiodi il Sindaco di Ferriere. Due persone profondamente diverse, ma allo stesso tempo a modo loro due grandi e belle persone che si sono impegnati duramente nella loro missione per tutta la vita fino alla fine. Sono triste, abbattuto e inerme davanti a questa realtà, ma il loro esempio, il loro impegno e la loro dedizione agli altri mi danno la forza di continuare. Di continuare a stare in mezzo a voi. A tuti i miei cittadini, pronto ogni giorno a provare a risolvere dei problemi, e come accade spesso anche a scuola qualche volta si fa bene e qualche volta si sbaglia. La differenza è che ora non devo sbagliare, non posso. Ma vi confesso una cosa, ogni giorno insieme a tutti i colleghi Sindaci della nostra provincia ci confrontiamo, ci scontriamo e cerchiamo di trovare soluzioni condivise, in modo da sbagliare il meno possibile. Ognuno cerca di dare il proprio contributo in base alle proprie competenze professionali ed umane, stiamo diventano una squadra dove non ci sono divisioni politiche ma un unico grande intento: fare il bene dei nostri cittadini. La nostra guida è il Presidente della Provincia Patrizia Barbieri, che nonostante sia stata colpita dal virus non ha mai mollato un secondo e che mi sento di ringraziare pubblicamente per il lavoro immane che ogni giorno si sobbarca. E dietro di lei tanti altri come Lucia, Romeo, Raffaele, Luca e tanti altri. Non dimentico, e ringrazio anche la Prefettura, il nostro Prefetto Maurizio Falco che tiene i contatti con il Governo, tutte le forze dell’ordine, l’esercito, la protezione civile ed il Direttore generale dell’AUSL Luca Baldino, che ogni giorno partecipano al Comitato di Coordinamento dei soccorsi.
Ringrazio tutte le persone che ci sostengono ogni giorno con messaggi di stima. ed in particolare i miei amici del Centro Socio Riabilitativo per Disabili di Podenzano che mi hanno mandato un bellissimo filmato. Grazie ragazzi, mi mancate tanto, torneremo presto a bere il caffè insieme!
Il Sindaco Alessandro Piva


Con Decreto n. 45/2020 il Presidente della Regione Emilia Romagna ha disposto, dal 22/03 al 03/04, quanto segue:

1. Chiusura al pubblico dei cimiteri comunali, garantendo, comunque, l’erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione, cremazione delle salme.
2. Ad esclusione di farmacie e parafarmacie, nei giorni festivi sono sospese tutte le attività di commercio al dettaglio e all’ingrosso, comprese le attività di vendita di prodotti alimentari, sia nell’ambito degli esercizi di vicinato che delle medie e grandi strutture di vendita, anche ricompresi nei centri commerciali o in gallerie commerciali.
3. Sono sospesi i mercati ordinari e straordinari, i mercati a merceologia esclusiva, i mercatini e le fiere, compresi i mercati a merceologia esclusiva per la vendita di prodotti alimentari e più in generale i posteggi destinati e utilizzati per la vendita di prodotti alimentari.


Aggiornamento del 20/03 ore 19,30
Situazione sanitaria: Stasera non abbiamo nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono risultati positivi rimangono 47. Oggi, non ho avuto segnalazioni di decessi di persone colpite da COVID-19, e spero fortemente che questo sia un buon segno.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 1.488 (+139).
Rimangono 43 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Oggi i decessi nella nostra provincia sono ancora 27. I ricoveri e le polmoniti diagnosticate sono ancora tante, troppe! Aumentano anche i guariti e questo è una notizia positiva ma non ancora abbastanza. Lo sarà veramente quando non avremo più decessi!
Questo maledetto nemico invisibile però mi ha confermato ciò che speravo non fosse vero: la stupidità umana e l’egoismo non hanno limiti.
Dopo tutto quello che abbiamo detto, scritto, fatto, compreso il decreto di chiusura dei parchi, con tanto di cartelli sparsi ovunque, oggi ho dovuto delimitare diversi parchi con fettuccia biancorossa. Perché? Perché nonostante tutto c’era qualcuno che passeggiava liberamente nel parco! Non so più come fare.. la Polizia locale ed i Carabinieri fanno il possibile, questi signori che circolano liberamente infischiandosene di tutti e delle regole rischiano una denuncia per violazione dell’art. 650 del CP che recita “Chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall'Autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica, o d'ordine pubblico o d'igiene, è punito, se il fatto non costituisce un più grave reato, con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a 206 euro.”
Nonostante questi comportamenti deprecabili, ci sono tante persone che continuano a dare tutto quello che possono per cercare di salvare vite umane, che non mollano un secondo e che meritano per questo tutta la nostra stima, il nostro affetto e il nostro sostegno.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 19/03 ore 19,00
Situazione sanitaria: Abbiamo 2 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 47. Oggi, ci ha lasciato una nostra concittadina affetta da Covid-19, salgono quindi a 8 i decessi che hanno colpito il nostro comune. Ai famigliari le più sentite condoglianze e la mia vicinanza per questo lutto.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 1.349 (+85).
Rimangono 43 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Oggi i decessi nella nostra provincia sono 29: troppi, troppi, troppi! I ricoveri per polmoniti sono ancora aumentati anche se in maniera meno significativa. I MEDICI NON CE LA FANNO PIU’! SONO STREMATI. Arrivano ancora 80/100 ricoveri al giorno. Sono numeri impressionanti.
Nella giornata di ieri la Polizia Locale hanno identificato 3 persone a San Polo per le quali sono in corso accertamenti e rischiano sanzioni penali pesanti. Ancora?
Bene ha fatto il Presidente Bonaccini ad inasprire le restrizioni! Sono stanco, deluso, amareggiato e vi confesso che mi sento anche sconfitto personalmente. Io confidavo, speravo, in una risposta diversa da tutti i miei concittadini, ma così non è avvenuto purtroppo e quindi per colpa di pochi indisciplinati ed egoisti ci andiamo di mezzo tutti, anche chi nei giorni scorsi si è attenuto alle regole. Da oggi non si esce più di casa se non c’è un motivo valido. Lavoro/necessità/salute. Lo abbiamo voluto noi. Chi non è d’accordo deve solo pensare a cosa sta accadendo nelle corsie d’ospedale o nei reparti di terapia intensiva, o cosa potrebbe succedere nei centri residenziali per anziani nei prossimi giorni se la propagazione di questo virus continua in questo modo. Anche oggi se ne sono andati dei conoscenti e degli amici. Anche oggi 29 MORTI e con questi arriviamo a 243!!!! Ma è così difficile capire che non è uno scherzo? Non giochiamo ad andare più volte al giorno a fare la spesa per fare 2 passi. NOOOOO! E’ proprio lì che si può contagiarsi, è il posto più pericoloso per prendere il CORONAVIRUS, quindi si va a fare la spesa solo quando è veramente necessario adottando tutte le misure necessarie (guanti e mascherine e soprattutto distanze di sicurezza), e così vale per Poste, Banche e tutti gli altri servizi. Meno gente incontro e meno ho probabilità di ammalarmi.
Anche oggi hanno provato a fare qualche truffa con la scusa della consegna delle mascherine. Gli “sciacalli” nei momenti di difficoltà sono sempre in agguato ed per questo che dovete affidarvi sempre a canali di informazione istituzionali. Forse le notizie arrivano con qualche minuto di ritardo ma sono certe, affidabili e controllate.
Il COMUNE, la POLIZIA LOCALE E la PROTEZIONE CIVILE, c’erano ieri, ci sono oggi e ci saranno anche domani come sempre pronti a stare vicini a VOI soprattutto nei momenti di difficoltà come quelli attuali.
GRAZIE ancora a tutti voi, cittadini attivi, di Podenzano per la collaborazione e buona serata.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 19/03 ore 10,00

In vigore da oggi giovedì 19 marzo fino al 3 aprile le nuove disposizioni valide su tutto il territorio regionale.

CHIUSURA DI PARCHI E GIARDINI PUBBLICI.

USO DI BICICLETTA E SPOSTAMENTI A PIEDI consentiti solo per motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche: lavoro, ragioni di salute o altre necessità (come gli acquisti di generi alimentari).

Nel caso in cui la motivazione sia attività motoria (passeggiata per ragioni di salute) o l’uscita con l’animale di compagnia per le sue esigenze fisiologiche, si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione.

GRAZIE per la collaborazione.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 18/03 ore 19,00
Situazione sanitaria: Abbiamo 3 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 45. Oggi, ci ha lasciato un altro nostro concittadino affetto da Covid-19, salgono quindi a 7 i decessi che hanno colpito il nostro comune. Ai famigliari le più sentite condoglianze e la mia vicinanza per questo lutto.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 1264 (+129).
Rimangono 43 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Oggi i decessi nella nostra provincia sono 12 meno di ieri ma sempre troppi. I ricoveri per polmoniti sono ancora tanti. L’ospedale e il personale medico, infermieristico e ausiliario sono allo stremo!
Nella giornata di ieri la Polizia Locale e i Carabinieri a seguito di segnalazioni a Podenzano hanno identificato 12 persone per le quali sono in corso accertamenti e rischiano sanzioni penali pesanti. Per lo più sono giovani.
NON MOLLIAMO PROPRIO ORA! Restiamo a Casa! GRAZIE per la collaborazione.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 17/03 ore 19,00
Situazione sanitaria: Abbiamo 3 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 42. Oggi, o meglio ho saputo solo oggi che ieri, ci ha lasciato un altro nostro concittadino affetto da Covid-19, salgono quindi a 6 i decessi che hanno colpito il nostro comune. Ai famigliari le più sentite condoglianze e la mia vicinanza per questo lutto.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 1135 (+129).
Rimangono 43 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Oggi i decessi nella nostra provincia sono 26 (74 morti in 3 giorni sono un’esagerazione). I ricoveri per polmoniti sono sempre di più. L’ospedale e il personale medico, infermieristico e ausiliario sono allo stremo!
Oggi il Commissario Venturi ha informato di un incontro con i vertici militari per allestire un ospedale da campo vicino al G. da Saliceto con 40 posti letto di terapia intensiva!
E dopo tutto questo devo ancora vedere segnalazioni sui gruppi di vicinato di assembramenti? Devo ancora sentire telefonate che ci sono aggiornamenti? Ho fatto mettere delle transenne per delimitare la distanza di sicurezza dagli erogatori dell’acqua al distributore. Se avrò ancora segnalazioni di atteggiamenti irresponsabili chiuderò fino alla fine dell’emergenza i distributori. Nella giornata di ieri la Polizia Locale a seguito di 3 segnalazioni a Podenzano ha identificato 11 persone per le quali sono in corso accertamenti e rischiano sanzioni penali pesanti. Per lo più sono giovani o pensionati. MA NON CAPITE CHE METTETE A RISCHIO LA VOSTRA VITA E QUELLA DI TANTI ALTRI?
E’ dura, lo so, ma non ci sono alternative, più stiamo in casa e prima ripartiamo.
Una buona notizia invece è quando si parla di solidarietà i podenzanesi sono sempre pronti, presenti e partecipativi. Il servizio di spesa a domicilio infatti sta funzionando bene, sempre più famiglie lo richiedono e sempre più volontari chiedono di poter dare una mano. Ricordo che il numero da chiamare per prenotare la spesa è 0523554644 al mattino dalle 8,00 alle 10.30 e nel pomeriggio i volontari consegneranno la spesa, mentre i volontari oltre che direttamente alla pro-loco di Podenzano possono segnalare la loro disponibilità all’indirizzo mail segreteria@comune.podenzano.pc.it
GRAZIE per la collaborazione. Come ho scritto stamattina questo Virus lo fermiamo solo se lo FACCIAMO INSIEME!
Il Sindaco Alessandro Piva


159 anni di Unità d’Italia al tempo del #CORONAVIRUS.

“Tutti per uno e uno per tutti.
Uniti noi resistiamo divisi noi cadiamo"
(A. Dumas)

Il messaggio è conosciuto da tutti e difficile che qualcuno lo dimentichi.
RESTIAMO A CASA!

Ma c'è un'altra cosa che non dobbiamo scordare:
L'UNIONE (dell'intera collettività) FA DAVVERO LA FORZA.
E noi Sindaci di tutta la Provincia di Piacenza oggi siamo qui a ricordarlo con questa immagine condivisa, per dire che tutti i nostri Comuni (con i loro rispettivi cittadini) ci sono, si impegnano, non si arrendono!

CONDIVIDETE ora suI vostri social e nelle vostre chat di whatsapp la foto qui sopra.
Facciamola girare, facciamo squadra, formiamo una catena anche se attraverso i nostri smartphone, tablet e computer.
E nella vita di tutti i giorni mettiamo a frutto ciò che questa tremenda emergenza ci sta - suo malgrado - insegnando:
INSIEME si va lontano,
INSIEME le nostre forze non si sommano ma si elevano a potenza,
INSIEME possiamo dire addio a questa emergenza.
INSIEME possiamo riprenderci la nostra vita.

INSIEME!
Il Sindaco Alessandro Piva

 

 


Aggiornamento del 16/03 ore 19,00
Situazione sanitaria: Abbiamo 1 nuovo caso positivo a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 39. Oggi ci ha lasciato un altro nostro concittadino affetto da Covid-19, salgono quindi a 5 i decessi che hanno colpito il nostro comune. La persona che ci ha lasciati era un caro amico, con cui ho condiviso dei momenti molto belli che conserverò sempre nel cuore. Ai famigliari le più sentite condoglianze e la mia vicinanza per questo lutto.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 1006 (+54).
Rimangono 43 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Oggi i decessi nella nostra provincia sono 23 sono sempre troppi. I ricoveri per polmoniti hanno ricominciato a crescere ed i numeri sono davvero preoccupanti.
Oggi siamo stati un po’ meno bravi del solito: ho ricevuto qualche chiamata per segnalare assembramenti di persone in qualche parco, per lo più giovani, ma anche qualche segnalazione di persone poco attente e senza mascherine nelle attività commerciali alimentari. Non va bene! E’ pericoloso! Non abbiate timore, se durante la spesa qualche persona poco attenta si avvicina troppo a voi, pretendete la distanza di sicurezza: 1 metro almeno. La merce c’è per tutti. Non andate 2 volte il giorno al supermercato in 2 o 3 persone a fare la spesa, si crea affollamento e si aumentano i rischi di contagio. Mi raccomando una volta sola al giorno a fare spesa.
Mi hanno segnalato anche gruppi di bambini che si ritrovano a giocare nei cortili dei condomini accompagnati da genitori non residenti nel condominio. E’ un area privata non possiamo intervenire, ma mi domando che senso ha chiudere le scuole se poi facciamo incontrare i nostri figli in gruppo a correre e urlare nel cortile?
Altra situazione segnalata è l’approvvigionamento di acqua ai distributori di Podenzano e San Polo. L’acqua non manca, c’è per tutti. Abbiate rispetto delle persone che vi precedono, mettetevi in coda e mantenete le distanze. Se nei prossimi giorni continueranno questi atteggiamenti sarò costretto a fare come qualche collega ha dovuto chiudere i distributori perché i cittadini non rispettano le regole. Per qualche settimana poi si può bere anche l’acqua che esce dai nostri rubinetti, è controllata, potabile e buona. Io da diversi anni bevo solo quella e non ho mai avuto problemi.
Scusate stasera sono stato un po’ più pungente del solito ma mi sono sentito in dovere di farlo anche per i nostri 5 concittadini che ci hanno lasciato e per tutta la fatica che fanno medici e infermieri.
E’ nostro dovere STARE IN CASA, usciamo solo per lavoro e cose necessarie.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 15/03 ore 18,30
Situazione sanitaria: Abbiamo 6 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 38. Solo oggi ho appreso che nei giorni scorsi ci ha lasciato un altro podenzanese affetto da Covid-19, salgono quindi a 4 i decessi che hanno colpito il nostro comune. Ai famigliari le più sentite condoglianze e la mia vicinanza per questo lutto.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 952 (+157).
L’aumento dei casi positivi così come a Podenzano penso sia dovuti al ritorno in massa dei tamponi. Come non erano attendibili i numeri dei giorni scorsi anche questi sono poco significativi.
Con un nuovo Comune interessato diventano 43 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Anche oggi 24 decessi nella nostra provincia sono sempre troppi. Temo che per qualche giorno fin tanto che non cominceranno a fare effetto le restrizioni del DPCM i numeri non cambieranno molto. La cosa positiva è che sembrano in leggero calo i ricoveri per polmonite.
Penso che sempre più persone avranno bisogno di avere generi di prima necessità a domicilio. Grazie al servizio che abbiamo pensato con la collaborazione dei Servizi Sociali, dei giovani volontari della pro-loco di Podenzano e di alcuni commercianti sarà tutto più semplice. Altri commercianti si sono aggiunti a quelli iniziali. L’elenco aggiornato è consultabile sul sito del comune.
Per ora i negozi di alimentari sono: CONAD, COOP ALLEANZA 3.0, DI MEGLIO, FIOCCHI MARKET SNC MARGHERITA CONAD, GUSTAPPUNTO, MULINO DEL FUOCO; mentre le Farmacie sono: BONINI a PODENZANO e COMUNALE a Gariga di PODENZANO.
Oggi oltre ai controlli della nostra Polizia Locale, si sono aggiunti quelli dei Carabinieri e quelli delle Guardie Ecozoofile di FARE AMBIENTE che ringrazio per il loro operato. Qualche controllo l’ho fatto anche personalmente e confermo quanto detto ieri: i Podenzanesi sono attenti e rispettano le restrizioni. Ho trovato qualche persona con il cane o con il figlio che camminavano e quando incrociavano qualcuno prendevano le giuste distanze.
Continuate così: STATE IN CASA, solo così potremo sconfiggere questo invisibile e subdolo nemico.
Grazie.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 14/03 ore 18,30
Situazione sanitaria: Abbiamo 2 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono risultati positivi salgono a 32. Anche oggi ci ha lasciato un altro podenzanese affetto da Covid-19, salgono quindi a 3 i decessi che hanno colpito il nostro comune. Ai famigliari le più sentite condoglianze e la mia vicinanza per questo lutto.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza, i pazienti risultati positivi ai test sono saliti a 795 (+138).
Rimangono 42 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Leggo ora che oggi in Provincia di Piacenza i decessi sono 24: 24 persone che ci hanno lasciato, tra loro anche un caro amico con cui ho condiviso alcuni progetti importanti.
Sono diversi giorni che vi tengo aggiornati sui numeri, e mi rendo conto solo ora che può sembrare un mero esercizio numerico: 1 +1 +3+ 2+0 ….
Per me però questi non sono numeri, sono miei concittadini, che uno dopo l’altro si ammalano, si aggravano, guariscono o, purtroppo, ci lasciano. Alcuni li conosco personalmente, altri no, o magari non so chi sono, perché per ragioni di privacy i nominativi dei positivi non sono comunicati ai Sindaci. Di alcuni, grazie al costante contatto con i familiari e i Medici curanti, ogni sera ho gli aggiornamenti sanitari. Vivo con loro ansie, gioie e dolori. Ci consoliamo e ci incoraggiamo a vicenda. Prego per loro. Mi abbatto ma non mi arrendo, so che domani sarà un'altra giornata in trincea, spero dentro di me di non ricevere altre notizie negative. Penso ai medici e ai sanitari impegnati a salvare vite umane e mi rendo conto che quello che sto facendo è nulla rispetto a quello che fanno loro, un lavoro immane… un miracolo. Trovo la forza per iniziare una nuova giornata perché, in questo periodo, ho imparato che ogni giorno che la vita mi riserva vale la pena viverlo intensamente.
Continuano i controlli della nostra Polizia Locale sul territorio dell’intera Unione Valnure e Valchero. Pare che a Podenzano ieri sia andato tutto bene, che noi podenzanesi abbiamo capito l’importanza di un comportamento corretto.
VI prego tenete duro, STATE IN CASA, aiutateci a fermare questo maledetto Virus che si sta portando via più vite di qualsiasi altra catastrofe che abbiamo avuto nell’ultimo secolo.
Grazie.
Il Sindaco Alessandro Piva


Il Sindaco ha adottato la nuova ordinanza n. 9/2020 con la quale:

ORDINA

la proroga sino a tutto il giorno 25 marzo 2020 compreso, fermo restando quanto previsto nel su richiamato DPCM, dell'applicazione delle seguenti misure per i servizi accreditati dalla Regione Emilia Romagna:

in ordine alle attività SOCIO ASSISTENZIALI:

  • la chiusura del centro diurno socio-riabilitativo per disabili di Podenzano;

Sono inoltre sospese le seguenti attività:

  • socio – ricreative rivolte agli anziani;

  • i servizi educativi domiciliari (disabili, adulti e minori);

  • di tempo libero garantite ad utenti disabili (adulti e minori);

  • incontri protetti;

  • attività garantite dai Centri Socio Occupazionali, di tirocinio formativo;

  • le visite domiciliari delle assistenti sociali per adulti, anziani, minori e disabili, salvi casi eccezionali espressamente autorizzati dal Responsabile di Servizio.

  • la limitazione dell’accesso agli edifici scolastici del personale necessario al compimento delle attività urgenti, siano esse di carattere amministrativo, igienico, manutentivo, nonché per le eventuali attività di didattica a distanza, previa individuazione da parte del Dirigente competente.


Aggiornamento del 13/03 ore 19,00
Situazione sanitaria: Non abbiamo nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono stati contagiati rimangono 30.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 657 (+27).
Rimangono 42 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Continuano i controlli della nostra Polizia Locale sul territorio dell’intera Unione Valnure e Valchero. Per quanto riguarda Podenzano sono stati controllati esercizi pubblici e luoghi pubblici dove generalmente si assembrano persone come parchi e piazze. Dai controlli nei luoghi pubblici è emersa una irregolarità di una persona che è stato segnalato ai sensi dell’art. 650 del CP.
Segnalo una bellissima iniziativa da parte dei nostri commercianti che oggi hanno pensato di esprimere la loro vicinanza a tutti i cittadini di Podenzano pubblicando sui social e sulle loro vetrine chiuse una bellissima immagine.
La condivido anch’io perchè come loro sono certo che Podenzano ce la farà e andrà tutto bene e ritorneremo a frequentarci, abbracciarci, salutarci e perché no anche a discutere di sciocchezze, come facevamo fino a 3 settimane fa.
Ora però non dobbiamo abbassare la guardia perché anche oggi ci sono stati altri 14 decessi nella nostra provincia che si aggiungono ai 15 di ieri, non importa di che comune siano sono sempre comunque troppi! Fermiamo il contagio! Stiamo in casa, usciamo solo se strettamente necessario, evitiamo assembramenti, non fermiamoci a parlare con l’amico o il vicino di casa, salutiamolo e stiamo alla giusta distanza. Ditelo anche ai nostri nonni che non hanno facebook! E’ importante! Grazie.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 12/03 ore 18,30
Situazione sanitaria: Abbiamo 1 nuovo caso positivo a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono stati contagiati salgono a 30. Purtroppo oggi ci ha lasciato un altro nostro concittadino colpito da questo maledetto Covid-19. Ai famigliari le più sentite condoglianze e la mia vicinanza per questo lutto che ci ha colpiti.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 630 (+13).
Rimangono 42 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Ribadisco quanto detto ieri il calo del numero dei contagi anche se può rappresentare una notizia positiva, non è attendibile, mentre spaventano i 15 decessi registrati nelle ultime 24 ore nella nostra provincia e l’aumento continuo del numero dei ricoveri con polmoniti.
Continuano i controlli della nostra Polizia Locale sul territorio dell’intera Unione Valnure e Valchero. Per quanto riguarda Podenzano sono stati controllati esercizi pubblici e luoghi pubblici dove generalmente si assembrano persone come parchi e piazze. Dai controlli nei luoghi pubblici non è emersa nessuna irregolarità mentre per quanto riguarda gli esercizi pubblici è stato segnalato ai sensi dell’art. 650 del CP un pubblico esercizio che non rispettava gli orari di apertura. Questo dimostra che la maggior parte dei nostri concittadini ha capito l’importanza di STARE IN CASA, e di non fare ASSEMBRAMENTI di persone.
Noi stiamo cercando di fare il possibile, continuate ad aiutarci come state facendo. E’ importante.

Da padre, mi rivolgo ai più giovani, lo so che è dura stare in casa, che è dura non poter stare con gli amici, ma dobbiamo farlo e dovete darci una mano grande anche voi. Il lutto che ci ha colpito oggi ci deve servire ancora di più per capire che i sacrifici che stiamo facendo insieme in questi giorni non sono vani ma servono a ridurre il numero di persone care che ci possono lasciare a causa del COVID-19. Sono certo che lo capirete. Grazie.

Vi lascio con una piacevole immagine di cosa hanno pensato i componenti dell’equipe del nostro Centro Socio-Riabilitativo Diurno per Disabili.

Il Sindaco Alessandro Piva


I Sindaci dei Comuni piacentini sono impegnati a supporto di AUSL Piacenza nella ricerca di alloggi da destinare al personale che è stato chiamato a supporto dei professionisti della Sanità piacentina per l'emergenza legata alla diffusione del Coronavirus.
Chiunque avesse un alloggio e fosse disponibile a metterlo a disposizione temporaneamente per contribuire ad affrontare questa emergenza può farlo compilando il modulo reperibile a questo link.
Grazie per la disponibilità che vorrete dimostrare e per la condivisione che vorrete dare a questo messaggio.


Aggiornamento del 11/03 ore 19,00
Situazione sanitaria: Oggi non abbiamo nuovi casi positivi al Coronavirus a Podenzano. I nostri concittadini che sono stati contagiati rimangono 29. Alcuni dei primi contagiati hanno terminato la fase di quarantena e non hanno più sintomi da diversi giorni. Clinicamente possono definirsi guariti, ma sono in attesa di convalida della guarigione.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 617 (+29).
I comuni interessati diventano 42, purtroppo se ne è aggiunto un altro alla lista ai comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Il calo del numero dei contagi anche se può rappresentare una notizia positiva, va preso con le dovute cautele, perché può dipendere anche dal numero dei test refertati dai laboratori, mentre spaventano i 13 decessi registrati nelle ultime 24 ore nella nostra provincia e l’aumento del numero dei ricoveri con polmoniti.
Per noi quindi non può ancora cambiare nulla, MASSIMA ATTENZIONE ed evitiamo CONTATTI SIGNIFICATIVI E ASSEMBRAMENTI.
Ieri la Polizia Locale ha fatto diversi controlli nei pubblici esercizi e tutti erano perfettamente in regola con le misure da attuare, i nostri esercenti hanno dimostrato di essere pronti e di aver capito la situazione sanitaria. Qualcuno di loro ha deciso di chiudere per tutelare la salute propria, dei dipendenti e dei clienti, altri hanno preferito continuare nel loro lavoro applicando tutte le prescrizioni ricevute, entrambe le scelte vanno apprezzate e rispettate. In questi giorni stiamo organizzando un servizio di consegna a domicilio della spesa e dei farmaci con i nostri servizi sociali, diversi negozi e volontari. Vi aggiornerò appena possibile sulle modalità in cui opererà il servizio.
Oggi ho fatto diversi sopraluoghi ai parchi, ho visto tante persone passeggiare anche per le vie del paese e non ho visto nessun assembramento di persone.
ContinuiAMO così. Grazie, Grazie, Grazie!
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 11 marzo 2020 ore 12.
Da oggi in vigore il Decreto n. 32 del 10 marzo 2020 del Presidente della Giunta Regionale dell'Emilia-Romagna che rende ancora più restrittive alcune misure contenute nel DPCM del 9 marzo 2020, il cosiddetto decreto #stateincasa.

COSA HA CAMBIATO LA REGIONE?
1- La ristorazione (dalle gelaterie fino alle osterie passando per le pizze al trancio) chiude al pubblico alle ore 18 da lunedì a venerdì e tutto il giorno il sabato e la domenica (solo in Emilia-Romagna). Ma può portare il cibo a domicilio
2- I mercati infrasettimanali si fermano fino al 3 aprile ad esclusione dei banchi alimentari purchè facciano rispettare la distanza di sicurezza.

NEL DETTAGLIO:
👉Tutto ciò che è ristorazione SUL POSTO:
- apre alle ore 6 e chiude alle ore 18.00 (dal lunedì al venerdì)
- chiude tutto il giorno i locali al pubblico nei giorni festivi e prefestivi (es: sabato e domenica)
La stessa cosa vale per tutte le attività di: asporto, gelaterie, rosticcerie, pizzerie al taglio, preparazione pasti take away, friggitorie, pasticcerie.

👉tutti i giorni dopo le 18 e anche nei festivi e nei prefestivi queste attività possono lavorare SOLO SE:
- consegnano a DOMICILIO
- durante la consegna SI EVITANO CONTATTI contatti personali

🏨 E PER IL PASTO SE SONO OSPITE IN HOTEL?
- Funziona la ristorazione per i clienti che SOGGIORNANO nelle strutture ricettive
- Esempi di strutture ricettive: alberghi, agriturismi, b&b, villaggi turistici, ostelli

⛔ SOSPESI I MERCATI INFRASETTIMANALI (ORDINARI E STRAORDINARI) TRANNE
👉i banchi che vendono SOLO prodotti alimentari
👉i mercati che vendono esclusivamente prodotti alimentari

Il Decreto del Presidente della Giunta Regionale è allegato.

Ve lo chiedo per favore, impegniamoci tutti a rispettare le misure di sicurezza che ci vengono imposte. Più ci impegniamo e prima ne usciamo!

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 10/03 ore 18,30

Situazione sanitaria: Abbiamo 1 nuovo caso positivo a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono stati contagiati salgono a 29.

Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 588 (+30).

Rimangono 41 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.

In allegato trovate:

• il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri DPCM di ieri 09/03/2020 in vigore da oggi.

• Il Decreto del Presidente della Giunta Regionale della Regione Emilia Romagna n. 31 del 09/03/2020 anch’esso in vigore da oggi.

• Una serie di risposte alle domande più frequenti (FAQ)

Cosa cambia? Per noi quasi nulla. E’ VIETATA OGNI FORMA DI ASSEMBRAMENTO di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 09/03 ore 18,30.
Situazione sanitaria: Abbiamo 3 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono stati contagiati salgono a 28.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 558 (+73)
Sono 41 comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Stasera ho deciso di comunicarvi alcune cose anche attraverso un video

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 09/03 ore 14,00 – Limitazioni agli spostamenti di cui all’art. 1 del DPCM 08/03/2020.

Dopo la giornata di ieri passata a cercare di condividere con i colleghi Sindaci le interpretazioni dei diversi punti del DPCM 8 marzo 2020 sono arrivati in queste ore ulteriori documenti chiarificatori del DPC.

In particolare:

Il DECRETO n. 29 del Presidente della Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna che dispone fino al 3 aprile 2020 la SOSPENSIONE dell’attività dei centri semiresidenziali per anziani e per disabili (centri diurni) e dei centri socio-occupazionali per disabili su tutto il territorio regionale incentivando, dove possibile, percorsi di domiciliarità.

Inoltre, specifica che gli addetti impegnati nel servizio a contatto con i clienti nei Servizi di saloni di barbiere e parrucchiere, Servizi di istituti di bellezza, Servizi di manicure e pedicure, di Tatuaggio e piercing, DEVONO indossare una mascherina e guanti monouso, lavarsi le mani fra un cliente e l’altro con gel idroalcolico e pulire le superfici con soluzioni a base di alcol o cloro.

L’ORDINANZA DEL IL CAPO DEL DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE che chiarisce che non ci sono limitazioni al transito e trasporto merci ed a tutta la filiera produttiva da e per le zone indicate e non ci sono divieti per gli spostamenti su tutto il territorio nazionale per motivi di lavoro, di necessità o per motivi di salute.

Il MODULO DI AUTOCERTIFICAZIONE per giustificare gli spostamenti che non è indispensabile perché si può compilare in loco, ma se si ha con sé, già compilato, si evitano attese e si agevola il lavoro delle forze dell’ordine nei controlli.

ABBIAMO BISOGNO DELLA COLLABORAZIONE DI TUTTI, SE NON E’ NECESSARIO USCIRE DI CASA E SPOSTARSI, EVITIAMOLO.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 08/03 ore 19,00.
Situazione sanitaria: Abbiamo 1 nuovo caso positivo a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono stati contagiati salgono a 25.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 485 (+48).
Sono 40 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
La situazione degli ospedali comincia a essere critica, si stanno facendo tutti gli sforzi umanamente possibile per creare nuovi posti letto dedicati ai pazienti colpiti da COVID-19. Se il numero di contagiati continuerà a salire in questo modo diventerà difficile gestire la situazione, è per questo che il Governo con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) di oggi ha posto vincoli più stringenti per il nostro territorio fino al 3 aprile prossimo. E’ tutto chiaro? No. Oggi ho provato a chiarire alcuni punti, ma altri sono ancora da chiarire. Saranno misure sufficienti? Ci saranno vincoli maggiori? Potranno terminare prima? Ci sarà una proroga? Queste sono le domande più frequenti. Non ho una risposta ad ognuna di queste domande però sono certo che le risposte dipendono da noi, da quanto ci impegneremo a rispettare e a fare rispettare le norme contenute nel DPCM da chi non le rispetta. Ora più che mai è importante ritrovare il senso civico, diventare cittadinanza attiva.
Il Ministero degli affari esteri e cooperazione internazionale ha appena pubblicato una nota esplicativa che chiarisce un aspetto importante per gli spostamenti di lavoro.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 8 marzo 2020 ore 14,30
In attesa di chiarimenti ufficiali provo a dare una lettura personale, condivisa con qualche amico Sindaco, delle parti più importanti del decreto che ha validità da oggi fino al 3 aprile prossimo.

1 - EVITARE GLI SPOSTAMENTI. Chi è fuori dalle zone indicate può rientrare, chi è a casa può muoversi per andare al lavoro, per necessità o motivi di salute. Siamo in attesa di chiarimenti su cosa significhi mobilità interna ed esterna. Sembra evidente che per mobilità interna si intenda la mobilità tra le Province indicate ed esterna al di fuori di esse. LE MERCI POSSONO CIRCOLARE IN ENTRATA E USCITA. LE AZIENDE NON SI FERMANO E NEMMENO IL LAVORO.
2 - Quando non lavoriamo o non abbiamo impegni inderogabili o di salute SIAMO TUTTI INVITATI A STARE IN CASA,
3 - Se abbiamo sintomi da infezione respiratoria e febbre siamo OBBLIGATI A STARE IN CASA ed evitare contatti sociali.
4 - Se siamo sottoposti a QUARANTENA abbiamo il divieto assoluto di spostamento dalla nostra abitazione. Sono previste sanzioni di natura penale.
5 - SOSPESA OGNI MANIFESTAZIONE SPORTIVA. Se non siamo PROFESSIONISTI partecipanti a competizioni nazionali o internazionali, e non abbiamo a disposizione lo staff sanitario no possiamo allenarci in impianti sportivi a porte chiuse. Ma non è vietato fare una bella camminata o una corsa o un giro in bicicletta per conto nostro. Tanto per mantenerci in forma.
6 - Se abbiamo ferie, è il momento buono per prenderle senza allontanarci. Penso che i nostri datori di lavoro potranno concedercele, non sono ferie sprecate, sono le ferie spese meglio perchè sono per la nostra salute.
7 - Niente sci o snowboard.
8 -SOSPESE TUTTE LE MANIFESTAZIONI e le ATTIVITA', non importa se in luogo pubblico o privato aperto al pubblico. Vale per OGNI genere di attività ricreativa, culturale, comprese discoteche, pub, cinema,. teatri ecc... l'elenco lo potete leggere nel DPCM.
9 - SOSPESE LE CERIMONIE CIVILI E RELIGIOSE. Ciò significa che si rinviano matrimoni, non si celebrano funerali, messe, inaugurazioni, commemorazioni, niente di niente. I luoghi di culto sono aperti se si rimane lontani per più di un metro;
10 - Musei e luoghi di cultura CHIUSI;
11 - sospesi tutti i CONCORSI PUBBLICI.
12 - BAR E RISTORANTI sono CHIUSI DALLE 18.00 alle 6.00. TUTTI, ristoranti compresi. Non è questione di orario, ma di affollamento, e dalle 18.00 in avanti è indiscutibile che l'affollamento sia maggiore. Ma la cosa vale anche per il resto della giornata. Non ha senso chiudere le scuole e vedere mamme bambini e nonni tutti insieme felicemente al bar tra le 6 e le 18.
13 - NEGOZI RIMANGONO APERTI, ma SOLO se possono far rispettare le distanze ai propri clienti ed al proprio personale. Se ciò è impossibile, la SANZIONE è la SOSPENSIONE DELL'ATTIVITA'.
14 - CHIUSE le GRANDI E MEDIE STRUTTURE DI VENDITA E NEGOZI NEI CENTRI COMMERCIALI nei weekend per evitare affollamento. Rimangono APERTE LE STRUTTURE ALIMENTARI, le FARMACIE e le PARAFARMACIE, ma SOLO se adotteranno misure per garantire il rispetto delle distanze tra le persone. In caso contrario, ne è disposta la CHIUSURA.
15 - SOSPESE LE ATTIVITA' di centri sportivi, palestre, piscine, centri culturali, sociali e ricreativi.
POTREMO USCIRE DA QUESTA SITUAZIONE SOLO SE SAREMO BRAVI A RISPETTARE QUESTE SEMPLICI NORME.
PIU’ SAREMO NUMEROSI E BRAVI A RISPETTARLE E PRIMA USCIREMO DA QUESTA SITUAZIONE, IN ALTRE PAROLE .... DIPENDE DA NOI.
Il Sindaco
Alessandro Piva


CORONAVIRUS - ho appena ricevuto il Decreto del Presidente del Consiglio Ministri di oggi 8 marzo. Sono state introdotte nuove restrizioni anche per la nostra provincia. In poche parole ci mette nella situazione di ridurre tutti i contatti strettamente non necessari e di evitare gli spostamenti inutili. Penso che nella situazione attuale sia importante dare tutti il nostro contributo per contenere il contagio. Spero che si pensi poi anche alla situazione economica di alcune categorie di lavoratori fortemente danneggiate come gli esercizi pubblici e gli impianti sportivi. Per ora però la prima misura ECONOMICA è quella SANITARIA.
A breve dopo confronto con gli altri Sindaci ci saranno aggiornamenti.
Il Sindaco Alessandro Piva

Aggiornamento del 07/03 ore 19,00.
Situazione sanitaria: Abbiamo 1 nuovo caso positivo a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono stati contagiati salgono a 24.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 437 (+50).
Questi dati sono pervenuti pochi minuti fa ma sono riferiti ai campioni refertati entro le ore 12 di oggi.
Sono 39 i comuni del piacentino in cui sono stati accertati casi positivi al coronavirus.
Come ha sottolineato il Commissario alla sanità della Regione Emilia-Romagna Sergio Venturi è il 4 giorno consecutivo che in provincia di Piacenza i casi positivi crescono con un trend inferiore al resto della Regione. Non bisogna illudersi ma se il trend continua così potrebbe essere che fra qualche giorno si riesca a superare la fase più difficile. Lo speriamo tutti perché le nostre strutture ospedaliere e tutto il personale sanitario sono allo stremo. Altre 2 cose positive sono che la maggior parte dei nuovi contagiati si trova in condizioni sanitarie con un quadro clinico non grave se non addirittura sintomi lievi e che le guarigioni sono salite a 25. Come sapete Podenzano è stato uno dei primi comuni interessati dal coronavirus, per questo spero tanto di potervi dare a breve anche la notizia delle prime guarigioni a Podenzano. Non sarà semplice ne tantomeno breve ma con l’aiuto di tutti ce la faremo ad uscire anche da questa situazione.
Colgo l’occasione ancora una volta per ringraziare medici, infermieri tutto il personale sanitario e amministrativo della AUSL di Piacenza, i nostri medici di medicina generale ed i nostri pediatri, i tanti volontari di CRI, ANPAS e Protezione Civile per l’impegno, la dedizione, la professionalità e l’amore che dedicano alla cura delle persone questo delicato momento. GRAZIE. TUTTO ANDRA’ BENE. MA MANTENIAMO ALTA L’ATTENZIONE. NON ABBASSIAMO ORA LA GUARDIA!
Il Sindaco Alessandro Piva

Aggiornamento del 07/03 ore 13,00 - Proroga ordinanza 6/2020 del 1 marzo 2020.

Considerando l’evoluzione della situazione ed in particolare del permanere dell’emergenza sanitaria discendente dalla rilevazione di crescenti numeri di soggetti di cui è accertata la positività al coronavirus nel nostro territorio e nei comuni limitrofi abbiamo pensato di prorogare l’ordinanza 6/2020 relativa in particolare alla chiusura del centro diurno socio-riabilitativo per disabili di Podenzano, e alla sospensione delle seguenti attività: attività socio – ricreative rivolte agli anziani, i servizi educativi domiciliari (disabili, adulti e minori), di tempo libero garantite ad utenti disabili (adulti e minori), incontri protetti, attività garantite dai Centri Socio Occupazionali, di tirocinio formativo, le visite domiciliari delle assistenti sociali per adulti, anziani, minori e disabili, salvi casi eccezionali espressamente autorizzati dal Responsabile di Servizio.

Ci rendiamo conto del disagio che questa scelta comporta per le famiglie, e per questo ci scusiamo, ma in questo momento abbiamo ritenuto più importante tutelare la salute delle persone fragili che accedono a questi servizi, limitandone l’accesso e la possibilità di contagio.

Abbiamo anche prorogato la limitazione dell’accesso agli edifici scolastici del personale necessario al compimento delle attività urgenti, siano esse di carattere amministrativo, igienico, manutentivo, nonché per le eventuali attività di didattica a distanza, previa individuazione da parte del Dirigente competente.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 06/03 ore 19.00
Situazione sanitaria: Abbiamo 4 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono stati contagiati salgono a 23.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 387 (+44).
Questi dati sono pervenuti pochi minuti fa ma sono riferiti ai campioni refertati entro le ore 12 di oggi.
Oggi purtroppo si è verificato nel territorio dell’Unione Valnure Valchero un tentativo di raggiro, fortunatamente non riuscito, di un anziano con la scusa del tampone. Ricordo a tutti i cittadini che i tamponi per verificare il contagio da coronavirus sono effettuati solo da personale AUSL solo su soggetti che abbiano avuto un contatto significativo con una persona risultata positiva al test e solo in presenza di sintomi. In ogni caso l’AUSL chiama per fissare un appuntamento. Colgo l’occasione per informare tutti i cittadini che NESSUN DIPENDENTE COMUNALE E NESSUNA AZIENDA E’ STATA AUTORIZZATA a compiere indagini statistiche sul nostro territorio. Qualora qualcuno si proponesse per fare un tampone o un’indagine statistica non esitate a chiamare la Polizia Locale al numero 800 200 213 o al numero 0523 872024, o i Carabinieri al 112.
Anche in questo caso ricordo che è importante l’attenzione, la collaborazione e l’impegno di tutti per assicurare alla giustizia queste persone senza scrupoli che approfittano di questi momenti di tensione e paura per truffare persone fragili.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 05/03 ore 19.00
Situazione sanitaria: Abbiamo 5 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono stati contagiati salgono a 19.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 343 (+57).
Questi dati sono pervenuti pochi minuti fa ma sono riferiti ai campioni refertati entro le ore 12 di oggi.
Ormai questi numeri cominciano a non avere più senso, la stragrande maggioranza dei comuni della nostra provincia hanno casi accertati e nei prossimi giorni molto probabilmente i casi aumenteranno ancora.
Per noi non cambia nulla, non dobbiamo abbassare la guardia e abbiamo il dovere di continuare a prendere le precauzioni che i medici e gli scienziati ci consigliano.
Cogliendo l’opportunità che l’analisi dei numeri che ogni giorno arrivano dalla stampa relativi anche alle altre province dell’Emilia Romagna, alle altre regioni italiane e agli stati europei vorrei tranquillizzare tutti i podenzanesi smentendo un’altra fakenews che sta girando da qualche giorno relativamente alle zone rosse. PODENZANO NON E’ IN ZONA ROSSA E NON LO DIVENTERA’. Oggi che le indagini sono svolte un po’ in tutt’Italia ed in Europa, risulta abbastanza chiaro che diventa difficile creare nuove zone rosse e che comunque in questo momento oltre a non avere senso sarebbe impossibile delimitare dei confini precisi.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 05/03 ore 15.00
Situazione sanitaria: Non ho ancora ricevuto aggiornamenti ufficiali. Sono in programma in serata, colgo però l’occasione per comunicare a tutti che NON SONO IN ISOLAMENTO VOLONTARIO FIDUCIARIO. La notizia è stata diffusa per errore in tarda mattinata da un emittente televisiva locale.
Sono in comune a lavorare, e per ora non sono in “quarantena”. Non ho infatti ricevuto nessuna comunicazione ufficiale dal servizio di igiene pubblica e per quanto di mia conoscenza non ho avuto contatti significativi con persone risultate positive al tampone per il virus COVID 19. Oggi è così ma domani o dopodomani potrebbe non più essere così. In questo caso non esiterei un secondo a mettermi in isolamento volontario e ad attenermi alle prescrizioni impartite.
Ho sentito il giornalista mortificato per l’errore fatto. Questa cosa però mi ha fatto riflettere. A cosa serve sapere chi è stato contagiato? Chi è in quarantena? A cosa serve rincorrere sempre la notizia? Non serve a nulla, perché indipendentemente da questo noi sappiamo già cosa dobbiamo fare per il nostro bene e per il bene degli altri.
Stamane prima di entrare in Comune sono passato al solito bar per un caffè volante, ho mantenuto le distanze dal barista e senza fatica anche dalle persone presenti (non molte per la verità) che probabilmente conoscendomi e avendo sentito le notizie dei colleghi sindaci contagiati han pensato bene di non avvicinarsi, abbiamo comunque scambiato due parole, qualche battuta e qualche informazione sul CORONAVIRUS protagonista incontrastato di quasi tutti i ragionamenti. Non mi sono sentito come un appestato, mi sono sentito sollevato e a mio agio, perché ho pensato che le persone comincino a capire come ci si debba comportare in questa situazione.
Dopo il caffè sono andato in comune e mi sono disinfettato le mani. Ho lavorato ed incontrato qualche persona, sempre però mantenendo la distanza di sicurezza. Al termine di ogni incontro mi sono disinfettato le mani e ho arieggiato l’ufficio. Così ho fatto nella pausa pranzo e così farò stasera appena entrato in casa.
Oltre ad avere una carica pubblica, come la stragrande maggioranza di voi ho una vita particolarmente attiva che mi porta ad incontrare tante persone, per cui, anche se non sono in “quarantena” cerco sempre di comportarmi come se lo fossi perché non posso sapere se sono stato contagiato o meno. Qualcuno mi ha suggerito di fare il tampone. A cosa servirebbe? Io sto bene. Se anche fosse negativo, incontrando tante persone, domani o dopodomani potrebbe non esserlo più. Dovrei fare un tampone tutti i giorni, ma penso sia meglio riservare i tamponi alle persone che non stanno bene e che rischiano la salute.
Non dobbiamo sentirci in difficoltà a chiedere la distanza dalle altre persone, né tantomeno di vergognarci di avere riguardo verso il prossimo e di disinfettarci le mani. Non è mancanza di rispetto. Lo facciamo per tutelare la nostra e la loro salute, in quanto nessuno fino a prova contraria è in grado di sapere se è stato contagiato o meno, ma se ci comportassimo tutti come se fossimo contagiati asintomatici la diffusione del virus rallenterebbe notevolmente.
A più tardi per gli aggiornamenti.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 04/03 ore 19.00
Situazione sanitaria: Abbiamo 1 nuovo casi positivo a Podenzano rispetto a ieri. I nostri concittadini che sono stati contagiati salgono a 14 nostri concittadini positivi e di cui 1 concittadino deceduto nella giornata del 1 marzo.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 286.
Continuano i lavori per allestire un centro di quarantena alle “casermette” di San Polo che sarà destinato ad accogliere persone che non hanno un posto dove poter trascorrere l’isolamento fiduciario.
Gli operatori sanitari stanno facendo tutto quello che umanamente è possibile.
La situazione che stiamo affrontando è completamente nuova. Una situazione come questa non la avevamo mai affrontata. Con il Governo, la Regione Emilia-Romagna, la Prefettura, la Questura, i Carabinieri, la Guardia di Finanza, l’Esercito, l’AUSL ed i colleghi sindaci lavoriamo alacremente per affrontare quotidianamente i problemi che ci vengono posti. Cerchiamo di ragionare, di usare il buon senso ma soprattutto cerchiamo di affidarci agli scienziati per trovare delle soluzioni. Soluzioni che a volte possono sembrare laboriose, tardive, illogiche, talvolta anche inutili o impopolari, ma vi assicuro che sono sempre fondate su basi scientifiche, che non sono prese a cuor leggero e che dietro ad ognuna di queste c’è sempre una logica, un obiettivo, un intento: contenere il diffondersi del Virus Covid-19.
Oggi dobbiamo fare di tutto per limitare il numero delle vittime, anche di quelle definite “anziani con patologie pregresse” perché anche loro hanno diritto alla vita, e i sanitari da soli non possono farcela. Ognuno di noi, nella quotidianità, deve sentirsi chiamato ad impegnarsi ad applicare tutte le norme e le prescrizioni che i medici e la scienza ci indicano, perché è l’unico modo per arginare questo nuovo Virus. Solo se ci impegniamo tutti insieme possiamo farcela, tutto il resto, le polemiche, la disinformazione, le illazioni, le soluzioni semplicistiche e popolari sono inutili se non dannose.
Il Sindaco Alessandro Piva


 

Aggiornamento del 03/03 ore 19.00
Oggi ho predisposto un solo comunicato perché da oggi hanno disposto di fornire i dati una volta sola al giorno.
Situazione sanitaria: Abbiamo 1 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri quindi in totale oggi ci sono 12 nostri concittadini positivi 8 in cura a domicilio e 4 in cura presso gli ospedali.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 256, rispetto a ieri 44 in più.
Oggi il Presidente della Regione Emilia-Romagna era a Piacenza ed ha incontrato noi sindaci in videoconferenza. Ha chiarito diversi aspetti del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, ha illustrato le motivazioni che hanno portato a quel Decreto e ha ribadito la stretta collaborazione con i Governatori Fontana e Zaia. Ha richiamato all’unità di intenti indipendentemente dal colore politico ed ha ringraziato infinitamente tutti gli operatori sanitari, il personale e le istituzioni che stanno lavorando insieme duramente per sconfiggere il Coronavirus.
Ha accolto le diverse richieste dei sindaci della provincia ed ha illustrato le diverse misure economiche che insieme agli altri Governatori chiederà domani durante l’incontro con il Governo nell’incontro di domani, anche se ha sottolineato che la PRIMA MISURA ECONOMICA E’ QUELLA SANITARIA.
Il Presidente nel rispondere ad alcune domande, ha detto che purtroppo non ha la capacità di prevedere il futuro, e che è ancora troppo presto per tornare alla normalità, ma ha voluto sottolineare la sua vicinanza a Piacenza confermando la sua disponibilità ad incontrare i sindaci della provincia una volta alla settimana fino a che la situazione non sarà tornata alla normalità.
Sono in corso i lavori per allestire un centro di quarantena alle “casermette” di San Polo che sarà destinato ad accogliere persone che non hanno un posto dove poter trascorrere l’isolamento fiduciario. Non saranno allestiti posti di cura, quindi ci saranno solo persone che devono trascorrere la quarantena ma che non hanno problemi sanitari.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 02/03 ore 19.00
Oggi ho predisposto un solo comunicato perché da oggi hanno disposto di fornire i dati una volta sola al giorno.
Situazione sanitaria: Abbiamo 2 nuovi casi positivi a Podenzano rispetto a ieri quindi in totale oggi ci sono 11 nostri concittadini positivi 8 in cura a domicilio e 3 in cura presso gli ospedali.
Relativamente ai casi residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 186 ed il totale dei positivi residenti e non residenti in provincia è di 212.
Per quanto riguarda gli impianti sportivi, in attesa di avere maggiori chiarimenti su alcuni punti del DPCM, ho chiesto a tutte le società sportive di tenerli chiusi nella giornata di oggi ed ho trovato la massima collaborazione, per questo li ringrazio. Come da nota interpretativa del presidente del Consiglio dei Ministri del 2 marzo 2020, da domani gli impianti sportivi saranno riaperti con determinate precauzioni.
Domani invierò una lettera esplicativa a tutti i gestori dei nostri impianti sportivi e a tutte le società sportive operanti sul nostro territorio chiedendo ancora una volta la loro collaborazione in questo momento particolare al fine di non vanificare tutti gli sforzi che insieme abbiamo fatto fino ad ora per cercare di rallentare la diffusione del contagio da COVID-19.
Il Sindaco Alessandro Piva


E' stata pubblicata l'Odinanza n. 06 del 01/03/2020 che dispone:

ORDINA

per le ragioni tutte in premessa indicate, che si intendono qui integralmente richiamate e ferme restando le previsioni del DPCM 1 marzo 2020 da intendersi immediatamente efficaci, in considerazione delle particolari condizioni in fatto presenti a livello locale, l’applicazione della seguente misura per i servizi accreditati dalla Regione Emilia Romagna:

in ordine alle attività SOCIO ASSISTENZIALI:

  • la chiusura del centro diurno socio-riabilitativo per disabili di Podenzano;

Sono inoltre sospese le seguenti attività:

  • socio – ricreative rivolte agli anziani;

  • i servizi educativi domiciliari (disabili, adulti e minori);

  • di tempo libero garantite ad utenti disabili (adulti e minori);

  • incontri protetti;

  • attività garantite dai Centri Socio Occupazionali, di tirocinio formativo;

  • le visite domiciliari delle assistenti sociali per adulti, anziani, minori e disabili, salvi casi eccezionali espressamente autorizzati dal Responsabile di Servizio.

  • la limitazione dell’accesso agli edifici scolastici del personale necessario al compimento delle attività urgenti, siano esse di carattere amministrativo, igienico, manutentivo, nonché per le eventuali attività di didattica a distanza, previa individuazione da parte del Dirigente competente.

Si dà atto che la presente ordinanza sarà valida sino a tutta la giornata dell’8 marzo 2020, da intendersi quindi compresa, o comunque sino ad eventuali modifiche conseguenti all’evolversi della situazione ovvero a revoca anticipata, che è immediatamente esecutiva e resa pubblica mediante l’affissione all’Albo pretorio comunale.


Aggiornamento del 01/03 ore 19.00
Situazione sanitaria: Non ci sono nuovi casi a Podenzano rispetto a quanto comunicato questa mattina, perciò abbiamo in totale 10 casi sul nostro territorio di cui 6 in cura a domicilio e 4 ospedalizzati. Purtroppo un nostro concittadino (dei 4 ospedalizzati) che aveva contratto il COVID-19 è deceduto nella giornata di oggi. Esprimo ai famigliari la mia vicinanza e le più sentite condoglianze. E’ una brutta notizia che colpisce la nostra comunità e che ci deve fare riflettere sull’importanza delle decisioni e delle limitazioni che in questi giorni noi Sindaci abbiamo dovuto adottare e che dovremo adottare nei prossimi giorni.
Relativamente ai casi della provincia devo fare una correzione dei 159 comunicati stamattina in realtà i residenti in provincia di Piacenza sono139 gli altri 20 sono residenti in Lombardia. Oggi i residenti in provincia di Piacenza risultati positivi ai test sono saliti a 150 ed il totale dei positivi residenti e non residenti in provincia è di 174.
Confermo la sospensione dei Servizi educativi dell’infanzia e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché tutte le altre attività scolastiche e di formazione ed i corsi professionali fino al 8 marzo.
Anche i Centri diurni Socio-Riabilitativi per disabili rimarranno chiusi.
Maggiori dettagli nell’ordinanza che sarà emanata appena possibile.
Stiamo lavorando insieme, Sindaci Ausl, Regione e Governo per prendere decisioni relativamente alle misure da adottare in modo che siano adeguate, proporzionali e possibilmente omogenee nei territori, sempre però con il primario obiettivo di tutelare la salute di tutti i cittadini, anche quelli più deboli.
Il Sindaco Alessandro Piva

Aggiornamento del 01/03 ore 12.30
Situazione sanitaria: ci sono 2 casi nuovi a Podenzano perciò ora abbiamo 10 casi sul nostro territorio.
In totale in provincia sono 159 casi positivi e circa 3.000 persone in isolamento domiciliare.
Nel pomeriggio al termine del Centro di Coordinamento Soccorsi ci sarà una riunione dei Sindaci per condividere le linee guida definitive di una nuova ordinanza. I provvedimenti dovranno essere in linea con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e con le ordinanze delle Regioni competenti che contengono anche provvedimenti per esercizi pubblici, attività sportive, luoghi di culto, mercati, scuole ecc…
Servizi educativi dell’infanzia e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché tutte le altre attività scolastiche e di formazione ed i corsi professionali saranno sospesi fino all’8 marzo.
Con gli altri Sindaci stiamo ancora valutando l’opportunità di mantenere le restrizioni sui centri diurni per anziani e disabili per la fragilità che questi utenti presentano.
Stiamo lavorando insieme, Sindaci Ausl, Regione e Governo per prendere decisioni relativamente alle misure da adottare in modo che siano adeguate, proporzionali e possibilmente omogenee nei territori, sempre però con il primario obiettivo di tutelare la salute di tutti i cittadini, anche quelli più deboli.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 29 febbraio ore 18:00
Situazione sanitaria: non ci sono nuovi casi a Podenzano quindi in totale rimangono 8.
In totale in provincia sono 138 casi positivi. inizio situazione di stress delle strutture sanitarie con primi trasferimenti a Castel San Giovanni e Reggio Emilia.
Scuole – l’orientamento è quello di sospendere la didattica e chiudere le scuole con possibilità di accesso per personale amministrativo e per affari urgenti fino al 7 marzo in attesa delle ordinanze della Regione Emilia Romagna e del Governo.

Relativamente a tutte le altre misure restrittive precauzionali che riguardano le attività produttive commerciali e sportive ogni altra decisione è rinviata a domani mattina in attesa di provvedimenti ministeriali e linee guida, per tanto rimane valida l’ordinanza sindacale n. 5/2020 del 25 febbraio 2020.
Intenzione dei sindaci è quella di porre meno limitazioni possibili compatibilmente con esigenze di tutela della salute pubblica.
Condividiamo lo sforzo della sanità e comprendiamo le preoccupazioni e le esigenze delle categorie economiche per il poco preavviso dei provvedimenti. Il ritardo è dovuto all’attesa dei dati scientifici necessari per adottare provvedimenti adeguati e al tentativo di raggiungere la massima omogeneità possibile degli stessi fra i territori.

Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento dopo CCS del 29/02 ore 14.00
Situazione sanitaria: ci sono 3 nuovi casi a Podenzano quindi in totale salgono a 8 di cui 3 ospedalizzati.
In totale in provincia sono 118 casi positivi.
Scuole – rimaniamo in attesa delle ordinanze della Regione Emilia Romagna e del Governo. E’ in corso il Consiglio dei Ministri, l’orientamento è di una proroga della chiusura delle scuole fino al 7 marzo.
Relativamente a tutte le altre misure restrittive precauzionali rimane valida fino a naturale scadenza ore 24,00 di domenica 1 marzo l’ordinanza sindacale n. 5/2020 del 25 febbraio 2020.
Il Sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento dopo CCS del 28/02 ore 19.30
Situazione sanitaria: non ci sono nuovi casi a Podenzano quindi rimangono i 5 comunicati in amttinata.
In totale in provincia sono 89 casi positivi.
Sono in corso altri sopraluoghi presso il sito dell’aeronautica di San Polo “Casermette” per l’allestimento eventuale di un centro di isolamento qualora fosse necessario.
Scuole – siamo in attesa delle ordinanze della Regione Emilia Romagna e del Governo. L’orientamento è di una proroga della chiusura delle scuole fino al 7 marzo prossimo che sarà inserito nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di domani.
Rimane valida fino a naturale scadenza ore 24,00 di domenica 1 marzo l’ordinanza sindacale n. 5/2020 del 25 febbraio 2020.
Mi dispiace che in questi momenti ci siano tante informazioni errate che circolino sul web, sui social e sulle chat whatsapp. Generano solo tanta confusione, evitate di condividere informazioni sbagliate. Vi invito solo a seguire i canali di informazione ufficiali, nell’ordine Prefettura, AUSL e per il nostro territorio i comunicati del Comune di Podenzano che sono postati sul sito.
Gli stessi comunicati vengono pubblicati sulla pagina Facebook dell’amministrazione comunale di Podenzano, diramati sui gruppi di controllo di vicinato e della Protezione Civile e dei Medici di Medicina Generale del nostro territorio via whatsapp.
Qualche volta arrivano con qualche minuto di ritardo ma sono informazioni controllate e ufficiali.
Grazie per la collaborazione.
Il sindaco Alessandro Piva


Aggiornamento del 28/02 ore 14:30
Situazione sanitaria: Un nuovo caso a Podenzano quindi in totale salgono a 5 di cui 2 ospedalizzati.
In totale in provincia sono 74 casi positivi.
Nel pomeriggio ci sarà una riunione del Centro di Coordinamento Soccorsi.
Ricordo a tutti che l’AUSL ha attivato un nuovo numero per le informazioni relative a come comportarsi in caso di contatti con persone risultate positive al test.
Il numero è il seguente 0523 303600 che sostituisce il 0523 317979
Ricapitolando i numeri da contattare per avere informazioni sono i seguenti:
numero verde Ministero della Salute, 1500
numero verde della Regione Emilia-Romagna 800 033 0333
numero AUSL PC 0523 303600
per casi gravi e urgenze 118


Aggiornamento dopo riunione Centro di Coordinamento Soccorsi del 27/02 ore 18:30

Situazione sanitaria: Nessun nuovo caso a Podenzano quindi in totale rimangono 4 già comunicati oggi.

In totale in provincia sono 65 casi positivi. Nella notte arriveranno altri esiti. La capacità ricettiva dell’ospedale è ancora buona e l’accesso al Pronto Soccorso è definito tranquillo.

Colgo l’occasione per ringraziare i nostri Medici di Medicina Generale che in questi giorni si sono sobbarcati una mole di lavoro immane ed hanno contribuito con le loro telefonate a tranquillizzare molti cittadini. Una funzione sociale che troppo spesso non gli viene riconosciuta.


Aggiornamento del 27/2/2020 alle ore 14,30

Situazione Sanitaria 1 nuovo caso accertato a Podenzano. Saliamo quindi a 4 casi accertati di cui 1 ricoverato e gli altri 3 presso le loro abitazioni. Tutti riconducibili a contatti con il primo caso. 
Ulteriori aggiornamenti dopo riunione del Centro di Coordinamento Soccorsi programmato per stasera. 
Oggi sembra che nei supermercati sia tornata la normalità.

Aggiornamento dopo riunione Centro di Coordinamento Soccorsi del 26/02 ore 19:30
Situazione sanitaria: 8 nuovi casi in Provincia di Piacenza quindi in totale salgono a 28. Nessun nuovo caso a Podenzano oltre ai 3 già comunicati oggi. Sono tutti collegati a casi già noti.
Prefetto e Sindaco di Piacenza hanno incontrato le categorie economiche. Dai Sindaci è emersa la preoccupazione per le ripercussioni economico/finanziarie sulle attività produttive e commerciali e la richiesta affinchè Regione e Governo siano coinvolti e si impegnino a prendere i provvedimenti necessari a tutelare tutte le categorie economiche danneggiate.
Mi risulta che ai supermercati ci sia una corsa all’acquisto di bottiglie di acqua minerale, il virus non si trasmette con l’acqua, l’acqua del nostro acquedotto è sottoposta ad analisi periodiche ed è tranquillamente potabile. Io la bevo tutti i giorni. Non facciamoci prendere dal panico, se fino a ieri volevamo un comune plastic-free perché oggi dobbiamo cambiare idea?


Aggiornamento al 26/02/2020 ore 14:30
Situazione sanitaria: A Podenzano i casi accertati sono saliti a 3, quindi 2 nuovi casi ascrivibili al nucleo familiare del primo caso accertato.
Informazioni, nonostante il potenziamento delle linee telefoniche le liste di attesa per avere risposta sono ancora lunghe.
I numeri da contattare per avere informazioni sono i seguenti:
numero verde Ministero della Salute, 1500
numero verde della Regione Emilia-Romagna 800 033 0333
numero AUSL PC 0523 317979
per casi gravi e urgenze 118
Chiamate solo in caso di necessità e solo in caso di sintomi conclamati. Non intasate i numeri.

E' stato istituito tra il Sindaco di Podenzano e tutti i Medici di Medicina Generale operanti sul territorio comunale un gruppo Whatsapp per scambiarsi in tempo reale informazioni relative alla situazione sanitaria.

Ieri in via precauzionale abbiamo emanato un’ordinanza restrittiva in linea con le indicazioni della Regione Emilia-Romagna e con quelle che hanno adottato i comuni della zona gialla della Regione Lombardia proprio con il fine di limitare gli affollamenti di persone, ma abbiamo bisogno della collaborazione e di senso civico di tutti i cittadini.
Non ha senso che create affollamenti presso i supermercati, non è necessario! L’affollamento di locali crea la situazione ideale per la diffusione del virus. La fornitura dei generi di prima necessità sarà sempre garantita.


E' stata pubblicata l'Ordinanza Contingibile ed Urgente n. 5 del 25/02/2020 che dispone quanto segue:

ORDINA

sino a tutto il 1 marzo 2020, fermo quanto previsto nel provvedimento di cui all’oggetto, l’applicazione delle seguenti ulteriori misure:

COMMERCIO:

  • Sospensione di mercati settimanali all’aperto;
  • Chiusura dei bar, compresi quelli che effettuano servizio di “piccola cucina”, dalle ore 18,00 alle ore 6,00. Fanno eccezione i servizi bar dedicati agli ospiti delle strutture ricettive o ai clienti dei ristoranti;
  • Chiusura dei locali notturni quali discoteche, sale da ballo e pubblici esercizi con intrattenimento;

EDUCAZIONE

  • Chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private (compresi gli istituti di formazione e musicali, gli asili nido e le scuole dell’infanzia) con conseguente sospensione dell’attività educativa, ivi compresi gli stage lavorativi e le attività laboratoriali, per tutto il periodo di vigenza della presente ordinanza. E’ fatta eccezione per i dirigenti e il personale strettamente necessario all’espletamento di attività inderogabili.

ATTIVITA’ SPORTIVE

  • La chiusura degli impianti sportivi pubblici e privati del territorio comunale sino al 1° marzo 2020.
  • Il prolungamento della sospensione e il conseguente rinvio delle manifestazioni sportive previste nel territorio comunale oltre che gli altri eventi sportivi dilettantistici o comunque tutte le manifestazioni non competitive, ove previste, sino al 1° marzo 2020. Sono esclusi gli allenamenti delle società sportive professionistiche o assimilabili, ove si svolgano a porte chiuse, senza presenza di pubblico e garantendo la chiusura dei varchi di accesso, ed in strutture ordinariamente deputate alle competizioni. E’ escluso l’utilizzo di palestre all’interno delle scuole.

AMBITO CULTURA

  • Sospensione del Servizio al pubblico delle biblioteche;

DISPONE INOLTRE

sino a tutto il 1 marzo 2020, l’applicazione delle seguenti misure per i servizi SOCIO ASSISTENZIALI:

 

  • La chiusura dei centri diurni e dei servizi semiresidenziali per gli anziani e disabili;
  • La sospensione per tutto il periodo dell’emergenza delle attività socio ricreative rivolte agli anziani;

 

Sono inoltre sospese le attività di/ a carattere:

  • socio – ricreativo, rivolte agli anziani;
  • servizi educativi domiciliari disabili (adulti e minori);
  • tempo libero garantite ad utenti disabili (adulti e minori);

Aggiornamento CENTRO COORDINAMENTO SOCCORSI 25/02/2020 ore 10:30

E' stata richiesta la massima riservatezza sulle informazioni.
Giornalisti che assalgono le ambulanze per interrogare pazienti non è umano. E' giusto e importante informare ma il gioco a chi pubblica prima la notizia non rientra nei miei compiti. Per cui da ora in poi darò solo notizie/informazioni relative al nostro Comune.
Situazione sanitaria: A Podenzano rimane per ora un solo caso accertato.
I prelievi di tamponi sono a pieno regime. In Regione sono operativi 2 laboratori e ne stanno attivando un terzo. I tamponi vengono effettuati con una priorità in funzione di contatti significativi: vengono fatti solo su persone che hanno avuto contatto diretto con casi accertati e se presentano i sintomi. Il tampone deve essere fatto almeno 72 ore dal contatto diretto. E' fondamentale preservare la capacità dei laboratori di effettuare le analisi.
Si riscontrano criticità sui numeri telefonici che vi ho indicato ieri perché tutte le linee sono sature e la lista di attesa permane attorno ai 40 utenti. Non intasate i numeri chiamate solo se avete sintomi riconducibili.
Stiamo predisponendo un'ordinanza simile in tutti i comuni della provincia in linea con le indicazioni della Regione Emilia-Romagna e con quelle che hanno adottato i comuni della zona gialla della Regione Lombardia. 


Aggiornamento dell 24/02 ore 19:30

In Prefettura domani saranno istituiti 2 momenti dedicati alla comunicazione alla stampa: uno alle ore 13 e uno alle ore 19.
A Podenzano rimane per ora un solo caso confermato. I risultati degli ultimi 62 tamponi hanno dato 2 esiti positivi, sono 2 operatori sanitari non residenti a Podenzano. Quindi i casi accertati in provincia di Piacenza sono diventati 16 di cui 7 ricoverati e gli altri isolati presso le loro residenze. Il caso di Podenzano è ricoverato.
Da stasera alle 20 sarà operativa la PMA per gestire e separare gli ingressi in pronto soccorso all’ospedale di Piacenza.
Domani in giornata verranno montate quelle di Fiorenzuola e Castelsangiovanni. Decideranno i primari quando attivarli.
E’ stato predisposto un reparto dedicato con 44 posti letto a Piacenza.
Entro domani ci sarà un secondo numero operativo a disposizione dei cittadini.
Da oggi è operativo il numero verde della Regione Emilia-Romagna 800 033 033.
Le persone residenti nella provincia di Piacenza che dal 1 febbraio sono transitate e hanno sostato nei comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano , Somaglia, Terranova dei Passerini e Vò, devono contattare il Servio di Igiene pubblica dell’Azienda Usl di Piacenza inviando una mail a comunicazione-transito@ausl.pc.it allegando il modulo allegato, compilato in tutte le sue parti disponibile sul sito dell’azienda. Link sito azienda.
Stiamo predisponendo un’ordinanza sindacale che sarà pubblicata domani mattina e conferma in linea di massima l’ordinanza 1 2020 della Regione Emilia-Romagna con chiusura scuole fino a 1 marzo. A rafforzare le limitazioni dell’ordinanza regionale saranno inseriti anche questi provvedimenti
Chiusura dei bar e locali di intrattenimento dalle ore 18 alle ore 6.
Sospensione del mercato settimanale del giovedì fino a 1 marzo.
Chiusura dei centri diurni per disabili e/o anziani fino al 1 marzo.


Aggiornamento 24/02 ore 13
Segnalati 5 nuovi casi in provincia di Piacenza. 4 Residenti nel Lodigiano e 1 operatore 118 residente a PC. Non ci sono focolai in Emilia Romagna. Il CCS si aggiornerà alle 17 ed i Sindaci con il Prefetto concorderanno una bozza di ordinanza da adottare in aggiunta a quella adottata dal Ministro della Salute e dal Governatore della Regione Emilia Romagna che ricordo è già in vigore.
Il caso accertato a Podenzano è stato preso in carico da AUSL che sta ricostruendo i contatti.
Per chiunque abbia avuto contatto con persone residenti nella zona rossa è invitato a mettersi in isolamento volontario avvisando la sanità pubblica ai numeri 1500 o 118.
Il tampone viene fatto solo a persone che sono state a contatto con casi accertati e presentano sintomatologie ascrivibili a quelle del Corona Virus. In tutti gli altri casi è consigliato l’isolamento volontario.


Comunicato dell'Azienda USL di Piacenza:

Coronavirus, aggiornamento ore 18.20.
Da questa mattina l’Azienda Usl di Piacenza ha valutato circa 300 professionisti sanitari per stabilire una gradualità di rischio rispetto a coloro che sono venuti in contatto con i pazienti risultati positivi o che hanno avuto esposizione al coronavirus. Alcuni sono stati sottoposti al tampone. Tutti quelli che sono stati ritenuti idonei e senza sintomi sono stati reimmessi in servizio. Per gli altri sono scattate misure cautelative di isolamento domiciliare fiduciario, così come previsto dalle misure del Ministero della Salute.

Sono SOSPESE PER UNA SETTIMANA, indipendentemente della provenienza geografica della persona, sull’intero territorio della Provincia:
- tutte le prestazioni programmate, chirurgiche e ambulatoriali, salvo quelle ritenute non differibili
- le attività di libera professione in ospedale e sul territorio
- le attività di screening
- gli interventi chirurgici programmati non urgenti e rinviabili. Ognuno dei pazienti interessati sarà avvertito dai nostri uffici. Rimangono confermate le prestazioni e gli interventi considerati urgenti, e quelli che non possono essere rimandate.
- le vaccinazioni in età pediatrica, adolescenza e adulti
- i prelievi di sangue e le prestazioni diagnostiche, salvo quelle valutate non differibili dal medico di famiglia
- le attività degli ambulatori della cronicità nelle Case della Salute
- l’attività dell’Ufficio patenti
- le prenotazioni agli sportelli unici dell’Azienda Usl sul territorio, salvo quelle urgenti e indifferibili.

NON SONO SOSPESE:
- le medicazioni post chirurgiche, le visite di controllo e le prestazioni post dimissione
- visite e controlli calendarizzati per le donne in stato di gravidanza, sia in ospedale, sia nei consultori
- la distribuzione diretta dei farmaci negli ospedali e negli ambulatori dedicati specialistici
- i controlli dei pazienti con anticoagulanti della vitamina K (con misurazione dell’INR)
- i controlli per i pazienti insulinodipendenti
- le sedute di dialisi
- visite e terapie oncologiche
- le cure palliative
- le attività degli ambulatori della Psichiatria, della Neuropsichiatria infantile e del Sert, ma solo per l’erogazione di terapie e interventi urgenti, per i quali è richiesto un contatto telefonico
- le attività di vigilanza della Sanità pubblica
- le donazioni di sangue

All’ospedale di Piacenza sarà allestito un Presidio medico avanzato (PMA) esterno al Pronto soccorso dove tutti le persone verranno sottoposte a triage e poi smistate all’interno dei servizi ospedalieri.
Sempre nel presidio cittadino, sarà inoltre creata un’area con stanze singole per pazienti sintomatici in attesa del tampone.

Coranavirus - Cosa Sapere e come comportarsi

Per maggiore informazioni:

http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus
https://www.regione.emilia-romagna.it/
http://www.regione.lombardia.it
http://www.ausl.pc.it/

Materiale informativo e di prevenzione sul Coronavirus, in più lingue e rivolto ai migranti:

https://sociale.regione.emilia-romagna.it/intercultura-magazine/notizie/covid-19-cosa-ce-da-sapere-in-diverse-lingue


 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (118 valutazioni)